Recensione Thermalright Silver Arrow SB-E Extreme

Il Thermalright Silver Arrow SB-E viene fornito al consumatore finale all'interno della più classica confezione in cartone ondulato che si possa pensare, come da tradizione non vengono infatti impressi particolari disegni o foto del prodotto ma si preferisce lasciare il tutto a "nudo" con una confezione in cartone marrone che riporta sui due lati minori il nome del prodotto che si sta acquistando e sulla faccia superiore il logo dell'azienda.
Largo alla semplicità e un netto taglio ai costi inutili, niente di nuovo sotto il sole ma se non si è mai avuto un prodotto a marchio Thermalright la cosa può lasciare abbastanza spiazzati, abituati come siamo al tripudio di colori ed informazioni della concorrenza.

silver-arrow-package silver-arrow-package2 silver-arrow-package3

Aperta la scatola tramite le apposite guide, al suo interno troveremo il tutto ben saldo in appositi alloggiamenti creati tramite PET espanso di colorazione bianca che ospitano al loro interno il dissipatore vero e proprio,le due ventole fornite di serie e un astuccio di cartone bianco.
Dentro quest'ultimo troveremo tutto il bundle che ci viene messo a disposizione che prevede:

  • backplate in acciaio colorato di nero
  • staffe di ritenzione in acciaio lucidato a specchio
  • viti di ritenzione superiori in acciaio zigrinato
  • viti di ritenzione inferiori con testa a stella
  • sei clip di ritenzione per l'alloggiamento di tre ventole sul dissipatore(una opzionale)
  • otto antivibrazionali da utilizzare sotto il frame delle ventole al fine di disaccoppiarle dalla superficie radiante
  • un tubetto di pasta termconduttiva proprietaria di fascia alta (Chill Factor III )
  • un libretto di istruzioni in bianco e nero
  • un cavo di alimentazione da PSU a Y per le due ventole

thermalright-silver-arrow-sb-e-bundle-2 thermalright-silver-arrow-sb-e-bundle

Ai vertici di categoria risulta la qualità costruttiva con tutte le staffe di ritenzione costruite in acciaio  e successivamente lucidate a specchio, cosi come a specchio risultano i dadi zigrinati e le minuterie a corredo, nulla viene lasciato al caso tanto che i dadi critici vengono muniti persino di isolanti per evitare cortocircuiti e gli antivibrazionali forniti per disaccoppiare le ventole risultano decisamente di fascia alta.

silver-arrow-retention-braket silver-arrow-screw silver-arrow-decoupling

Due parole merita anche il cavo utilizzato per l'alimentazione delle due ventole, esse hanno infatti consumi di 0,60A cad. e per evitare problematiche con la scheda madre dell'utente vengono alimentate tramite un adattatore a molex 4pin direttamente da un rail della PSU, questo tuttavia non va ad inficiare sulla possibilità di continuare a controllare le due ventole tramite PWM poichè se da un lato l'alimentazione viene erogata direttamente dall'alimentatore, dall'altro sia gli RPM che il segnale PWM vengono gestiti tramite un molex a 4pin con attacco su pcb per poterlo inserire nell'apposito connettore presente sulla scheda madre la quale si occuperà di generare l'opportuno segnale per il controllo delle ventole.

thermalright-silver-arrow-sleeving2 thermalright-silver-arrow-sleeving thermalright-silver-arrow-sleeving3

Più che buona risulta anche in questo caso la qualità della calza che risulta essere in PET multifilamento con un buon potere coprente e la stesura del termorestringente che tiene ben in sede lo sleeve e i cavi contenuti sotto di esso. Piuttosto particolare risulta unicamente la scelta di Thermalright di lasciare circa 2cm di cavi scoperti nei pressi dei molex di alimentazione delle ventole, scelta che a nostro parere può essere giustificata unicamente in un ottica di possibile manutenzione futura che, in caso di guasto o dissaldatura, non obbliga l'utente a rimuovere tutto lo sleeve essendo quest'ultimo leggermente arretrato rispetto al molex.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM