Recensione Aerocool Strike-X Air

Il case Strike-X Air è predisposto per ospitare schede madri Micro ATX, ATX, E-ATX e anche XL-ATX, come ad esempio la Gigabyte X58-UD9; lo spazio a disposizione è molto e i fori per il passaggio dei cavi si trovano in corretta posizione; lo scasso nella zona della CPU è grande a sufficienza e ben centrato e vi permetterà di installare o cambiare il dissipatore del processore comodamente senza obbligarvi a smontare tutta la scheda madre.

Il case può ospitare fino a quattro schede video di lunghezza massima pari a circa 330mm; come vedremo durante il test di integrazione c'è però da fare attenzione perchè oltre ad una certa lunghezza possono andare a scontrarsi con il coperchio. Per quanto riguarda il dissipatore, invece, in teoria non ci sono limiti in altezza, ma se volete tenere il top chiuso non potrete andare oltre i 170mm.

case motherboard

L'Aerocool Strike-X Air prevede tre slot per drive da 5.25"; il cestello è fissato al telaio con un meccanismo ad incastro ed è completamente rimovibile, operazione necessaria per l'installazione di questo tipo di drive. Molto carino il logo della linea Strike-X in mesh rossa apposto sulla parte superiore di questo cestello.

bay case bay top bay case without bay case detail

Per lo storage è stato installato un sistema a cassetti con funzione di hot swap; si hanno a disposizione tre slot per hard disk da 3.5" e SSD da 2.5"; i cassetti sono realizzati in plastica e non adottano meccanismi di installazione tool-less, ma si dovranno impiegare viti e cacciavite.

hdd case

L'alimentatore si installa in un piccolo vano sul retro del case; le dimensioni in altezza e larghezza sono precise per l'alloggiamento di un alimentatore, mentre la lunghezza massima a disposizione è di circa 200mm, oltre si andrebbe contro il sistema di hot swap degli hard disk. Il vano è dotato di due griglie di aerazione per lo sfogo dell'aria calda, sulle quali mancano però dei filtri antipolvere.

L'alimentatore è fissato al case per mezzo di un frame plastico, che si avvita all'unità con le classiche quattro viti e si incastra al case tramite due grosse clip. La soluzione adottata da Aerocool è interessante, ma forse messa in pratica con qualità discutibile, a cominciare dal frame stesso che ci sembra un pò troppo fragile, per passare all'assenza di un filtro antipolvere.

bay psu ba psu mask

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM