Recensione Corsair Obsidian 700D

La parte anteriore del case è molto pulita, in alluminio satinato e presenta in alto a sinistra un led di stato, il pulsante di accensione ed affianco a questi uno sportellino frontale con apertura a libro, apribile facendo pressione sullo stesso; questa va a proteggere le prese frontali che andremo di seguito ad elencare:
- 4 porte USB 2.0
- 1 porta IEEE1349
- 1 uscita cuffia
- 1 uscita microfono

sportellino_frontale_corsait_obsidian_700d


Sul mercato è inoltre disponibile un kit di upgrade, sempre prodotto dalla Corsair, che sostituisce due delle quattro uscite usb 2.0 con due uscite usb 3.0; il prezzo di questo miglioramento costa 14,99 dollari e può sicuramente risultare utile per l’utente che ha intenzione di aggiornare il proprio sistema.
Al di sotto di questo sportellino troviamo cinque bay da 5,25” per l’alloggio di lettori ottici: da rilevare come manchino nella parte frontale aperture per ventole o per il posizionamento di HDD con funzionamento “Hot Swap”, presente invece sul modello 800D.
Alcuni di voi potranno pensare che abbiamo preso a calci il frontale prima di fotografarlo, ma non è così: una volta rimossa la pellicola, questi segni sono emersi soltanto a foto scattata, dato che erano invisibili ad occhio nudo. Anche pulendo il case con una spugna bagnata, i segni non sono andati via...rimane ancora un mistero il come liberarsene.
Ad ogni modo, occhio non vede e cuore non duole, si è quindi andati avanti nell'analisi.

bay_frontale_corsait_obsidian_700d

Più in basso possiamo osservare il logo Corsair di colore bianco stampato sull’alluminio.

logo_frontale_corsait_obsidian_700d


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM