Recensione Enermax ETS-N31

Recensione Enermax ETS-N31

Dissipatori

E' da ormai qualche mese che i nuovi AMD Ryzen popolano le fila dei negozi online apportando una vera e…

Recensione Enermax NEOChanger

Recensione Enermax NEOChanger

Pompe,flussimetri e elettronica dedicata

E' con questa combinazione pompa-vaschetta che Enermax vuole far breccia nel mercato della dissipazione a liquido "custom". L'Enermax NEOChanger è…

Recensione Noctua NF-A4x20, NF-A12x15 e NF-A20

Recensione Noctua NF-A4x20, NF-A12x15 e NF-A20

Ventole

Ritorniamo quest'oggi a parlare di noctua chiudendo la lunga parentesi estiva che abbiamo affrontato sul marchio partendo dagli aggiornamenti dei…

Recensione Noctua NA-FC1 ed accessori abbinati

Recensione Noctua NA-FC1 ed accessori abbinati

Rheobus, fan controller

Con l'opportunità data dalla visibilità del computex 2017 Noctua, puntuale come ogni anno, ha colto l'occasione per presentare i nuovi…

Recensione Bitfenix Shogun

Recensione Bitfenix Shogun

Case e banchetti da test/bench

Prosegue in casa Bitfenix l'era dei case con paratie laterali in vetro. Il "fratello" del Bitfenix Aurora si chiama Shogun,…

Recensione LEPA Neollusion

Recensione LEPA Neollusion

Dissipatori

L'ultimo anno appena trascorso ha visto l'affacciarsi in maniera prepotente nel mondo dei sistemi di raffreddamento consumer l'utilizzo di soluzioni…

Recensione Raijintek Asterion Classic

Recensione Raijintek Asterion Classic

Case e banchetti da test/bench

Recensione ed analisi tecnica del case Asterion Classic di casa Raijintek; come siamo ormai abituati a vedere da qualche tempo,…

Recensione Alphacool X-Flow radiators serie

Recensione Alphacool X-Flow radiators serie

Radiatori

Quest'oggi vogliamo dedicare la recensione al mondo del liquid cooling, un settore che nel corso dell'anno appena passato ha subito…

Recensione Alphacool Eisfach

Recensione Alphacool Eisfach

Tubi, raccordi, vaschette e altro

Una delle aziende più attive degli ultimi tempi nel campo del liquid cooling per pc recentemente in fase di forti…

Recensione Aquacomputer Cuplex Kryos NEXT

Recensione Aquacomputer Cuplex Kryos NEXT

Waterblock

Il mondo dei sistemi di raffreddamento a liquido personalizzati, custom o aftermarket che dir si voglia, ha da sempre rappresentato…

Guida al downvolt delle ventole

Come ultimo analizziamo il downvolt tramite molex;non perchè sia il meno efficace o il più complesso da realizzare ma perchè potrebbe portare ad errori e/o danni irreversibili nel caso in cui, per errore, l'utente sbagli qualcosa nel risaldare o ricollegare i cavi all'interno dell'adattatore.
Con questa metodologia si vanno a modificare le tensioni di alimentazione sull'intero rail del cavo alimentato,se per esempio si riduce tramite molex una ventola a 7v e sul molex maschio libero si inserisce un hard disk ,tale hdd riceverà in entrata 7v e non i canonici 12v restituendo possibili o meglio, sicuri malfunzionamenti.

Veniamo comunque a noi;
i molex utilizzati dalle ventole si distinguono in 4 tipi differenti:

*4 pin

ventola_4pin

 

*2 pin
*3 pin con controllo tachimetrico(cavo giallo)
*4 pin con controllo tachimetrico e PWM (cavo blu)

3pin

Gli adattatori che andremo ad utilizzare saranno della tipologia 4pin===>3 pin prendendo di conseguenza l'alimentazione direttamente dall'alimentatore tramite molex a 4 pin.
Anche questi adattatori si dividono in due categorie:
*4===> 3 pin standard

adattatore_4_3pin

4_3pin

*4===> 3 pin con controllo tachimetrico su unità esterna

adattatore_4_3pintachimetrico

adattatore_4_3pintachimetrico

Questi sono gli schemi da seguire a seconda si voglia downvoltare la propria ventola a 5v o 7v;il tutto si gioca con le tensioni che abbiamo a disposizione ovvero: 12v - 5v - 0v.

Tensione a 7v

_4pin_3pin_7v

Tensione a 5v

_4pin_3pin_5v

Nota: il downvolt nei seguenti grafici viene effettuato solo sul molex 3 pin che andrà collegato alla ventola lasciando l'intero ramo su molex a 4 pin con la corretta alimentazione a +12v.
Qualora vogliata downvoltare l'intero cavo basterà traslare lo schema applicato al molex 3 pin sul molex 4 pin:

fan5v

fan7v

Considerazioni e conclusioni:
Esistono anche degli switch a due o 3 posizioni di cui la antec ne fa largo uso sulle sue ventole tricool:

tricool

tali switch permettono il cambiamento di tensione in un range di 5 - 7 -12v garantendo un lavoro pulito e di ottima manegevolezza.
Tuttavia alcune ventole a bassi rpm,800≈1200rpm, possono non partire a 5v avendo uno "start up" del motore situato a voltaggi maggiori,ciò comporterebbe se alimentato a 5v ad un logoramento del motore stesso e quindi ad una sua possibile rottura.
Personalmente consiglio di gran lunga l'uso dei rheobus,con ormai 20/30€, si comprano dei veri e propri strumenti multimediali e si è certi di lavorare in tutta sicurezza,il downvolt con altri mezzi rimane comunque una pratica sicura e solida avendo dalla sua il basso costo di elaborazione.
Le resistenze costano mediamente 5/10 centesimi l'una e un potenziometro difficilmente oltrepassa i 3€ affermandosi di conseguenza come,se pur con un rischio di errore maggiore, la tecnica dal miglio rapporto prezzo prestazioni.

Commenti sul forum.


« Indietro 3/3 Avanti

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM

COMUNICATI STAMPA DAI PARTNER

COLLABORIAMO CON