Recensione Cooler Master Elite 110

Andando più nel dettaglio, la faccia frontale del telaio ospita al centro una mesh esagonale con grossi fori a nido d'ape sulla quale si può installare una ventola da 120mm, fornita in dotazione. Tutto attorno tre generose feritoie ovali permettono un comodo passaggio dei cavi da un lato all'altro; segnaliamo che i bordi di queste sono finemente arrotondati, una soluzione che sostituisce le classiche guarnizioni in gomma.

 

elite 110 front holeelite 110 front panel inside

 

Sul retro del pannello frontale, montato semplicemente ad incastro sul telaio, troviamo alloggiato sulla sinistra il pannello frontale di I/O e il logo-switch di accensione; ne parleremo nel dettaglio nel prossimo paragrafo. E' interessante qui evidenziare la presenza di un sottile strato spugnoso posto tra la mesh metallica e la parte plastica, a mo' di filtro, che però non è possibile rimuovere per la sua pulizia.

 

elite 110 front panelelite 110 front panel grid clip

 

Come già anticipato, la scheda madre è installata sul fondo del case; manca sul piatto lo scasso in zona socket, che tornerebbe comodo in fase di lavoro sul dissipatore (anche se in realtà su questo genere di case non è poi così necessario), ed i quattro distanziali non sono preinstallati ma li troverete nel bundle.

Qui, cosi come sul lato frontale, sono state sapientemente disseminate svariate clip di ritenzione dei cavi, ricavate direttamente dall'acciaio. Un ottimo escamotage che vi aiuterà a mantenere tutto in ordine.

 

elite 110 mobo plateelite 110 mobo plate clip

 

Il lato destro del telaio è stato realizzato per ospitare due SSD oppure un hard disk da 3.5"; oppure vi si possono installare, in basso, due ventole da 80mm, a soffiare aria fresca all'interno. Questa parete rimane comunque molto "aperta", così come il resto del case d'altronde, e certamente ne gioverà particolarmente la scheda video che potrà sfogarsi comodamente.

 

elite 110 side panel

 

A tal proposito, durante le prove di installazione dell'hardware, in particolare di una ventola da 80mm, abbiamo avuto qualche noia con la vernice. Lo spazio è davvero millimetrico e, come si vede dalla foto, il cacciavite sfregando contro il bordino del case ha fatto saltare via letteralmente una piccola scaglia di vernice. E in questo case più di una vite soffre di questo problema: prestate quindi particolare attenzione!

Se escludiamo però questo minimo incoveniente, non possiamo non evidenziare l'otttimo lavoro svolto da Cooler Master in fase di verniciatura: il colore sul telaio è applicato a regola d'arte, perfettamente uniforme, senza alcuna mancanza e rifinito a dovere.

 

elite 110 paintingelite 110 painting screwdriver

 

I restanti alloggiamenti per gli hard disk trovano spazio su una piastra appositamente sagomata avvitata con quattro viti al tetto del telaio, appena sopra l'alimentatore; è possibile installare questa staffa in due differenti posizioni, a seconda di come si vogliano posizionare i drive, con i connettori verso l'anteriore o verso il posteriore.

Qui trovano spazio due SSD oppure due hard disk meccanici; in totale quindi il Cooler Master Elite 110 può supportare diverse configurazioni:

  • 3x drive da 3.5",
  • oppure 2x drive 3.5" + 2x SSD
  • oppure 1x drive 3.5" + 3x SSD
  • ​oppure 4x SSD

Sotto questo profilo il case non vi deluderà. Abbiamo però qualche perplessità sui due alloggiamenti laterali: il drive meccanico in quella posizione è molto vicino alla scheda video, e potrebbe risentirne per le temperature; mettendo invece due SSD si crea un "tappo", impedendo all'aria fresca di entrare o a quella calda di uscire.

 

elite 110 top hard disk plateelite 110 top hard disk plate 1


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM