Zalman, facciamo il punto

Nelle scorse settimane si sono susseguiti molteplici articoli inerenti la frode finanziaria messa in atto da parte di Moneual nei confronti dei propri creditori che ha difatto posto innumerevoli ombre sull'intero indotto da essi controllato all'interno del quale troviamo anche Zalman Tech Co; azienda a noi ampiamente nota e più volte trattata anche all'interno degli articoli di CT.

Nella giornata di ieri il fornitore ufficiale italiano (ndr. IDP srl ) ci ha fornito ulteriori delucidazioni in merito all'attuale situazione tramite una lettera inviata dall'azienda a tutti i suoi principali collaboratori; all'interno della stessa si evince che le informazioni date sulla presunta bancarotta siano del tutto infondate, Zalman ha attualmente in atto una profonda ristrutturazione aziendale sotto il controllo e la giurisdizione Sud Koreana ma attualmente non ha avviato nessuna procedura ne di liquidazione degli asset ne tantomeno di bancarotta.

Nella lettera si precisa inoltre che, allo stato attuale delle cose, per l'utente finale rimangono attivi e funzionanti tutti i precedenti contratti di garanzia sui prodotti già venduti ed attualmente in vendita, applicando dove possibile la normale procedura di RMA a supporto della consueta certificazione di conformità del prodotto.
Riguardo alla frode in se, Zalman si dice estranea a tutte le attività illegali portate avanti da parte della azienda parente dichiarandosi fortemente dispiaciuta per gli avvenimenti che l'hanno vista protagonista in questi giorni, rendendola di fatto una delle vittime maggiormente colpite da parte del crack finanziario lasciato da Moneual.

Si delinea quindi uno scenario sicuramente complesso per l'azienda che vede importanti ristrutturazioni direttamente nei quartieri generali i quali devono far fronte anche ad un capitale azionario ridotto in polvere tra il 17 e il 24 ottobre a causa di vendite serrate di ingenti quantità che hanno inevitabilmente portato ad un crollo del valore azionario. Si tratta tuttavia, in questo caso, di mere problematiche finanziare che non intaccano ovviamente l'utente finale il quale viene nuovamente posto come priorità da parte dell'azienda Sud Koreana.

Commenti sul forum.