Recensione Corsair Obsidian 250D

Sul fronte elettronica, il Corsair Obisidian 250D è dotato di un piccolo pannello di I/O sul lato anteriore, comodamente accessibile; questo offre all'utente due porte USB di terza generazione e due jack da 3.5" per cuffie e microfono, compatibili con i due principali standard HD AUDIO e AC'97; si tratta di due semplici prolunghe, montate da un lato in una struttura in plastica a forma di cubo, che terminano dall'altro con un connettore USB3.0 e due di tipo audio da collegare direttamente sulla scheda madre. Simile discorso per il pulsante di accensione e quello di reset, realizzati con due classici switch inseriti in un supporto identico al precedente. Bene la lunghezza di tutti questi cavi, forse al limite dell'eccessivo vista l'esigua distanza dalla scheda madre.

power resetIO panel detailIO panel detail 2

Nonostante si stia qui discutendo di un case mini-ITX, dalle dimensioni compatte, le possibilità sul fronte raffreddamento attivo sono molteplici; la casa californiana si è concentrata molto su questo aspetto, ottenendo ottimi risultati sulla carta; all'interno trovano spazio svariate ventole e persino due radiatori, uno monoventola e uno biventola, per un impianto a liquido.

Di serie l'Obsidian 250D è equipaggiato con una ventola frontale da 140mm in immissione, targata A1425L12S-2 (12v, 0.30A, 1000 RPM+/-20%, 54.0CFM, 20dBA) ed una da 120mm laterale in estrazione, sigliata A1225L12S-2 (12V, 0.30A).

fan 120 detailfan 140 detail

Per chi volesse è possibile optare per configurazioni differenti: il frontale è predisposto per una ventola da 120mm, 140mm o 200mm, sul retro si possono aggiungere fino a due ventole da 80mm, montate con le classiche viti su cuscinetti in gomma che le disaccoppiano dal telaio, mentre sul lato c'è spazio per una o due ventole da 120mm. In totale, quindi, si può arrivare ad avere ben cinque ventole all'interno dell'Obsidian 250D.

front 140 fanback fanback fan mount

case side fansingle side fandual side fan

Ciascuna ventola, posteriori escluse, è protetta dal relativo filtro antipolvere rimovibile; su entrambe le paratie laterali ne sono montati due magnetici, con trama a nido d'ape in nylon; a protezione dell'alimentatore ne è previsto uno estraibile verso il posteriore, con telaio in plastica e trama fitta sempre in nylon. Sul lato anteriore, infine, ne troviamo uno nascosto dietro il pannello frontale, fissato in sede con quattro grossi e solidi incastri meccanici.

 magnetic filterpsu filterpsu filter 2

front filter removingfront filter

Buone notizie anche per gli appassionati del raffreddamento a liquido. Se proprio non volete rinunciarvici l'Obsidian 250D può ospitare una configurazione a due radiatori; è possibile inserirne uno monoventola da 120mm o 140mm sul frontale e due monoventola da 120mm oppure un biventola da 240mm sul lato. Nella prima delle seguenti foto si può notare un primo esempio di configurazione, dotata di due radiatori monoventola, quello anteriore da 30mm, quello laterale più sottile da 22mm.

Ovviamente, viste le dimensioni del case, bisogna fare qualche precisazione; sul lato è possibile installare esclusivamente radiatori slim da 30mm di spessore abbinati a ventole da 25mm, arrivando in questo modo proprio a filo della scheda madre; sul frontale, invece, si ha maggiore libertà di scelta, potendo optare per radiatori e ventole più spesse, tenendo sempre in considerazione però lo spazio di ingombro dell'alimentatore e dei relativi cavi. Con il nostro radiatore di prova montato (spessore pari a 40mm), infatti, abbiamo misurato circa 50mm di spazio tra questo e il piatto scheda madre e circa 80mm sul lato; lasciamo al lettore le considerazioni finali.

dual radiatorfront radiator spacefront radiator space 2


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM