Recensione Noctua NH-U12S e NH-U14S

noctuact lab

Nel corso del mese scorso Noctua ha annunciato l'arrivo di due nuovi dissipatori monotorre appartenenti alla serie NH della casa, tale annuncio arriva dopo l'introduzione a catalogo di tutta una nuova lineup di soluzioni pensate e sviluppate per il mondo dell'intrattenimento e dell'HTPC in generale dando un occhio di riguardo anche al settore professionale con l'arrivo di soluzioni dissipanti e ventilanti appositamente studiate per poter rispettare i rigidi limiti imposti dagli standard internazionali.

Quello che rimaneva ancora da aggiornare per renderlo nuovamente competitivo nel frenetico mercato dei dissipatori erano i "vecchi" monotorre introdotti quasi cinque anni fa da parte della casa austriaca e messi successivamente in ombra dall'arrivo dell'NH-D14; bitorre utilizzante una soluzione di ventilazione ibrida da 120 e 140mm che grazie alle saldature in lega e all'ottima distribuzione del calore è risucito ad entrare nel cuore degli appassionati facendo segnare numeri di vendita decisamente interessanti per un prodotto di questo genere.
Oggi Noctua cerca di riportare alla ribalta proprio quella serie che forse ha sofferto più di tutte l'arrivo del fratello maggiore, svecchiando nettamente l'NH-U12 e introducendo un nuovo dissipatore dotato di ventola da 140mm di superficie ventilante; ovviamente proprio su questi due prodotti andrà a vertere l'articolo di oggi.
Seguono le principali caratteristiche tecniche dichiarate dal costruttore.

noctua
Nome prodotto NOCTUA NH-U12S NOCTUA NH-U14S
Socket compatibili Intel LGA2011 (Square ILM), LGA1156, LGA1155, LGA1150 & AMD AM2, AM2+, AM3, AM3+, FM1, FM2 (backplate necessario) Intel LGA2011 (Square ILM), LGA1156, LGA1155, LGA1150 & AMD AM2, AM2+, AM3, AM3+, FM1, FM2 (backplate necessario)
Altezza con ventola 158mm 165mm
Larghezza con ventola 125mm 150mm
Profondita con ventola 71mm 78mm
Peso complessivo 755 grammi 935 grammi
Materiali Rame(base e heatpipes), aluminio (pacco alettato) Rame(base e heatpipes), aluminio (pacco alettato)
Compatibilità ventole 120x120x25mm 140x150x25mm (con fori da 120mm),
140x140x25mm (con fori da 120mm),
120x120x25mm
Garanzia 6 anni 6 anni
SPECIFICHE VENTOLE
Modello Noctua NF-F12 PWM Noctua NF-A15 PWM
Cuscinetto SSO2 SSO2
RPM 300 - 1500 300-1500
Portata 74.3 - 93.4 m3/h 115.5 - 140.2 m3/h
Emissioni acustiche 18.6 - 2222.4 dB(A) 19.2 - 24.6 dB(A)
Tensione nominale +12v +12v
Potenza nominale 0.6W 1.56W
Speranza di vita 150 000 ore 150 000 ore

 

 

 


I due nuovi nati di casa Noctua arrivano sugli scaffali dei rivenditori all'interno di due confezioni in cartone pressochè identiche, nella parte frontale abbiamo per entrambi la presenza di un crop del dissipatore su sfondo marrone affiancato a sinistra dal nome del prodotto, dalle sue principali caratterisctiche tecniche e da un QRcode che fornisce in maniera digitale queste ultime informazioni.
Lateralmente abbiamo la riproposizione di alcune features sia del corpo dissipante che delle ventole fornite in dotazione, le specifiche tecniche di dissipatore e ventole, un disegno tecnico del blocco dissipante e gli immancabili loghi che attestano la compatibilità dell'NH-U12S e U14S con le normative CE e RoHs rispettivamente per la commercializzazione nel mercato comunitario e il rispetto delle normative ambientali grazie all'assenza di metalli pesanti quali il piombo fortemente dannoso per gli ecosistemi naturali.

  noctua-nh-u14s-packagenoctua-nh-u14s-package-2noctua-nh-u14s-package-3

La parte posteriore viene riservata ad una breve descrizione del dissipatore acquistato in otto lingue differenti, tra cui non figura l'italiano, assieme alla presenza del nome del prodotto ed ad alcuni codici a barre.
Nuova risulta invece la dislocazione del bundle all'interno della confezione, se già la suddivisione degli accessori in sacchettini opportunatamente nominati vi sembrava ottimale, Noctua si spinge ulteriormente più in la suddividendo gli accessori in base al socket di riferimento e al campo di utilizzo in astucci in cartone con impressa sulla loro estremità superiore le immagini del contenuto; meglio di cosi davvero non si può sperare.

nh-u14s-packagenh-u14s-package-inside

Aperti gli opportuni astucci abbiamo la dotazione come accennato divisa in base al socket e al campo di utilizzo, nel dettaglio per ciò che concerne i socket avremo, per Intel, il nuovo sistema di ritenzione SecurFirm a ponte a sei punti di ancoraggio con backplate in acciaio interamente verniciato di nero mentre per la controparte AMD si andrà a sfruttare la gabbia di ritenzione del socket che ancorerà le due clip in acciaio lucidato a specchio per la ritenzione del ponte posto sul dissipatore.

nh-u14s-bundlenh-u14s-bundle2nh-u14s-bundle3

Gli accessori in dotazione per entrambe le soluzioni prevedono, oltre ai libretti di istruzioni a colori, la presenza di due ulteriori clip di ritenzione per ventole, in aggiunta alle due già presenti sulla ventola pre montata sul corpo dissipante, un tubetto di pasta termoconduttiva di fascia alta proprietaria NT-H1, un adattatore per ridurre la velocità della ventola a 9 volts, un badge adesivo con il logo dell'azienda, un cacciavite per serrare le due viti munite di molle di carico e quattro antivibrazionali da inserire sull'eventuale ventola aggiuntiva dotata di cornice full frame.

nh-u14s-accessories

 

 


Le ventole che vengono fornite in dotazione con i nuovi monotorre della casa austriaca appartengono tutte alla nuova generazione di prodotti ventilanti, nello specifico con l'NH-U12S abbiamo in dotazione una noctua NF-F12 ventola da 120mm a controllo PWM con il nuovo telaio AAO e la gestione dei flussi pre e post pala mentre per il fratello maggiore NH-U14S avremo a nostra disposizione una NF-A15, ventola da 140mm frameless controllata sempre tramite molex 4 pin e quindi in PWM.
Essendo tali prodotti già ampiamente recensiti nel corso dei mesi precedenti ci limiteremo di seguito a riproporre parte di tali recensioni per maggior completezza, per chi fosse interessato ad approfondire l'aspetto su tali prodotti può trovare gli articoli completi ai seguenti URL:

NF-F12 PWM
http://www.coolingtechnique.com/recensioni/74-ventole-rheobus/1020-noctua-pwm-il-controllo-a-onda-quadra-secondo-noctua.html
NF-A15
http://www.coolingtechnique.com/recensioni/74-ventole-rheobus/1153-recensione-ventole-noctua-a-series.html

NF-F12 estratto:

noctua-nf-f12-pwm-1noctua-nf-f12-pwm-2noctua-nf-f12-pwm-3noctua-nf-f12-pwm-4

noctua-nf-f12-pwm-cornernoctua-nf-f12-pwm-corner2

"Passando alla sfera microscopia e quindi all'analisi dettagliata del prodotto, notiamo subito di come i profili ventilanti non abbiano linee di taglio e di spinta particolarmente lavorate presentando quest'ultime lineari e con un angolo di attacco piuttosto contenuto in grado di conferire alla ventola proprietà che la inquadrano più come una ventola dedita al pescaggio e alla movimentazione di flussi che non alle mere prestazioni in termini di pressione statica.
Tuttavia, come visto con le soluzioni precedenti, Noctua con questa serie di ventole a controllo PWM ha deciso di offrire al pubblico dei prodotti estremamente bilanciati in entrambi i campi, offrendo un prodotto silenzioso, dalle buone portate e con interessanti valori di pressione statica, recuperando quest'ultima con tutta una serie di accorgimenti tecnici inseriti sui profili ventilanti.
L'NF-F12 PWM non fa di conseguenza eccezione e presenta anche lei tutta una serie di accortezze per ridurre il cono d'aria e guadagnare in pressioni statiche; a tale scopo Noctua si è spinta fuori dagli schemi ed ha letteralemnte reinventato il concetto di appendici aerodinamiche per l'ottimizzazione dei flussi post pala, spostando tutte le soluzioni tecniche dalle pale al frame esterno della ventola che passa da semplice telaio di ritenzione ad un vero e proprio strumento di regolazione delle turbolenze e delle emissioni acustiche.
Tutte questi studi ed applicazioni vengono riuniti da parte della casa sotto il termine di "Focused Flow System". Esso prevede nella parte retrostante del telaio l'utilizzo di settori circolari chiusi ciascuno da un raggio adottante sulle sue estremità l'utilizzo della tecnologia VCN( Vortex control notches) sfalsati uno dall'altro da un angolazione che varia da un minimo di 31° ad un massimo di 37 gradi; tale soluzione viene utilizzata, oltre per la diminuzione del cono d'aria  e quindi la concentrazione dei flussi in maniera più ortogonale possibile alla struttura ventilante, per una migliore emissione acustica.
L'inclinazione variabile dei vani permette infatti al rotore di emettere impulsi costanti d'aria e di pressione, facendo risultare sullo spettro delle pressioni acustiche una frequenza di emissione più gradevole all'orecchio umano molto più sensibile ed irritabile alle alte frequenze rispetto alla basse che caratterizzano la nuova NF-F12.

nf f12 vadnoctua-nf-f12-vadnf f12 vad spectrums

 
NF-A15 estratto:

"Leggermente diversa risulta invece la sorella maggiore da 150mm che vede unicamente una variazione di approccio al fine di individuare un differente campo di utilizzo, se infatti le NF-A14 FLX e ULN sono strettamente indicate per l'utilizzo su radiatori e superfici dissipanti chiuse dove riescono a massimizzare la pressione statica generata; la A15 viene sviluppata per essere applicata su dissipatori di ultima generazione e per la movimentazione di flussi mantenendo la medesima struttura palare delle sorelle da 140mm ma modificando il frame che diventa un ibrido da 140x150x25mm con fori da 120 millimetri.

noctua-nf-a15 PWMnoctua-nf-a15 PWM-2noctua-nf-a15 PWM-3noctua-nf-a15 PWM-4

frame types nf a14 15

Immutate risultano invece tutte le altre specifiche tecniche ripresentando nuovamente un profilo ventilante a sette pale, il telaio AAO, la stessa portata, stesse emissioni acustiche(dichiarate) e la stessa lavorazione del profilo palare con linee di attacco e di spinta all'aria dalla bassa angolazione e con controllo dei flussi in uscita grazie alla presenza di appendici aerodinamiche cuneiformi sulla parte superiore della pala al fine di consentire la generazione di flussi lineari, privi di turbolenze che influiscano in via minore sul cono d'aria genereato.

 nf-a15-pwm-framenf-a15-pwm-frame2

 


Le ventole oggetto dall'articolo odierno sono state testate secondo la metodologia di test applicata alle ventole in uso da quasi un anno all'interno dei nostri locali; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

 

 


 

Nome ventola: Noctua NF-F12 PWM
noctua-nf-f12-pwm-data

 Video in alta definizione

Nome ventola: Noctua NF-A15 PWM
a15-pwm-data

Video in alta definizione

 


 

Noctua NF-F12 PWM - 120mm
comparativa con prodotti di terzi
Db(A)/CFM (Rumorosità)

dba-cfm 

Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)

pressure-cfm-noctuarpm-cfm-noctua

Noctua NF-A15 PWM
comparativa con prodotti di terzi
Db(A)/CFM (Rumorosità)

dba-cfm-140

Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)

 pressure-cfm-140rpm-cfm-140

 


Rimossi tutti gli imballaggi protettivi ed estratto il dissipatore dalle relative sedi otteniamo tutto il corpo dissipante con già premontata di fabbrica la ventola alla corretta altezza, tutto quello che dovremmo fare sarà semplicemente montare il SecuFirm sul relativo socket ed avvitare le due viti con molle di compressione alle clip di ritenzione in acciaio.

nh-u12s-1nh-u12s-2nh-u12s-3

Tolta anche la ventola mediante le due clip di ritenzione che la vincolano al pacco alettato, ottieniamo il dissipatore nella sua configurazione base; esso si rivela come un monotorre formato da una superficie dissipante in alluminio alimentata da una matrice di cinque heatpipes da sei millimetri di diametro a capillarizzazione sinterizzata ed utilizzanti un design ad U che gli conferisce due punti di condensazione ed uno di evaporazione sulla base. Base che risulta come da tradizione un monoblocco in rame nichelato e fresato lasciando la superficie di contatto irregolare al fine di fornire una maggiore superficie di contatto tra dissipatore e IHS rispetto alle superfici lucidate a specchio.

noctua-nh-u12s-heatsinknoctua-nh-u12s-heatsink2noctua-nh-u12s-heatsink3

noctua-nh-u12s-topnoctua-nh-u12s-base

Degna di rilievo risulta la distribuzione del calore sul pacco alettato, qui noctua utilizza un sistema decisamente complesso che prevede una struttura perfiferica della gestione dei carichi termici, posizionando le heatpipes solo sui lati esterni del dissipatore maggiormente soggetti ai flussi della ventola e distribuendo le hp in maniera asimmetrica per ogni lato.
Partendo dall'alto della base abbiamo la collocazione della prima e della quarta heatpipes in posizione più esterna, la  seconda e la quinta in posizione interna sulla medesima colonna e la terza, soggetta al maggior carico, in posizione solitaria tra le altre due colonne di heatpipes.
A ciò si aggiungono immancabili le saldature in lega, aletetta per aletta, che permettono il massimo scambio termico tra corpo alettato e tubi di calore.

nh-u12s-soldering

Brillante risulta anche la gestione dei bassi carichi termici a causa dell'assenza del dissipatore di buffer, qui Noctua opta per la neutralizzazione di due heatpipes per le prime sette alette che lasciano un foro tra loro e il pacco alettato permettendo di ottenere ai bassi carichi un maggiore incremento delle temperature sulla base, queste permetteranno di ottenere un punto di rugiada utile solo su tre delle cinque hp che di conseguenza gestiscono i pochi W erogati senza infierire in maniera significativa sulla prestazioni generali.

noctua-nh-u12s-low-load-managenoctua-nh-u12s-low-load-manage2

Piccolo aggiornamento lo abbiamo anche sulla base che oltre a prevedere un ponte di ritenzione in acciaio direttamente avvitato sul monoblocco di buffer, offre delle nuove molle di ritenzione placcate di nero sostanzialmente per motivi estetici.


nh-u12s-retentionnh-u12s-retention2


Come per l'U12S anche l'NH-U14S arriva con la ventola in dotazione già premontata in fabbrica, in questo caso come precedentemente descritto avremo una NF-A15 framelss che si estende dalla prima aletta del pacco dissipante fino alla punta delle heatpipes e viene ritenuta in sede mediante due clip in acciao e quattro antivibrazionali in gomma disposti sul semitelaio della ventola.

noctua-nh-u14s-1noctua-nh-u14s-2noctua-nh-u14s-3noctua-nh-u14s-4

Rimossa tala ventola otteniamo nuovamente un dissipatore monotorre caratterizzato da una superficie dissipante in alluminio che viene alimentata da una matrice di sei heatpipes da sei millimetri di diametro U design dislocate nel pacco alettato nuovamente su due insiemi asimmetrici internamente e con disposizione circolare.

noctua-nh-u14s-heatsinknoctua-nh-u14s-heatsink2noctua-nh-u14s-heatsink3

Base e testa del dissipatore risultano nuovamente curati in ogni dettaglio, rispettivamente avremo un top arrecante il logo della casa in rilievo con una lavorazione superficiale spazzolata dell'alluminio mentre per la base avremo un placcatura al nichel dell'intero monoblocco con una fresatura della zona di contatto atta a garantire la planarità della superficie ed un perfetto contatto con l'ihs del processore dissipato; si noti che anche in questo caso la fesatura viene volutamente non eliminata meccanicamente dalla casa.

nh-u14s-basenh-u14s-top

L'analisi della superficie dissipante ripresenta alcuni spunti su cui soffermarci, con l'NH-U14S abbiamo infatti oltre alla distribuzione del calore in maniera asimmetrica grazie al disegno della matrice di alimentazione, la riproposizione dello stacco delle heatpipes per la gestione dei bassi carichi termici. Qui tuttavia, se vogliamo, abbiamo una soluzione ancora più drastica rispetto a quanto visto in precedenza, delle sei heatpipes disponibili ben quattro vengono infatti eliminate nelle prime alette dissipanti, permettendo nuovamente alla base di raggiungere celermente i punti di evaporazione delle due heatpipes che guadagnano in fretta i punti di condensazione utili in superficie dissipante senza penalizzare in maniera eccessiva le performance in idle load.

nh-u14s-low load managenh-u14s-low load manage2

Presenti anche in questo caso risultano le immancabili saldature in lega su tutta la superficie tra alette e tubi di calore cosi come presenti risultano le appendici aerodinamiche sul pacco alettato per ridurre il coefficiente di resistenza aerodinamica nei pressi delle area di dissipazione periferiche dove vengono alloggiate le heatpipes e che quindi devono essere maggiormente investite dai flussi della ventola utilizzata.

nh-u14s-solderingnh-u14s-air-cx

 


 Concludiamo la parte descrittiva proponendo una panoramica delle soluzioni in esame a piena capacità utilizzando due NF-F12PWM per quanto riguarda l'NH-U12S e due NF-A15PWM per l'NH-U14S ricordando che le entole possono essere montate a piaciemnto per entrambi i lati sia in immissione che in estrazione dal pacco alettato.

NH-U12S 2 x NF-F12S:

nh-u12s-2fans-1nh-u12s-2fans-3

nh-u12s-2fans-2nh-u12s-2fans-4

NH-U14S 2 x NF-A15PWM

nh-u14s-2fans-1nh-u14s-2fans-2nh-u14s-2fans-3

nh-u14s-2fans-4nh-u14s-2fans-5

Peso massimo esercitato dall'NH-U14S in configurazione a doppia ventola e con ponte di ritenzione montato:

nh-u14s-weight

 


 

La metodologia di test applicata ai dissipatori in analisi nell'articolo odierno si appoggia al nuovo organico di strumentazione in dotazione a Coolingtechnique.com, si utilizzano nel dettaglio carichi termici sintetici pilotati in digitale tramite Pulse Width Modulation con sorgenti schermate sia per contatto che per irraggiamento nel campo degli UV.
Ulteriori informazioni cosi come l'intera metodologia di test possono essere visionate al seguente indirizzo web:
Raffreddamento aria,liquido ed extreme cooling - Simulatori di carico Revisione 2.0

 Noctua NH-U12S
T1=Temperatura sorgente
T2=Temperatura pacco alettato(cima)
T3=TAMB

nh-u12s-data

Noctua NH-U14S
T1=Temperatura sorgente
T2=Temperatura pacco alettato(cima)
T3=TAMB

nh-u14s-data

 

 

Comparazione con prodotto di terzi
Xigmatek PRIME @50CFM @0,75mmH2O

 Noctua-NH-U14S-thermal

 

Collasso termico

collasso


Le nuove soluzioni di raffreddamento a marchio Noctua si dimostrano più come un passo avanti nella tecnologia dell'air cooling piuttosto che come la solita minestrina riscaldata a cui ormai ci stanno abituando da qualche tempo a questa parte.
Partendo dall'aspetto esteriore, la casa austriaca come al solito non perde un colpo grazie ad un packaging che ad ogni generazione viene rivisto ed ulteriormente sviluppato sotto il profilo dell'estetica e dell'organizzazione all'interno della confezione. Con i nuovi NH-U1*S viene infatti migliorata quella che è la presentazione del prodotto all'acquirente con una grafica esterna semplice ma ricca di informazioni e con un alloggiamento interno del bundle diviso in astucci in cartone con impresso sopra di essi il loro contenuto e la destinazione d'uso; spariscono quindi i sacchetti plastica con le etichette a favore di un qualcosa sicuramente più pratico, duraturo e sicuramente più appagante dal punto di vista estetico e qualitativo.
Impeccabile sotto quest'ultimo aspetto risulta anche la costruzione di tutti gli accessori forniti e del dissipatore stesso che presenta, come visto, innovative matrici di alimentazione circolari, gestione dei bassi carichi termici e le saldature in lega tra heatpipes e alette lungo tutto il pacco alettato, niente viene lasciato al caso e tutto viene perfezionato secondo standard qualitativi che in Noctua non sono oggettivamente bassi, poche sono le aziende che possono vantare una tale qualità nei propri prodotti verso l'utente finale e ciò fa guadagnare sicuramente punti in partenza nel caso di una scelta tra più offerte come spesso succede.

Abbandonando quello che è il piano esteriore e passando alle prestazioni vere e proprie abbiamo di nuovo a che fare con delle soluzioni ventilanti già viste nei messi passati e che sostanzialmente si riconfermano delle eccellenti ventole, l'NF-F12 in dotazione con l'NH-U12S si dimostra nello specifico una ventola estremamente bilanciata  e con un eccellente profilo prestazionale in grado di porsi in quasi tutti i campi di riferimento ai vertici di categoria grazie alla massiccio bagaglio tecnologico che porta con se, medesimo discorso vale per la sorella maggiore leggermente meno performante rispetto alle sorelle minori da 140mm full frame  ma che tuttavia risulta comunque in grado di ottenere valori nuovamente in cima ai grafici di riferimento per ciò che concerne pressioni statiche e portata.

E' comuqnue sul piano delle performance termiche che Noctua tira fuori tutta la sua esperienza, a differenza dei vecchi simulatori, i nuovi non perdonano le finezze tecnologiche mancanti e qui sia l'NH-U12S che l'NH-U14S si avvantaggiano fortemente rispetto allo Xigmatek Prime, uno dei dissipatori più concorrenziali testati sulla vecchia piattaforma ma privo di saldature in lega e gestione dei carichi termici.
La presenza di tali saldature, unite con la gestione dei bassi carichi termici isolando alcune heatpipes per recuperare un punto di rugiada utile in idle load, danno ad entrambe le soluzioni austriache un vantaggio netto su tutto l'arco di test; fin dalle prime battute non c'è infatti storia con l'NH-U12S che si avvantaggia fin da subito di 1-2°C ai bassi e medi carichi staccando in pieno regime la soluzione di Xigmatek di quasi 2°C a 300W; la spada di Damocle arriva tuttavia dall'esuberante NH-U14S che letteralemnte distrugge sul banco sia il fratellino che il Prime; impressionante l'ottimo lavoro di gestione ed ottimizzazione dei carichi termici effettuato da Noctua che permette all'attuale top di gamma di rifilare già dai bassi TDP la bellezza di 4°C alla concorrenza chiudendo la sessione di test a 8°C sotto il prime e 6°C sotto l'NH-U12S.

I Noctua NH-U12S e NH-U14S sono attualemnte disponibili sul mercato nazionale ad un prezzo rispettivamente di circa 68€ e 78€ tasse incluse, cifre che se da un lato pongono l'NH-U12S leggermente sovraprezzato per le prestazioni offerte rispetto alla concorrenza acquistabile a prezzi inferiori, dall'altro pongono enorme interesse sull'NH-U14S che , di fatto, va a porsi in diretta competizione con i sistemi di raffreddamento a liquido compatto ad un prezzo dii acquisto inferiore.

 

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali

Noctua NH-U12S

+ qualità costruttiva ai vertici di categoria
+ ampio e ottimo bundle
+ ventola performante e bilanciata
+ sistema di ritenzione a ponte
+ matrice di alimentazione dinamica
+ saldature in lega
+ performante lungo tutto l'arco di test
+ gestione dei carichi termici differenziata

- rapporto prezzo/prestazioni leggermente sfavorevole

ct gold technical ct high performance

Noctua NH-U14S

+ qualità costruttiva ai vertici di categoria
+ ampio e ottimo bundle
+ ventola performante e bilanciata
+ sistema di ritenzione a ponte
+ matrice di alimentazione dinamica
+ saldature in lega
+ gestione dei carichi termici differenziata
+ estremamente performante

/

 

ct best performance

Si ringrazia Noctua per i prodotti oggetto dell'articolo odierno.
Commenti sul forum.