Recensione NZXT H2

Per prima cosa abbiamo verificato il peso del case, leggermente superiore a quanto dichiarato dalla casa: 9,315 kg circa rispetto agli 8,9 dichiarati.

peso_a_vuoto_nzxt_h2

Successivamente abbiamo analizzato il comportamento dei flussi d'aria interni dell'H2. Per prima cosa abbiamo tolto e sostituito la paratia laterale d'interesse con una pellicola di plastica trasparente, fissandola accuratamente con dello scotch di carta ai 4 lati. Fissato il cavalletto e posizionato il case nell'unica stanza "ben areata" della casa (la cucina), abbiamo posizionato una piccola macchina del fumo in corrispondenza della zona dedicata all'alimentatore. Purtroppo per non avere riflessi e far vedere a dovere cosa succede all'interno dell'H2 è stato necessario chiudere le tapparelle delle finestre della cucina, cosa questa che non consentiva però un corretto smaltimento del fumo. Abbiamo quindi provveduto, durante i video seguenti, a soffiare via il fumo espulso dal case con un ventilatore, ovviamente nei limiti del possibile. Le ventole sono state collegate ad un alimentatore a parte facendo passare il cavo sempre dalla zona alimentatore, e sono state sempre utilizzate alla loro massima velocità consentita (100%). I test effettuati sono stati 4:

- Nel primo test abbiamo verificato il comportamento dei flussi interni dell'H2 con lo sportello del frontale aperto. Non essendoci nessuna ventola da 140mm sul top abbiamo tenuto la copertura in plastica a calamita.

In questo primo video è possibile vedere come l'H2 si comporti discretamente nel ricircolo dell'aria interna: le ventole in immissione sul frontale e la ventola in estrazione sul retro contribuiscono a creare un flusso d'aria da destra verso sinistra abbastanza efficace. Soltanto la zona in alto a destra, dedicata ai bay da 5,25", pare non essere areata a dovere: il fumo in questa zona pare non muoversi troppo, tende a stazionare, ed è l'ultima zona che a macchina spenta contiene fumo da "eliminare"

- Nel secondo test abbiamo verificato il comportamento dei flussi interni dell'H2 con lo sportello del frontale chiuso. Limitando l'ingresso dell'aria sul frontale si è deciso di levare anche la copertura in plastica sopra la griglia per la ventola da 140mm.

Qui le cose vanno decisamente peggio: le ventole in immissione sono tarpate dallo sportello che ne impedisce un corretto pescaggio dell'aria. La sola ed unica ventola in estrazione da 120mm sul retro non riesce a garantire un corretto ricircolo interno nonostante l'apertura sul top lasciata libera. Il fumo tende a stazionare sempre verso i bay da 5,25" ma coprendo una zona più ampia che interessa anche la motherboard.

- Nel terzo test abbiamo verificato il comportamento dei flussi interni dell'H2 con lo sportello del frontale aperto e con una Yate Loon D14SM-12 appoggiata sul top in estrazione.

- Nel quarto ed ultimo test abbiamo verificato il comportamento dei flussi interni dell'H2 con lo sportello del frontale chiuso e con una Yate Loon D14SM-12 appoggiata sul top in estrazione.

Decisamente ottimale la scelta di una ventola da 140mm in estrazione sul top: in entrambi i casi, ovvero con sportello chiuso o aperto, si viene a creare una marcata direzionalità, maggiore ovviamente nel test con sportello aperto, tra flusso in ingresso e flusso in uscita che consente un ricircolo d'aria ottimale. Il fumo viene espulso molto più velocemente rispetto ai primi due test e non ha modo di accumularsi nel case, segno questo di un ottimo ricircolo interno.

Successivamente siamo passati al montaggio di un po' di hardware all'interno del nostro H2.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM