Recensione Cryorig R1 Universal, XT140 e XF140

E' possibile aggredire il mercato dell'air cooling partendo subito in quinta con prodotti di fascia alta destinati ad intaccare lo zoccolo duro detenuto da aziende leader del settore?
Bella domanda.., nel caso di Cryorig la risposta è ni. Andiamo tuttavia con ordine.
L'R1 Universal si è dimostrato una soluzione sicuramente interessante sotto molteplici punti di vista, impeccabile risulta tutta la dotazione che gode di una eccellente qualità manifatturiera mettendoci a disposizione, al tempo stesso, tutto quello di cui avremo bisogno dando anche un occhio di riguardo alla facilità di utilizzo degli accessori e del sistema di ritenzione, esso gode infatti sia di controdadi di ritenuta per il backplate che di interassi a selezione rapida grazie ad una clip in acciaio proprietaria; decisamente facile ed intuitivo da utilizzare con il risultato che il dissipatore si monta realmente in cinque minuti come promesso da Cryorig.
Sullo stesso piano risulta la lavorazione del dissipatore che pur non utilizzando lucidature a specchio e saldature in lega sul pacco alettato gode di un'ottima qualità costruttiva cosi come di una solidità strutturale che gli consentono di resistere ad urti accidentali senza grossi problemi. A ciò si affiancano quelle che sono le vere e proprie novità del costruttore, esso utilizza per la prima volta una struttura dissipante ibrida formata da due pacchi alettati differenti che tuttavia condividono le medesime hetpipes, ciò porta ad una importante ottimizzazione dei flussi d'aria in arrivo dalle due ventole che lo equipaggiano permettendogli di lavorare entro range accettabili su tutto l'arco prestazionale anche a bassi rpm se si è disposti a sacrificare qualche grado celsius in virtù di una migliore resa acustica. Vero e proprio valore aggiunto dell'R1 Universal risulta tuttavia il decentramento della prima torre rispetto alla base, tale soluzione grazie anche all'utilizzo di una ventola a basso profilo premette di installare il bitorre in questione anche all'interno di configurazioni che sfruttano ram ad alto profilo, scongiurando eventuali problemi di incompatibilità meccanica, una soluzione tanto semplice quanto efficace senza per di più intaccare le prestazioni generali ai bassi carichi termici come succede, ad esempio, per il nuovo NH-D15.
Spina nel fianco della proposta di Cryorig sono tuttavia le ventole, nettamente non all'altezza del dissipatore che accompagnano; se infatti l'R1 gode di tecnologie e lavorazioni top di gamma le ventole risultano essere decisamente mediocri a partire dal motore con cuscinetti a sfera che le equipaggia. Evidenti sono i limiti che si possono apprezzare nei grafici di riferimento dove riescono a battagliare unicamente con le Glide Stream di Scythe, soluzioni di fascia mainstream dal prezzo contenuto.  Proprio quest'ultima(nella versione da 1300RPM) risulta l'ago della bilancia e mette in evidenza i limiti delle due proposte ventilanti che risultano di circa 3/4dB(A) più rumorose(più del doppio) rispetto alle proposte di Noctua,Thermalright e Raijintek rimanendo fanalini di coda anche nei grafici P/Q dove peggio di loro fa solo la Scythe,stessa situazione nel grafico del pescaggio in cui la XF ricalca le prestazioni della GlideStream e la XT, a causa del basso profilo, chiude in ultima posizione in netto affanno rispetto alla Raijintek Aeolus alpha,ulteriore 140mm low profile, che la distanza nettamente nonostante porti con se lo stesso svantaggio fisico della XT140.
Per ciò che riguarda l'aspetto prestazionale, dell'R1 Universal abbiamo un comportamento livellato e accettabile con ventola reference dove rimane per tutto l'arco di analisi di circa 4°C più caldo rispetto alla diretta concorrenza (IB-E/NH-D15/V8 GTS) riuscendo a mettere dietro di se di una manciata di gradi persino l'SB-E e l'Ereboss di Thermalright e Raijintek che pagano, il primo, l'elevato coefficiente di resistenza aerodinamica ed, il secondo, il minor buffer della superficie dissipante. A ventole stock montate tuttavia la situazione peggiora e il dissipatore fa quelllo che può, lo scontro è impari e a 300W l'NH-D15 chiude a oltre 10°C di vantaggio mentre SB-E, IB-E, V8 GTS e alcuni AIO di ultima generazione viaggiano su valori tra i 2 e i 6°C in meno rispetto alla proposta di Cryorig, qui le ventole non adeguate si fanno sentire e la concorrenza munita con motori di ultima generazione e profili palari ottimizzati per elevati FPI prende il largo già ai medi carichi termici mentre ai bassi wattaggi il buffer fornito dai pacchi alettati la fa ancora da padrone e gli permette di contenere i danni.
In ultima analisi abbiamo i prezzi di vendita; l'R1 Universal ha un MSRP di 89,90$ che vengono "tradotti" sul suolo europeo in un prezzo di 69,90€ tasse incluse, 20€ in meno dell'NH-D15 e delle proposte di Thermalright che lo pongono come una soluzione decisamente interessante nel caso in cui si voglia un bitorre performante, dall'ottima qualità costruttiva che tuttavia costi quel 30% in meno rispetto alla concorrenza a patto di digerire le emissioni acustiche superiori delle due ventole. Queste ultime vengono vendute da Cryorig anche in versione retail ad un prezzo di 17.99€; cifra, alla luce dei dati registarti, forse troppo elevata per uno sleeve bearing che fa quel che può ma che ovviamente non è in grado di tenere il passo con le soluzioni di fascia alta concorrenti dal medesimo prezzo di acquisto.

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali
Cryorig
Cryorig XF 140
+ ottima qualità costruttiva
+ cavi sleevati
+ ricca dotazione
+ antivibrazionali di serie
+ sei anni di garanzia
+ silenziosa fino a 9v
+ discrete pressioni statiche
+ controllo PWM
 - rumorosa sopra i 1000RPM  ct silver technical   ct medium performance

Cryorig
Cryorig XT 140

+ ottima qualità costruttiva
+ cavi sleevati
+ ricca dotazione
+ antivibrazionali di serie
+ sei anni di garanzia
+ soli 13mm di spessore
+ controllo PWM

- rumorosa fin dallo startup
- basso pescaggio
- basse prestazioni statiche

 ct bronze technical

 Cryorig
Cryorig R1 Universal

+ eccellente qualità costruttiva
+ ricca dotazione di serie
+ sistema di ritenzione a ponte a sei punti di ritenzione
+ esteticamente curato
+ superficie dissipante a doppia densità
+ torre frontale decentrata
+ compatibile con memorie RAM ad alto profilo
+ due ventole di serie con controllo PWM
+ parti in rame nichelate
+ punzonature salde e ben adese alle heatpipes
+ installazione rapida e veloce
+ sei anni di garanzia

- ventole rumorose se mantenute a regimi medi - medio/alti

 ct gold technical  ct high performance

Si ringrazia Cryorig per l'esemplare oggetto dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.


« Indietro 9/9 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM