Recensione Aquacomputer Cuplex Kryos NEXT

Recensione Aquacomputer Cuplex Kryos NEXT

Waterblock

Il mondo dei sistemi di raffreddamento a liquido personalizzati, custom o aftermarket che dir si voglia, ha da sempre rappresentato…

Recensione Bitfenix Aurora

Recensione Bitfenix Aurora

Case e banchetti da test/bench

Quando si parla di case, non possiamo di certo non citare Bitfenix, uno tra i più importanti produttori di chassis…

Recensione Enermax DF Pressure, 120mm a stampo sportivo.

Recensione Enermax DF Pressure, 120mm a stampo sportivo.

Ventole

Enermax è da tempo inserita nelle pagine di CT e nel corso degli anni abbiamo avuto più volte modo di…

Recensione Enermax ETS-T50 AXE

Recensione Enermax ETS-T50 AXE

Dissipatori

Con ormai un ampio trascorso in sistemi di raffreddamento a liquido, ventilazione forzata e proposte dissipanti convenzionali di fascia entry…

Recensione ventole Corsair ML - Magnetic Levitation fan

Recensione ventole Corsair ML - Magnetic Levitation fan

Ventole

Entrata nel settore della ventilazione forzata a gamba tesa ormai quattro anni orsono con le ventole Air Series SP120 e…

Recensione CoolerMaster Masterliquid PRO 240

Recensione CoolerMaster Masterliquid PRO 240

AIO - liquidi compatti

Nonostante un mercato degli AIO, All In one(Tutto in uno ndr.), che da qualche mese a questa parte rema ormai…

Recensione vaschette Alphacool Eisbecher

Recensione vaschette Alphacool Eisbecher

Tubi, raccordi, vaschette e altro

In un periodo sempre più incalzato da sistemi di raffreddamento a liquido AIO da parte di molteplici marchi che si…

Recensione Corsair H80i v2 e H100i v2

Recensione Corsair H80i v2 e H100i v2

AIO - liquidi compatti

Recentemente ci siamo soffermati più volte sulle soluzioni di raffreddamento a liquido compatto dando spazio sia a quella che è…

Recensione RAI-PM5 e RAI-R20, pompa e vaschetta secondo Raijintek

Recensione RAI-PM5 e RAI-R20, pompa e vaschetta secondo Raijintek

Pompe,flussimetri e elettronica dedicata

Di recente vi abbiamo parlato della nuova serie Atlantis di casa Raijintek, si tratta per chi non ci ha seguito…

Recensione AIO Corsair Hydro H110i e H115i

Recensione AIO Corsair Hydro H110i e H115i

AIO - liquidi compatti

Abbiamo spesso parlato negli ultimi mesi di soluzioni dissipanti che si presentano e si collocano rispetto al grande pubblico in…

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2015 JoomlaWorks Ltd.

X2, famosa azienda olandese nel settore degli accessori per PC, è lieta di presentare al proprio pubblico la serie di ventole X2 Magic Lantern da 120mm, dotate di illuminazione a LED multicolore e controllabili stando seduti al vostro posto grazie ad un pratico telecomando.

Enermax, azienda taiwanese specializzata in alimentatori e case, estende la propria gamma di prodotti con l'aggiunta del mid-tower Ostrog Lite, case dalle dimensioni contenute destinato ai gamer, con frontale in alluminio spazzolato e copertura per l'alimentatore.

La nota casa produttrice Alphacool lancia il successore del suo NexXxos XP3, il waterblock Eisblock XPX, studiato e progettato per le CPU con DIE grandi, come ad esempio i presenti ed i futuri processori a dieci e più core.

Aquacomputer ha ufficializzato in data odierna l'arrivo anche per il mercato Nazionale del nuovo waterblock Cuplex Kryos NEXT, attuale soluzione top di gamma della casa tedesca per il raffreddamento delle moderne architetture hardware centrali.

Richiesto in lungo e in largo da mezzo mondo, arriva finalmente a disposizione degli utenti un adattatore per poter sfruttare le ventole tachimetriche a tre pin convenzionali direttamente con il segnale PWM in arrivo dalla scheda madre.

Milano, 13 Settembre 2016 – Cooler Master è da oltre 20 anni leader mondiale nella progettazione e produzione di componenti per computer e periferiche ad alte prestazioni dedicate ad un pubblico di appassionati di hardware alla ricerca dell'ultimo ritrovato in termini di tecnologia, funzionalità e personalizzazione. Dal proprio DNA nascono quindi una serie di soluzioni che strizzano l'occhio ai "makers", ovvero quegli appassionati con le capacità, gli strumenti e la voglia di cercare nuove personalizzazioni; oggi l’azienda taiwanese è lieta di annunciare il lancio ufficiale anche nel nostro paese di MasterCase Pro 3.

X2 products continua la sua opera di rinnovamento del proprio listino introducendo a catalogo un nuovo middle tower top di gamma studiato per offrire al giocatore una soluzione stilosa oltre che performante.

Si è tenuta nella giornata di ieri la presentazione di una grossa fetta di prodotti da parte di Corsair che ha visto l'introduzione di una nuova linea di soluzioni caratterizzate da una illuminazione RGB a cui si è affiancato il lancio del nuovo chassis Carbide Air 740.

Cooler Master porta al debutto i due kit AIO MasterLiquid Pro, in versione da 120mm e 240mm, destinata ai gamer, ma anche agli utenti meno esperti che sono alla ricerca di un sistema di raffreddamento migliore.

Il mondo dei sistemi di raffreddamento a liquido personalizzati, custom o aftermarket che dir si voglia, ha da sempre rappresentato il vertice a cui ogni singolo appassionato del campo IT aspira; una sorta di sfida che pone un punto fermo verso quelle che sono le proprie capacità sia lato hardware che software.

Molteplici sono infatti le conoscenze che un impianto di tale categoria richiede per poter essere installato correttamente spaziando da una accurata pianificazione teorica a cui si deve affiancare una altrettanto accurata realizzazione pratica pena l'ottenimento di prestazioni inferiori a sistemi ben più economici o peggio l'uscita di liquido direttamente sull'hardware con le conseguenze del caso.

Quando si parla di case, non possiamo di certo non citare Bitfenix, uno tra i più importanti produttori di chassis e non solo; se, per di più, volessimo parlare di innovazione e stile in questo settore, Bitfenix è da sempre tra le più attive. L'ultimo nato si chiama Aurora, case dalle linee molto semplici, pulite ed anche piacevoli, impreziosite da due bellissime finestre laterali in vetro temprato e da un sistema di illuminazione a LED SSD Chroma; il tutto ad un prezzo davvero molto interessante, probabilmente ben al di sotto di ogni vostra ipotesi.

Enermax è da tempo inserita nelle pagine di CT e nel corso degli anni abbiamo avuto più volte modo di poter saggiare le varie offerte che si sono avvicendate sia nel panorama del liquid cooling che dell'air cooling, quest'ultimo vero e proprio zoccolo duro aziendale che ha visto nascere nell'ultimo periodo anche un filone di soluzioni di raffreddamento ad aria sfociate nell'ETS-T50 AXE, dissipatore monotorre di fascia alta testato solo pochi giorni fa.

Con ormai un ampio trascorso in sistemi di raffreddamento a liquido, ventilazione forzata e proposte dissipanti convenzionali di fascia entry e middle level, Enermax ha posto le basi per far si che il 2016 diventi l'anno anche per affilare le unghie nel panorama dei dissipatori ad aria di fascia alta sfidando in campo aperto i big del settore che sino ad oggi hanno visto il produttore asiatico come un competitor solo sulle fasce medie per ciò che concerne la dissipazione ad aria delle moderne Central Processing Unit.

Entrata nel settore della ventilazione forzata a gamba tesa ormai quattro anni orsono con le ventole Air Series SP120 e AF120/140, Corsair è stata fin da subito in grado di guadagnare importanti fette di mercato cogliendo in anticipo, in un settore complesso come quello della ventilazione, alcuni aspetti fondamentali che da lì a qualche anno avrebbero aperto la strada a soluzioni ventilanti specializzate vuoi nella generazione di pressioni statiche o nella movimentazione delle masse d'aria. A questa intuizione ha inoltre affiancato parte del suo DNA permettendo all'utente per la prima volta di poter fisicamente personalizzare al livello estetico la ventola mediante la sostituzione della parte superiore della cornice del telaio, mossa che ha contribuito per larga parte alla forte spinta di novità che le Air series portarono all'interno del mercato di riferimento.

Nonostante un mercato degli AIO, All In one(Tutto in uno ndr.), che da qualche mese a questa parte rema ormai verso la saturazione delle vendite a causa di una concorrenza sempre più agguerrita che ha visto persino l'arrivo di soluzioni modulari capaci di integrare sia le qualità di un loop aftermarket sia la praticità dei liquidi compatti preconfezionati; c'è chi continua a scommettere sul settore proponendo prodotti sempre più innovati e performanti caratterizzati da un rapporto prezzo/prestazioni decisamente interessante sia per gli amanti dell'air che del liquid cooling.

In un periodo sempre più incalzato da sistemi di raffreddamento a liquido AIO da parte di molteplici marchi che si spartiscono il mercato a colpi di avanzamenti tecnologici, il settore degli impianti di raffreddamento a liquido custom mantiene comunque una solida fetta di utenti, divisi fra chi vuole raggiungere la migliore dissipazione possibile fra le proposte più consone al daily use e chi punta ad avere un impatto estetico di prim'ordine data la molteplicità di combinazioni e personalizzazioni ipoteticamente realizzabili.

SilverStone nei suoi anni di attività nell’ambito dei componenti per PC ha sempre prestato particolare attenzione al comparto ventole presentando modelli di qualità finalizzati a molteplici spettri di utilizzo, dalla semplice ventilazione interna per case fino a modelli più prestanti ed indirizzati alla generazione di una alta pressione statica, dunque maggiormente adatti a dissipatori e radiatori o comunque dove il superamento di ostacoli da parte del flusso d’aria la fa da padrone. Oltre al comparto ventole il produttore americano non si è mai dimenticato di tutti gli accessori che gravitano attorno a questo settore, come ad esempio i filtri anti polvere, uno strumento che negli anni abbiamo visto prendere sempre più piede anche nei bundle dei case e che, come tutto il resto, ha avuto una progressiva evoluzione partendo da creazioni molto semplici fino ad oggi, momento nel quale il mercato ci offre molteplici soluzioni formate da svariati materiali, forme e sistemi di installazione.

Recentemente ci siamo soffermati più volte sulle soluzioni di raffreddamento a liquido compatto dando spazio sia a quella che è la fascia alta che all'entry level affrontando parentesi anche nel nuovo mondo degli AIO modulari o espandibili, che dir si voglia, vagando tra i vari esponenti che attualmente popolano l'ormai vasto campo degli All In one.

La metodologia di test applicata alle soluzioni di raffreddamento a liquido compatto AIO(All In One) all'interno dei locali di coolingtechnique, verte su un approccio sostanzialmente diverso rispetto a quello dedicato per i dissipatori e waterblock, siano essi per CPU o GPU.

Con il passare degli anni e con l'esperienza accumulata dai numerosi test eseguiti sulle più disparate soluzioni di dissipazione termica provenienti da tutto il mondo, abbiamo sviluppato una nuova metodologia di test che sarà applicata a partire dalla data odierna su tutte le soluzioni appartenenti al ramo dei dissipatori e waterblock per GPU,CPU e chip elettronici; tali soluzioni vedranno applicata la nuova versione dei simulatori termici in dotazione alle forze di CT da qualche giorno.

Qualche mese orsono riceviamo da parte di uno dei nostri lettori una richiesta decisamente poco convenzionale per quanto riguarda l'attività del sito; ci viene infatti proposta una riparazione di una pompa, più precisamente una Sanso PDH-054, data da uno dei principali negozi specializzati in rivendita di hardware cooling come irremediabilmente compromessa e quindi irreparabile.

Spesso ci capita di parlare, nel corso degli articoli che trattano di dissipatori e di soluzioni dissipanti più in generale, dell'implementazione delle saldature in lega dei pacchi alettati di questi ultimi.
Tale soluzione come abbiamo più volte ripetuto permette di ridurre il gap che si va a formare tra l'aletta in alluminio ed il tubo in rame dell'heatpipes stessa, eliminando del tutto le sacche d'aria che si vengono a formare tra i due metalli; questo permette, un po come per la pasta termoconduttiva, di andare a togliere le miscele di gas(aria) che hanno un coeffciiente di resistenza termica più elevato del rame  e che si oppongono di conseguenza al passaggio del flusso termico in attesa che quest'ultimo venga scambiato con l'ambiente, vuoi per naturale convenzione, per irraggiamento o tramitite l'uso di flussi di aria forzata.

Nel corso degli ultimi anni l'evoluzione degli attuali sistemi di raffreddamento a liquido ha seguito una direzione ben precisa: con la scomparsa delle deboli pompe da acquario a 220V e bassa prevalenza e con la diffusione di quelle a 12V con portate a vuoto nominali più basse ma con valori di prevalenza decisamente più alti, la tendenza si è spostata dal comporre il proprio circuito dal parallelo alla serie, preferendo quindi quest'ultima soluzione.

Il mercato delle ventole, come ormai è noto a chi ci segue da qualche tempo, è in continua evoluzione e porta di giorno in giorno sempre delle nuove soluzioni che possono spaziare da nuove appendici aerodinamiche sui profili palari, ai nuovi motori o alle ventole di nuova concezione prive di frame.
Insieme a questo è presente un filone parallelo che si sviluppa costantemente e che basa le proprie radici non tanto nella meccanica, come per le ventole, quanto nell'elettronica; esso è il mondo dei fan controller, rheobus o regolatori di ventole che dir si voglia; un settore che fino ad oggi era stato tenuto quasi in disparte da CT ma che oggi vogliamo portare a pari livello delle altre situazioni di test.

Il mondo dei radiatori applicati al liquid cooling è ormai in continua evoluzione e sempre più si contano i modelli che i vari marchi introducono sul mercato senza esclusione di colpi; ciò è dovuto alla continua ricerca di nuovi  acquirenti al fine di accaparrarsi sempre più maggiori quote di vendita del mercato in questione.
Per fare questo gli strumenti a disposizione delle aziende sono molteplici: dalle caratteristiche particolari introdotte su specifici modelli, ai materiali utilizzati, alla verniciatura sino ad arrivare al prezzo di vendita; vera e propria discrimante per alcuni utenti su cui basare l'acquisto di taluni prodotti.

Annunciamo in data odierna l'espansione della metodologia di test per quanto riguarda le ventole; oltre alla rilevazione degli Rpm,Volts,Ampere,CFM,Db(A) e MMH2O da oggi sarà inserito un nuovo test che prevede l'analisi della linea comportamentale della ventola con pescaggio ridotto; tale diminuzione è effettuata da un radiatare comunemente utilizzato nei sistemi di raffreddamento a liquido per pc.

La pulizia interna del radiatore è una pratica abbastanza sottovalutata: molti utenti alle prime armi comprano il radiatore per il proprio impianto a liquido e pensano che essendo nuovo sia pronto per essere montato, ma non è affatto così.

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM

COMUNICATI STAMPA DAI PARTNER

COLLABORIAMO CON