Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37
  1. #1
    CTzen Officer L'avatar di fraggerman
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Burago Di Molgora
    Messaggi
    5,006
    Thanked: 47

    [User Review]Toshiba Z930-11M



    Toshiba Z930-11M
    _____________________________________________
    BRIEF USER REVIEW


    Introduzione.

    Ultrabook. Una parola molto in voga in questo ultimo periodo nel mondo mobile e dei portatili in generale. Introdotta da Intel stessa nel 2011 (e registrata come proprio marchio) per definire un nuovo sotto segmento di questo mercato, viene impiegata per classificare quei portatili che rispettano rigorose specifiche tecniche dettate esclusivamente da Intel stessa, che vanno a toccare in particolar modo dimensioni, peso, performance e durata della batteria.

    Gli ultrabook devono essere leggeri e dalle dimensioni molto contenute, per favorirne la portabilità; devono avere una durata della batteria sopra la media, dalle 5 ore in su; e devono essere pronti all'uso in pochi secondi, grazie all'impiego di dischi a stato solido. Da non dimenticare l'immancabile presenza di un processore Intel a basso consumo, con TDP massimo (attualmente) di 17W. (Da notare che AMD, per rimanere "al passo" ha dalla sua parte definito il concetto di UltraThin, praticamente la medesima storia ma con processori AMD).
    Intel ha dettato anche alcune norme per il costo all'utente finale di un ultrabook, seppur meno stringenti e probabilmente poco rispettate; un ultrabook non deve essere eccessivamente costoso, a tal punto che inizialmente si parlava di costi inferiori alla media del mercato dei portatili, pur vantando una qualità costruttiva pari, se non superiore.

    Sin da subito, quasi tutti gli attori principali del mercato dei notebook si sono gettati in questa nuova sfida. Da Acer ad Asus, assieme ad Hp, Dell, Samsung (Fujutsu, Gigabyte etc.) e Toshiba. Non stiamo qui a discutere di come il mercato abbia risposto; forse la crisi, forse un pò di scetticismo, ma questo segmento fa fatica a decollare.

    Siamo arrivati ugualmente alla seconda generazione di Ultrabook (che secondo la tabella Intel deve implementare "Chief River", l'ottava revisione della piattaforma Intel Centrino); il numero di modelli è decisamente cresciuto e le possibilità di scelta per l'utente finale sono maggiori. Tra tutti (tra tutti quelli che interessavano maggiormente a me ) spiccano per qualità e design l'Asus Zenbook Prime UX32VD/UX31A, il Dell XPS 14, il Samsung Series 9 13" e il Toshiba Z930-11M. Questa mini-review è incentrata proprio su quest'ultimo, scelto tra le varie opzioni soprattutto per qualità dei materiali, durata della batteria e alcuni particolari tecnici.


    13", misure davvero contentue, un peso da primato (poco più di 1Kg), Intel Core i5 Ivy Bridge, 6GB di ram (4GB su slot e 2GB saldati), 8 ore di autonomia e tutte le porte di I/O full-size; un portatile magari non così esteticamente accattivamente come lo Zenbook o il Samsung, ma decisamente meno sacrificato e più professionale.


    Specifiche tecniche

    Riportiamo la tabella delle specifiche tecniche, come compilato dal sito ufficiale (http://it.computers.toshiba-europe.c...ibaShop/false/)


    Processore Intel Core i5-3427U vPro Ivy Bridge per Ultrabook con tecnologia Intel Turbo Boost 2.0
    Frequenza 1.80 / 2.80 Turbo GHz
    Cache 3° livello 3MB
    Sistema operativo Windows 7 Home Premium 64 bit
    Colore e materiale Grigio acciaio spazzolato, chassis in magnesio, tastiera nero opaco
    SSD 128GB
    Memoria di sistema 6144 (2048 onboard + 4096) MB tipo DDR3 1600MHz, espandibile fino a: 6,144 MB(?)
    Display Dimensioni 33.8cm (13.3") di tipo Toshiba HD non-reflective High Brightness, 16:9, LED
    Risoluzione 1,366 x 768
    Adattatore grafico Intel HD Graphics 4000, memoria totale fino a 1696 MB condivisa, risoluzione video esterna 2048x1536, 100Hz
    Interfacce
    • 1 × DC-in
    • 1 × Porta VGA
    • 1 × RJ-45
    • 1 × Microfono esterno
    • 1 × Microfono integrato
    • 1 × Cuffie (stereo)
    • 1 × Webcam 1.3 Megapixels con tecnologia AutoMacro
    • 1 × SD Card Reader (supporta schede SD fino a 2 GB, miniSD/microSD Card con adattatore fino a 2 GB, SDHC fino a 32 GB, SDXC fino a 64 GB e schede MultiMedia Card fino a 2 GB)
    • 1 × USB 3.0
    • 2 × USB 2.0 (con Sleep-and-Charge)
    • 1 × HDMI-out 1080p
    Espansioni 1 × slot di memoria
    Comunicazione Wireless Scheda Wi-Fi Intel 802.11a/b/g/n, Wireless LAN + Bluetooth 4.0
    Connessione LAN Gigabit Ethernet LAN, 10BASE-T/100BASE-TX/1000BASE-T
    Sistema audio 24-bit stereo, altoparlanti integrati, tecnologia SRS Premium Sound HD
    Tastiera 87 tasti, con tasti di Windows, retroilluminata
    Sistema di puntamento Touch Pad con Multi-Touch Control: sroll a due dita, pinch, rotate e flip; pulsante di on/off separato
    Batteria Ioni di litio, 8 celle, fino ad 8h00min di autonomia (Mobile Mark 2007)
    Alimentatore adattatore AC (100/240 V) per l'utilizzo in tutto il mondo, uscita 19V, 2.37A
    Dimensioni 316.0 x 227.0 x 8.3 (fronte) / 15.9 (retro) mm
    Peso A partire da 1.12 kg
    Garanzia 1 anno European Carry-in. Toshiba offre anche altri servizi; per informazioni visitate il sito www.toshiba-europe.com/services
    Software incorporati
    • Skype
    • Versioni di prova di Microsoft Word ed Excel, con pubblicità
    • McAfee Internet Security
    • Toshiba Eco Utility
    • Toshiba PC Health Monitor
    • Toshiba Tempro per gli aggiornamenti Toshiba
    • Toshiba Web Camera Application
    • Infineon TPM Software Professional Package
    • Toshiba Intelligent Display Management
    • Toshiba Recovery Media Creator
    • WildTangent Games Console
    • Nero KwikMedia, Nero BackItUp & Burn Autobackup
    Toshiba EasyGuard
    • Fingerprint Reader-Single Sign On
    • Intel Anti-Theft
    • Toshiba Security Assist
    • Antivirus Software
    • Password Utilities
    • Computrace enabled BIOS
    • Advanced Encryption (TPM)
    • Execute Disable Bit (XD-Bit)
    • Toshiba Device Access Control (su richiesta)
    Protezione
    • Kensington Lock
    • Shock Protection Design
    • Tastiera resistente ai liquidi
    • Solid State Drive (SSD)
    • PC Diagnostics
    • Durable Design
    • Data Backup


    Dall'esterno

    Essendo il gusto estetico molto personale, son stiamo qui a soffermarci troppo su questa parte. Giusto qualche foto dell'ultrabook nel suo complesso.
    Pur non essendo così accattivante come certi competitor, il suo fascino lo esercita comunque; complici certamente lo spessore davvero ridotto, il colore e il trattamento della superficie, il portatile risulta molto elegante, un pò sobrio ma al contempo quasi futuristico. Linee molto pulite e squadrate, senza alcun elemento di disturbo. La sola scritta centrale, sul retro del monitor, spezza questa armonia.


    Notiamo che il profilo non è perfettamente omogeneo; lo spessore del computer varia tra la parte frontale e quella posteriore. Questo fatto deriva da due scelte tecniche:
    • da un lato sul retro troviamo diverse connessioni, tra cui una porta di rete RJ45 full-size, che obbliga a mantenere un certo spessore minimo, mentre sul davanti invece questa limitazione non esiste;
    • dall'altro c'è da notare come sia disposto l'hardware all'interno: la scheda madre è posta sul retro, praticamente sotto metà tastiera e sotto al monitor; sul frontale invece è stata posizionata la batteria, più sottile del resto dell'hardware.

    La differenza è comunque irrisoria e non si avverte minimamente durante l'uso.




    Che dire altro? Al tatto e sollevandolo, a parte le prime volte che lasciano spiazzate per il peso (che sembra addirittura inferiore a quanto dichiara la bilancia), l'ultrabook da una buona sensazione generale di robustezza. Non si avvertono strani piegamenti ne rumorini vari. Questo nonostante l'impiego di una cover (non unibody) formata da lastre di magnesio dallo spessore davvero minimo (se cercate su youtube si trovano dei video in merito. Il semiguscio inferiore è davvero davvero troppo sottile!). Anche l'afferrarlo con una sola mano non pare (per il momento e spero anche alla lunga) creargli alcun problema.
    Se vogliamo trovarlo, il difetto è nel monitor, difetto riscontrato da tutti i possessori di questa serie di ultrabook: il monitor è, come dire..., flessibile! Ebbene si, basta una minima forza per piegare il monitor; prendendolo con le due mani per i due angoli superiori è possibile curvare leggermente il monitor, proprio come fareste con un foglio di cartoncino. Toshiba stessa si è però pronunciata in merito, girando, per così dire, la frittata: pare infatti che questo effetto sia voluto, per evitare danni al monitor stesso durante l'apertura o durante il trasporto. Ed infatti pare che questa flessibilità sia stata aumentata rispetto alla serie di ultrabook precedente.
    Il mio parere personale? E' un bene che si fletta un pò, ma forse così è eccessivo; tanto è che il mio monitor oramai è leggermente curvo (lo si nota solo facendoci caso, sia chiaro; in uso è ancora tutto in ordine). Spero solo che non si rompa!


    Nel dettaglio

    Passiamo quindi a vedere qualche dettaglio, ancora dall'esterno.
    Per primo lo spessore, un pò uno dei punti più interessanti di questo genere di prodotti. Il confronto con la monetina (da 2cents) parla chiaro.


    Passando al fondo, troviamo l'adesivo con tutti i codici prodotto, sempre molto importanti per garanzie e identificazione, vediamo quindi il dettaglio del piedino in gomma, che fa si presa ma non eccessivamente (e non ho ancora capito se sia un pro o un contro, dipende molto dalla situazione) e infine la feritoria per l'ingresso dell'aria, proprio in corrispondenza della ventolina; come vedete i tecnici di Toshiba hanno dovuto bombare leggermente la zona per fare spazio alla ventola! Tutto qui è studiato per ridurre al minino gli ingombri e facilitarne l'uso in mobilità.


    Per finire, ecco, secondo i miei gusti e per le mie esigenze, un punto di forza di questo prodotto rispetto alla concorrenza: le connessioni.
    Credo che sia l'unico che, pur mantenendo questi spessori, implementi porta VGA, HDMI ed Ethernet full size, senza dover quindi ricorrere a fastidiosi (e costosi) adattatori! Oltre a queste non mancano ovviamente due porte USB 2.0, una USB 3.0, lettore di schede SD e jack per cuffie e microfono.
    Quale altro ultrabook offre tutto ciò? Se andate a vedere Samsung o Sony (per non parlare di Acer con l'Aspire S5, il più sottile di tutti) vedrete che sono dovuti tutti ricorrere a soluzioni abbastanza limitanti: chi ha proprio ridotto all'osso il numero di porte a disposizione, chi adotta standard interni con relativo adattatore... insomma, forse un pò troppo ristrettivi come approcci!


    Ah, dimenticavo. Prova bilancia (si end, avevi indovinato ). 1075gr.


    Apriamo il portatile

    Andiamo finalmente a vedere qualcosa di interessante; apriamo il portatile.
    Ed ecco un secondo motivo che mi ha fatto propendere per questo Toshiba: finalmente uno schermo con un bel trattamento anti-riflesso! E, per chi come me (e come molti voi) passa davvero molto tempo al pc (senza esagerare, io tra studio, lavoro e svago sono sempre davanti ad un monitor), sa cosa voglio dire. Può davvero fare la differenza.
    Il trattamento mi è parso di buona fattura e i riflessi sono davvero minimi, anche se, forse causa della non altissima luminosità massima del monitor, può capitare di far comunque fatica a vedere bene tutto.


    Ed ecco qui il monitor di profilo. Sono davvero quasi senza parole, mi piacerebbe davvero vedere come sia stato possibile inserire un display in così poco spazio... mi piacerebbe, sottolineo!
    In ogni caso, è soprattutto grazie a questa accortezza che l'ultrabook quando chiuso risulta davvero sottile; ed è un pò un approccio differente rispetto alla concorrenza, che ha invece optato per dei corpi macchina più sottili, con monitor però più robusti.


    Arriviamo quindi ad una parte fondamentale, la tastiera, che per un "programmatore" (vabbè, ci si prova a programmare) deve davvero calzare a pennello. Non posso di certo mettermi a scrivere 10000 righe di codice continuando ad insultare i tasti!
    Tastiera con 87 tasti, comprensiva di tasti di windows e tasti Funzione, che permettono di gestire comodamente vari paramentri del portatile (previa necessaria installazione del software proprietario Toshiba di gestione).
    I pro: tasti ad isola, la retroilluminazione, le dimensioni dei tasti, non troppo piccoli o troppo vicini, l'invio e gli shift di dimensioni normali e in una posizione, diciamo, standard.
    I contro: la corsa dei tasti, davvero corta e la barra spaziatrice, che ogni tanto fa cilecca.
    Ok, chiariamo questo ultimo punto. Leggendo per il web non sono in pochi ad avere questo problema; in pratica premendo la barra lateralmente capita che non colga la pressione esercitata. Utilizzandola invece con accortezza un pò più al centro il problema sparisce. Problema noto, che però non capita a tutti. Purtroppo va un pò a fortuna, ma richiedendolo Toshiba offre un cambio gratuito con un portatile nuovo di zecca. Io per il momento sinceramente non ne sento l'esigenza, mi sono abituato in fretta a premere la barra spaziatrice bene al centro.

    Ah giusto, se mancano degli spazi, ora sapete il perchè!


    A parte, in alto a sinistra, troviamo quindi il tasto di accensione, affiancato dal tasto "risparmio energetico", utile solo con apposita utility installata, e tasto "Monitor esterno", che sino ad ora non ho mai usato.


    Passando al mouse, non ho nulla da ridire a riguardo; anzi, personalmente mi sto trovando bene. Supporta diverse gesture fino a quattro dita, la sensibilità ha un range più che ampio e la superficie leggermente ruvida (ma proprio leggermente) restituisce un buon feedback.
    Comodi anche i due tasti separati (che mancano in quasi tutti la concorrenza), risultati precisi e davvero molto silenziosi, e il tastino (fisico!) per disabilitare il pad poco sopra.
    Il lettore di impronte è posto li al centro; sinceramente ero un pò scettico inizialmente, ma in realtà è una tecnologia molto comoda, veloce (e sicura). Oramai lo uso come credenziale di accesso per molti account!


    Per finire la webcam; ancora non utilizzata, se non per provarne il funzionamento. So solo che è da 1.3Mpixel.



    Sul campo

    Veniamo quindi finalmente al sodo della questione, le prestazioni di questo ultrabook.
    Credo che tutti quelli interessati a questo genere di prodotti, me compreso, si siano prima o poi domandati se e come si comportasse durante l'utilizzo, se le prestazioni fossero magari un pò troppo sacrificate per un design più aggressivo e una più lunga durata della batteria.
    A parte le impressioni personali, niente di meglio di qualche benchmark.
    Prima di tutto un paio di screenshot di CPUZ e di GPUZ, giusto per capire nel dettaglio cosa spinge questo portatile.

    A seguire, in ordine da sinistra verso destra vediamo CPUZ in idle, in full load e la pagine delle memorie, sempre in full load.


    I seguenti tre screen invece riguardano il comparto grafico, che nelle CPU con architettura Ivy Bridge è integrato nel processore stesso. In ordine da sinistra a destra troviamo la schermata principale, i sensori in idle e per ultimo i sensori in full load.


    Dunque, il processore impiegato è un Intel Core i5 3427U, del tipo ULW (Ultra Low Voltage), Intel Core di terza generazione con architettura Ivy Bridge; dual core (quattro thread), frequenza di 1.8GHz, che si spinge sino a 2.8GHz grazie alla tecnologia Turbo e 3MB di LLC (Last Level Cache). Il processo produttivo è a 22nn e il TDP massimo è pari a 17W.
    Questa CPU integra un processore grafico Intel HD 4000, con frequenza di base di 350MHz e frequenza massima dinamica di 1.15GHz. La memoria è condivisa dinamicamente con quella di sistema.
    Come si vede dagli screenshot di CPUZ, la frequenza della CPU è molto variabile, con lo scopo di ottenere il massimo risparmio energetico possibile: in idle si assesta sugli 800MHz (100MHz x 8), passando a circa 2.6GHz in full load (100MHz x 26); stesso discorso per la GPU, con la GPU che passa da 350MHz a circa 1050MHz.
    Il sistema è equipaggiato con 6GB di ram di tipo DDR3, in dual channel; 2GB sono saldati sulla scheda madre, 4GB sono su singolo slot. Teoricamente la CPU supporta fino a 32GB di ram, anche se non ho avuto la prova sul campo (sono sicuro che si possa espandere fino a 10GB, oltre non posso garantirlo). La frequenza delle ram è pari a 1600MHz, con timings di 11-11-11-28, command rate 1T.
    Segue la prima carrellata di benchmark, tutti relativi alle performance della CPU.



    Il WPI, benchmark integrato in Windows 7, valuta il sistema con 6.4; un risultato discreto, condizionato in negativo dal sottosistema grafico; se notate infatti, tutte le altre valutazioni sono nettamente superiori, ed arrivano fino a 7.9 dell'hard disk. Non c'è però da stupirsi, questo ultrabook non è fatto per la grafica!
    Il SPI da 1MB viene chiuso in 14.071s, non male per una CPU ULW, senza nessuna ottimizzazione software. Certo, la differenza con una CPU "normale" è evidente (un Core i7 3770K fa poco più di 9 secondi), però ricordiamo sempre che non stiamo parlando di un processore per alte prestazioni!
    Infine, il benchmark integrato in Winrar (versione 4.20 64bit) ci restituisce un valore di 3420KB/s e 1052KB/s rispettivamente con e senza multi-processore. Per confronto, anche se forse ricordo male, un Core i7 3770K arriva poco sotto i 5000KB/s in multi-processore.
    Per avere quindi un quadro generale delle prestazioni di questo Toshiba ci siamo affidati al noto benchmark PCMark Vantage, che valuta la configurazione sotto test in diversi ambiti.


    Con le impostazioni di default il risultato ottenuto è pari a 12805 punti. I confronti con altri processori in questo caso non sono validi, dato che il risultato è influenzato da tutto il sistema.
    Per quanto riguarda la GPU sono stati impiegati due benchmark, il 3DMark06 e l'Unigine Heaven, benchmark un pò più "reale" del precedente. I risultati sono i seguenti:


    5779 punti per il 3DMark06 e 267 punti nell'Unigine, con un frame rate medio pari a 10.6. I risultati non sono propriamente il massimo e di certo non è possibile giocare decentemente con questo ultrabook, ma, se devo dirla tutta, mi sarei aspettato performance decisamente inferiori, soprattutto ricordando i test che avevo condotto su una HD 3000 di un Core i7 2600K. Il limite di questa GPU non è dato da una castrazione hardware (vengono impiegate infatti tutte e 16 le unità di esecuzione), ma piuttosto dalla frequenza della scheda stessa, ridotta dai 650MHz ai 350MHz. Da buon "smanettone" sarebbe molto interessante fare un pò di overclock per vedere se effettivamente il limite è solo quello...
    Se posso dare qualche impressione d'uso personale, prima di passare all'analisi dell'SSD, devo dire che per come lo utilizzo io (diciamo 80% studio, tra cui programmazione, lettura slide/pdf e calcolo scientifico, 20% multimedia&browsing), il portatile per ora mi è parso decisamente all'altezza. Davvero molto rapido all'avvio, per non parlare di quando riprende dalla sospensione; avvio dei programmi praticamente istantaneo, tutto sommato scattante e reattivo nell'uso quotidiano.
    In ambito multimediale fa il suo, senza infamia e senza lode: la riproduzione di contenuti multimediali è fluida, anche in 1080p, l'audio invece risulta discreto, volume sufficientemente alto ma di dubbia qualità (è presente una coppia di altoparlanti stereo sul frontale, ovviamente un pò sacrificati in favore dello spessore finale del notebook).
    In ambito gaming non l'ho provato e non credo che lo farò; come già detto non è fatto per quello e non è il vostro acquisto se avete in mente di sfruttarlo come piattaforma di gaming.
    Detto questo, a conclusione della fase di test sul campo, abbiamo valutato le performance della sezione di storage. Il portatile è equipaggiato con una SSD interamente di casa Toshiba; il drive è siglato thnsns128gmcp, con fattore di forma mSATA, interfaccia SATA 3.0 e capienza di 128GB. Purtroppo al momento in rete non ho trovato dettagli tecnici a riguardo, se ne avete sono ben accetti!
    Piccola premessa: il drive è stato testato nelle condizioni in cui esce dalla scatola; non ho effettuato alcuna ottimizzazione e nessun Secure Erase ma ho solamente avuto l'accortezza di aggiornare i driver Intel RST.
    Il primo benchmark impiegato è stato HDTune, utilizzato in sola lettura sequenziale e casuale.


    Il lettura sequenziale abbiamo un picco di circa 410MB/s, con una media di quasi 280MB/s e un tempo di accesso di 0.191ms. Il grafico mostra però un andamento un pò frastagliato e, così ad occhio, una alta varianza sui tempi d'accesso.
    A seguire infine il benchmark CrystalDiskMark, in versione 3.0.2 x64; a sinistra il risultato ottenuto con "disco nuovo", effettuato subito dopo la prima accensione del sistema, a destra invece con "disco usato", ottenuto dopo qualche mese di normale utilizzo del sistema.


    Dividiamo i risultati in "disco nuovo" e "disco usato", per via delle evidenti differenze.
    Con disco nuovo, in lettura sequenziale il drive arriva fino a poco oltre i 480MB/s, un valore decisamente buono, di pari livello con gli SSD SATA 3.0 di ultima generazione. Anche nel 4K e nel 4K QD32 sempre in lettura si comporta bene, facendo segnare 30MB/s e circa 240MB/s rispettivamente.
    In scrittura le prestazioni sono di discreto livello, anche se magari peccano un pò particolarmente nel sequenziale puro.
    Discorso simile con disco usato, tranne per un paio di punti, nei quali le performance sono calate vistosamente; mi riferisco alla lettura 4K QD32 (circa 60MB/s in meno), alla scrittura sequenziale (con un meno 150MB/s) e alla scrittura 4K QD32, dove perde circa 100MB/s.
    La domanda sorge spontanea: perchè questa differenza tra i due stati? E' un problema a livello software (considerando che di mezzo ho formattato e reinstallato il SO) oppure è una caratteristica hardware di questo SSD (ricorda un pò il comportamento dei Sandforce in fin dei conti...)? Per il momento non ho una risposta certa, andrebbero fatti altri test, che purtroppo al momento non posso effettuare!


    Rumorosità

    Il portatile se sfruttato poco intensamento lavora praticamente sempre fanless, e quindi non produce alcun rumore; la ventola interviene di rado anche sotto stress, mantenendo sempre un regime di rotazione costante. Il rumore emesso dalla piccola ventolina (scusatemi, mi manca ancora un bel fonometro ) è discreto. Cosa intendo con discreto? Se il rumore ambientale è molto basso (ad esempio in camera mia, di sera mentre studio) la ventola si fa sentire, ma, forse per la frequenza del suono poco acuta, non da per nulla fastidio. In ambienti poco più rumorosi (ad esempio in aula studio in università), il rumore viene completamente coperto.
    Da BIOS purtroppo (e la ritengo una piccola pecca) non ho trovato nessuna impostazione a riguardo.
    Personalmente lo ritengo quindi un portatile silenzioso e "discreto", ma questa, si sa, è una questione soggettiva.


    Consumi e temperature

    Stato Consumo Temperatura
    Idle 14W (luminosità 40%)/18W (luminosità 100%) 40°C
    Full Load (IBT) 34.5W 75°C / 89°C di punta
    Full Load (FurMark) 45.5W 76°C


    Batteria

    Utilizzo Durata
    Massimo Risparmio Energetico 6 ore 34 minuti
    Risparmio Energetico Medio 4 ore e 25 minuti
    Tempo di ricarica medio 2 ore e 35 minuti


    Massimo Risparmio Energetico: Wifi OFF, Bluetooth OFF, luminosità monitor 0%, sospensione OFF, spegnimento monitor dopo 5 minuti; utilizzo 60% studio (lettura PDF, compilazione documenti Latex e Gimp), 35% browsing, 5% riproduzione video YouTube.
    Risparmio Energetico Medio: Wifi ON, Bluetooth OFF, luminosità monitor 20% (più che sufficiente per l'utilizzo in ambiente mediamente luminoso), sospensione OFF, spegnimento monitor dopo 5 minuti; utilizzo più intensivo, 50% studio (lettura PDF, Matlab, Gimp, programmazione in Visual Studio), 30% browsing, 20% riproduzione video YouTube.



    Bene, concludo qui questa breve recensione. Vorrei evitare di tirare le conclusioni, sia oggettive che soggettivo. Le lascio a ciascuno di voi

    Grazie a tutti per la lettura, spero sia stata di vostro gradimento
    Se avete altre domande o richieste non esitate a chiedere, farò il possibili per esaudirle (so che lo state pensando, non chiedetemi di regalarvelo ).

    Alla prossima!
    Ultima modifica di fraggerman; 25-01-2013 alle 12:22 PM


  2.   Sponsored Advertisements
      Guest
    To Remove Ads... Please   Login or Register  
  3. #2
    Very important CTzen L'avatar di M346
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,568
    Thanked: 36
    Si vede pure in trasparenza?
    La prima goto non so che sia, ha un orologio esterno?


  4. #3
    CTzen Officer L'avatar di fraggerman
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Burago Di Molgora
    Messaggi
    5,006
    Thanked: 47

    no no, sei fuori strada tra l'altro, se fosse un orologio, segnerebbe le 10:75!


  5. #4
    Very important CTzen L'avatar di M346
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,568
    Thanked: 36
    Ah caxx vero non ci avevo fatto caso ai numeri
    Uhm boh, uno "spam o meter"?


  6. #5
    Administrator L'avatar di Damiano
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Uboldo (VA)
    Messaggi
    19,862
    Thanked: 611
    Bel portatile fragg, molto curioso sull'autonomia e qualità generale!
    again........bu?u?b?q s? uo??n?o??? ???........niaga


  7. #6
    CTzen Officer L'avatar di fraggerman
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Burago Di Molgora
    Messaggi
    5,006
    Thanked: 47
    Citazione Originariamente Scritto da M346 Visualizza Messaggio
    Ah caxx vero non ci avevo fatto caso ai numeri
    Uhm boh, uno "spam o meter"?
    questo ci stava, ma non ci siamo proprio!


  8. #7
    Senior CTzen L'avatar di end76
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    Guanzate (CO)
    Messaggi
    792
    Thanked: 0
    Io mi gioco 2 cent che è il display di una bilancia :-D


  9. #8
    Administrator L'avatar di Damiano
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Uboldo (VA)
    Messaggi
    19,862
    Thanked: 611
    saranno i 10kg di lenticchie con tanto di cotechino che si è mangiato a capodanno
    Finalmente Andre
    again........bu?u?b?q s? uo??n?o??? ???........niaga


  10. #9
    CTzen Officer L'avatar di fraggerman
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Burago Di Molgora
    Messaggi
    5,006
    Thanked: 47


    a capodanno altro che mangiare


  11. #10
    Very important CTzen L'avatar di traskot
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Foligno
    Messaggi
    6,166
    Thanked: 57
    Citazione Originariamente Scritto da fraggerman Visualizza Messaggio


    a capodanno altro che mangiare
    Perché, che cos' hai combinato è....!?
    Corsair HX520W / Intel G2020 + Prolimatech Lynx / MSI Z68MA-ED55 (B3) / Kingstone value 2x4Gb / Asus GTX950-OC-2GD5 / SSD Intel X25-M G2 80Gb + HD Samsung EG 2Tb / Eizo FlexScan S2431W



Discussioni Simili

  1. [User home made review] Aquacomputer Aqualis.
    Di 917K nel forum Configurazioni e worklog
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 14-10-2014, 06:52 PM
  2. [User review] Filtri per ventolte DEMCiflex
    Di Pissa nel forum Chassis e alimentatori
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 30-08-2013, 02:56 PM
  3. [ User Review ] Swiftech MCP35X + D5 PWM Pumps
    Di bundymania nel forum Liquid cooling generale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-12-2012, 03:29 PM
  4. [Bundymania User Review] 6 Waterblocks for HD7970 - Roundup
    Di bundymania nel forum Liquid cooling generale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-07-2012, 02:59 PM
  5. [Bundymania User Review] Alphacool Laing DDC-SilentBox
    Di bundymania nel forum Liquid cooling generale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-01-2012, 01:49 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •