Recensione Cooler Master Elite 110

Giungiamo finalmente alle fasi di montaggio dell'hardware.

Il primissimo passo è l'installazione dei quattro distanziali della scheda madre, che possono essere avvitati al fondo del case con un cacciavite grazie all'adattore in dotazione; si può poi procedere a posizionare la stessa scheda madre, fissandola con le quattro viti.

Come si vede dalle foto, per le nostre prove abbiamo optato per un sistema di dissipazione a liquido compatto; era per noi l'alternativa più sensata al dissipatore stock, dal momento che il case, vista la disposizione dei componenti, è compatibile esclusivamente con dissipatori di altezza non superiore ai 76mm: un trade-off abbastanza significativo con il quale ci deve confrontare in case così compatti.

Qualche centimetro extra in altezza avrebbe allargato la gamma dei dissipatori aftermarket utilizzabili, ma in ogni caso, per esperienza personale, la soluzione ideale in queste situazioni è un buon sistema a liquido compatto. C'è solo da fare attenzione nella disposizone di radiatore e tubi, per evitare che invadano lo spazio dell'alimentatore o si pieghino troppo, andando a stressare eccessivamente le giunture.

 

elite 110 motherboard screwelite 110 motherboard

 

Altro punto critico è il comparto video; nel Cooler Master Elite 110 si può installare una scheda video, anche doppio slot, di lunghezza massima pari a 210mm, eventuali connettori PCI-E sul fondo compresi. Al giorno d'oggi questo è sempre meno un problema, grazie alla crescente offerta di schede compatte anche di fascia alta; fateci solo caso in fase di scelta prima di avere brutte sorprese e, se possibile, puntate su VGA con connettori PCI-E montati sul lato.

Dato che la nostra solita VGA eccede questa misura di qualche centimetro, abbiamo deciso di non installare alcuna scheda video discreta.

 

elite 110 vga

 

Di seguito sono mostrate tutte le possibili configurazioni del comparto archiviazione.

Per quanto riguardo gli slot sul fianco questi non sono dotati di sistemi di ritenzione tool-less, ma dovrete usare viti e cacciaviti; il drive da 3.5" si installa nella metà superiore, in orizzontale, con i connettori SATA rivolti verso il frontale.

Per le unità a stato solido, invece, è stato ideato un sistema di ritezione ad incastro, dotato di quattro gommini appositamente sagomati che si avvitano al drive e si infilano letteralmente negli appositi fori asolati. Ci sarebbe piaciuto vedere questo stesso meccanismo anche sui drive meccanici, così da disaccoppiare drive e telaio.

 

elite 110 hdd side elite 110 hdd side 1

elite 110 SSDelite 110 hdd ssdelite 110 hdd ssd side

 

Ulteriori due posti sono disponibili sul tetto; smontate il supporto, avvitatevi i vostri drive, siano essi meccanici o a stato solido, e reinstallate il tutto, fissando con le quattro viti la piasta al telaio. A vostra discrezione l'orientamento dei drive, con i connettori verso il frontale o verso il retro.

Noi abbiamo optato per questa seconda disposizione, anche se ci siamo accorti a posteriori che lo spazio per i due connettori è appena sufficiente.

 

elite 110 hdd topelite 110 hdd top mount

elite 110 ssd topelite 110 ssd top mount

 

L'ultimo passo è l'installazione dell'alimentatore; il Cooler Master Elite 110 permette l'uso di unità lunghe fino a 180mm, o meglio 142mm se consideriamo anche i cavi. In realtà, anche se potrebbe sembrare il contrario, lo spazio di manovra attorno alla PSU è discreto; certo non aspettatevi spazio libero e tanto meno di poter lavorare in comodità, ma con un po' di pazienza si riescono a far passare bene tutti i cavi senza bloccare eccesivamente il flusso d'aria.

Vi diamo solo un paio di consigli. Il primo, quasi scontanto, è l'uso di un alimentatore modulare, per evitare di avere tutta la matassa di cavi in giro; il secondo, al quale probabilmente penserete anche voi dopo aver giocato un po' con questo case, è quello di collegare i cavi principali (24pin e EPS) prima di infilare l'alimentatore. Vi sfidiamo a fare il contrario con soli 90mm a disposizione in altezza senza impazzire.

 

elite 110 psuelite 110 psu insertedelite 110 psu height

 

Fatto questo, non vi resterà che collegare la vostra scheda video, le ventole e tutti i drive; sappiate solo che per fare un buon lavoro di asssemblaggio dovrete armarvi di pazienza ed essere certi di avere un po' di tempo libero a disposizione. Probabilmente è il case che, sino ad oggi, ci ha fatto sudare di più nel sistemare gli ultimi dettagli: sarà forse che è il più piccolo avuto tra le mani, ma di certo la posizione dell'alimentatore sopra a tutto il resto non agevola la questione.

Come sempre, vi lasciamo con una serie di foto del case a lavori ultimati; a voi il giudizio.

 

 elite 110 final 4elite 110 final 6elite 110 final 1

elite 110 final 2elite 110 final 3elite 110 final 5

elite 110 final 7elite 110 final 8elite 110 final 9

elite 110 final 10elite 110 final 11elite 110 final 12


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM