Recensione Cooler Master HAF XM

Le due foto seguenti mostrano nel dettaglio la scheda del sistema X-Docking; il PCB è molto semplice ma comunque di ottima fattura, con saldature lucide e tonde, come da manuale.

Sulla scheda sono montati, sul lato rivolto verso i drive, due classici connettori SATA + alimentazione, mentre dall'altro lato troviamo invece due connettori SATA, affiancati da un molex a 4 pin, che fornirà tutta la corrente necessaria.

pcb front pcb rearssd bay

Un ultimo dettaglio particolare, inquadrato nella foto sovrastante, riguarda un ulteriore spazio, il nono considerando gli X-Docking, dedicato all'installazione di una unità da 2.5", studiato in particolare per i dischi a stato solido; sarà molto apprezzato da chi volesse nascondere quanti più cavi e periferiche possibili, per ottenere una integrazione del proprio sistema estremamente pulita ed elegante.

A proposito di integrazione del sistema, il case è provvisto di numerosi fori passa-cavi sul piatto scheda madre, tutti ricoperti da relativa guaina in gomma nera, per evitare di danneggiare i cavi.

Questi, rimossa la guaina, si sono rivelati di ottima fattura, rifiniti e colorati alla perfezione, rendendo quasi superflua la protezione in gomma.

I fori non sono però limitati al supporto della scheda madre, ma se ne trovano svariati anche sul top del case, per permettere il passaggio di tutti i cavi diretti verso il pannello anteriore e verso le eventuali ventole installate.

Infine, un dettaglio molto interessante: per occultare al meglio i cavi in uscita dall'alimentatore è stato studiato uno speciale profilo in plastica rigida nera, che può scorrere lungo due guide, fissato al piatto scheda madre con due viti. Se non fosse di vostro gradimento è possibile rimuoverlo interamente in pochi secondi.

Le scelte effettuate in questo senso da Cooler Master per questo case, riprese dal fratellone, vi faciliteranno non di poco il duro lavoro di integrazione dei vostri componenti, permettendovi un cable management veloce ed efficace, potendo far scorrere agilmente tutti i cavi extra sul retro del case.

psu cover cable holerubber

Alcuni ultimi dettagli, riguardanti la parte elettronica del case, nascosta dietro i pulsanti e il pannello di I/O frontale.
Vediamo nel particolare, in ordine da sinistra a destra, il pulsante di reset, quello di accensione e quello per il controllo del led della ventola frontale. L'assemblaggio è di ottima fattura, tutto molto stabile e ben fisso al proprio posto. Anche le saldature, che spesso su questi piccoli cavetti può essere un punto critico, sono risultate ben realizzare e tutte protette da adeguato termorestringente.

fahn switch power switchreset switch

Passando infine all'I/O Panel, quello che si cela dietro ad esso è un semplice ma ben realizzato PCB; le due porte USB 2.0 e i connettori audio sono saldati direttamente sulla scheda, mentre le porte USB 3.0 si rivelano in realtà un vero e proprio connettore maschio, fissato ad essa tramite due bolloni con relativo dado. La nota positiva di questo pannellino è che, forse per la prima volta, anche le porte USB 3.0 vanno collegate direttamente all'header della scheda madre ove presente, tramite connettore a 20 pin.

pcb usb pcb usb rear

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM