Recensione Raijintek Asterion Classic

Passiamo ora all'analisi dei dettagli interni del Raijintek Asterion.

I due vetri laterali si installano su due serie di quattro perni ciascuna con foro filettato; questi sono ricoperti una piccola sorta di guarnizione in gomma che impedisce al vetro di scivolare durante le varie operazioni. Le viti in dotazione, infine, fermano tutto definitivamente, ottenendo la massima sicurezza possibile.

 

Asterion frame detail glass screw

 

Nella zona dell'alimentatore, alloggiato sul fondo del case, trovano posto due grossi piedini cilindrici in gomma, che al solito svolgono la doppia funzione di sostengono e disaccoppiamento. Appena sopra, ecco gli otto bracket PCI, fissati con altrettanti viti, questa volta senza pomello; sarà quindi necessario un cacciavite per installare le schede PCI/PCI-E.

Interessante il piatto della scheda madre. Nel Raijintek Asterion c'è spazio per schede madri dal formato Mini-ITX sino a quello E-ATX; la doppia serie di fori per il passaggio dei cavi da e verso il retro è funzionale quindi alle diverse dimensioni della propria scheda madre. In aggiunta a questi, tra l'alimentatore e la scheda madre sono stati ricavati tre fori rettangolari che vi serviranno per le connessioni del pannello di I/O frontale. Tutti i fori, ad eccezione di questi ultimi, sono stati dotati di una guarnizione in gomma; abbiamo avuto modo di constatare come queste siano alloggiate saldamente nelle loro sedi.

Al centro, non si può non notare il foro in corrispondenza della zona CPU, sufficientemente largo per permettere di smontare e rimontare il vostro dissipatore senza alcun problema.

 

  Asterion frame detail psu  Asterion frame detail PCI   Asterion frame detail plate

 

Il cestello per gli hard disk è installato sul fondo del case, subito dopo il vano per l'alimentatore. Il sistema di ritenzione dei drive è a slitta e permette l'installazione fino a due drive da 3.5" o da 2.5"; entrambi sono montati con le classiche quattro viti, con l'aggiunta per gli hard disk meccanici di quattro distanziali in gomma per disaccoppiarli dal relativo supporto. In aggiunta a questi alloggiamenti, il Raijintek Asterion può ospitare un terzo disco da 3.5" sulla cover dell'alimentatore, più altri quattro SSD, due dei quali sul retro della scheda madre. Di spazio per le periferiche di archiviazione, quindi, ce ne è a sufficienza per soddisfare l'esigenza della maggior parte degli utenti.

 

Asterion frame detail cage  Asterion detail sledgeAsterion frame detail cage sledge

 

La cover dell'alimentatore è rimovibile semplicemente svitando quattro piccole viti, due sul retro del case, e due sul piatto della scheda madre; questa sagoma nasconde sul retro del case l'unità PSU assieme a tutti i suoi cavi in eccesso. Sul retro, tra vetro e case, sono stati ricavati ben 20mm di profondità, più che sufficienti per contenere senza alcun problema cavi e connettori. Questi possono essere facilmente sistemati, ordinati e fissati alle numerose clip sparse per il piatto della scheda madre, e fatti arrivare a destinazione passando attraverso gli appositi fori.

 

Asterion frame detail cover Asterion frame detail grommet   Asterion frame detail hook   Asterion frame detail backe plate

 

Nel complesso, seppur sia "essenziale", il Raijintek Asterion offre all'utente tutto quello di cui avrà bisogno, nella perfetta posizione. Sulla carta, gli ampi spazi interni, uniti ai 20mm sul retro ed ai fori per il passaggio dei cavi assicurano un routing efficiente ed efficace. Anche sul fronte tecnico, a questo case non manca nulla; anzi, garantisce la massima compatibilità con tutto l'hardware, dalle schede madri fino al formato E-ATX, alle schede video di lunghezza massima pari a 340mm (e anche oltre).


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM