Dominator GT sotto liquido

corsair
Da anni produttrice di memorie,Corsair si trova ora costretta a integrare soluzioni di raffreddamento più o meno complesse all'interno dei suoi stessi prodotti, al fine di frontaggiare le sempre più crescenti richieste di smaltimento termico.

Dopo l'introduzione del primo airflow(essenzialmente una staffa con due ventole a controllo termico) per le dominator,ora tocca alle dominator gt con l'introduzione di un impianto di raffreddamento a liquido.

Il waterblock utilizzato,molto probabilmente con struttura a semplici canaline, poggia su una superficie di alluminio a diretto contatto con i tre moduli ddr3 che vanno a formare il triple channel, i quali grazie alla tecnologia proprietaria DHX cedono il loro calore ad una struttura di raffreddamento termoelettrico(utilizzante celle di peltier)e successivamente al waterblock.
Una soluzione piuttosto articolata e con diverse sfaccettature tecniche.

2

Oltre al raffreddamento a liquido sarà comunque disponibile il classico dissipatore ad aria con superficie dissipante monoblocco a pinne in alluminio rimuovibili.
Come optional è disponibile una versione rivista dell'airflow con due ventole da 60mm a controllo termico.

The optional Airflow fan unit contains two 60mm tachometer-controlled fans to provide impinging airflow to the memory subsystem. With the moderate RPMs required to provide adequate forced air, the Airflow fan is nearly silent. The fan easily clamps onto most motherboards.

gtcutout 3

Prezzo variabile a seconda del kit ed optional acquistati.
Commenti sul forum.