Recensione Raidmax Vampire

Si passa ora alla fase pratica di installazione dei componenti all'interno del case; come di consueto partiamo dal mettere in posizione e fissare al telaio l'alimentatore, operazione in questo caso molto semplice e veloce; confermiamo qui l'estrema utilità e comodità dei quattro piedini gommini a supporto dell'unità che avevamo notato in precedenza.

Raidmax Vampire final psu

Lo step successivo è l'installazione della scheda madre sul suo piatto; per il Raidmax Vampire è necessario innanzitutto posizionare i distanziali forniti in dotazione, seguendo le indicazioni stampate in rilievo sull'acciaio stesso (vista la compatibilità con molti fattori di forma i fori sono etichettati con una sigla per ogni tipologia). Lo spazio a disposizione attorno alla scheda madre è tanto e non avrete perciò alcuna difficoltà nelle varie manovre di posizionamento e nell'avvitare le viti con il cacciavite; l'unico piccolo "problema" è che l'apertura per la maschera posteriore del pannelo di I/O è un pò sotto misura e dovrete avere pazienza nel metterla in posizione.

Raidmax Vampire final moboRaidmax Vampire final vga

Procediamo quindi con l'inserimento nel sistema di un hard disk meccanico da 3.5" e di un SSD; come detto le slitte non sono tool-less e sarà necessario per entrambi usare viti e cacciavite; nonostante questa mancanza le operazioni sono comunque molto agevoli e rapide. Fissato il drive sulla slitta basterà poi reinserirla al suo posto spingendola sino a scatto avvenuto.

Raidmax Vampire sledgeRaidmax Vampire sledge screwRaidmax Vampire sledge hddRaidmax Vampire final hdd

Discorso diverso per le periferiche esterne da 5.25"; in questo caso il meccanisco è totalmente tool-less, basato su un sistema ideato da Raidmax stessa: una volta che il drive è in posizione si preme il pulsante al centro e lo si spinge verso destra, bloccando il posizione il meccanismo; in questo modo un piccolo pin andrà ad inserirsi definitivamente in uno dei fori posteriori della periferica.

Peccato solo che, come già notato su case anche più blasonati, le periferiche corte (fan controller/display e simili) non possano beneficiare di questo meccanismo; e non è possibile nemmeno usare le classiche viti nonostante la predisposzione dei fori! Lo slider infatti li va proprio a coprire e l'unico modo che avrete sarà quello di rimuoverlo. E pensare che sarebbe bastato aggiungere un pin in più allineato con i fori anteriori della periferica per risolvere questa mancanza!

Raidmax Vampire 525 tool less openedRaidmax Vampire 525 tool less closedRaidmax Vampire 525 hole

Ed ecco il risultato finale; la fase di cablaggio è stata abbastanza veloce, con l'unico intoppo delle guarnizioni sui fori per il passaggio dei cavi che uscivano dalla loro sede con un po' troppa facilità; lo spazio sul retro della scheda madre è tanto e questo vi darà una grande mano nel fare tutti i collegamenti e nel nascondere cavi e connettori non utilizzati. Capacità che torna utile soprattutto a chi impiega un alimentatore non modulare, come nel nostro caso. Inoltre i gancetti ricavati sul piatto scheda madre e le fascette fornite in dotazione sono una manna per ordinare al meglio e mantenere in posizione tutti i cavi in pochissimo tempo.

Di seguito alcune panoramiche di quanto da noi realizzato. Il risultato è a nostro avviso molto buono!

Raidmax Vampire final leftRaidmax Vampire final front 45Raidmax Vampire final backRaidmax Vampire final 45 2

Raidmax Vampire final 45Raidmax Vampire final 45 1Raidmax Vampire final front


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM