Recensione Enermax ETS-N30-TAA

enermax ct lab
Dopo la rivistazione delle proposte commerciali in fatto di sistemi di raffreddamento a liquido compatto grazie all'introduzione delle nuove linee di AIO a nome LIQTECH e LIQMAX, Enermax ha apportato a inizio 2014 anche alcune modifiche al reparto air cooling inserendo due nuovi dissipatori sotto la sigla di ETS-N30.

Si tratta di due soluzioni dissipanti di fascia entry level strutturalmente identiche ma equipaggiate con due ventole differenti che vedono per il primo la presenza di una 90mm di colorazione nera e per il secondo, l'ETS-N30-TAA, l'adozione di una T.B. Apollish Advance da novanta millimetri utilizzante led di colorazione blu all'interno della cornice del telaio.
L'articolo di oggi verteà su quest'ultima proposta analizzandone prestazioni termiche, emissioni acustiche e praticità di utilizzo, rimarranno fuori unicamente le misure dei CFM e inH2O essendo l'attuale camera di test per le ventole sprovvista di agganci per ventole al di sotto dei 120mm di diametro ventilante, forniremo di conseguenza una analisi qualitativa della stessa mentre saranno comunque presenti spettro, emissioni acustiche, consumi e RPM.

Seguono le caratteristiche tecniche dichiarate dal costruttore:

enermax
Modello ETS-N30-HE ETS-N30-TAA
Socket compatibili Intel® LGA 775/1150/1155/1156/1366
AMD® AM2/AM2+/AM3/AM3+/FM1/FM2/FM2+
Dimensioni complessive (mm) L 92 x W 79 x H 134
Dimensioni dissipatore(mm) L 92 x W 50 x H 134
Numero di heatpipes 3 x Ø 6mm
Peso (senza ventola) 290 grammi
Materiali Heat Pipes in rame / Alette in alluminio
Pasta termoconduttiva Dow Corning® TC-5121
   
Ventola    
Modello di ventola High Efficiency T.B.Apollish Advance
Dimensioni ventola (mm) 92 x 92 x 25
Velocità ventola (RPM) 800 - 2,800
Portata (CFM) 15.9 - 55.4 14.5 - 50.8
Pressione statica (mm-H2O) 0.36 - 4.37 0.32 - 3.86
Emissioni acustiche (dB(A)) 16 - 28 16 - 27
Tensione nominale (V) 12
LED no LEDs Tecnologia brevettata circular LED light con 9 diodi blu
Connessione 4 pin PWM

 copertina2copertina-1

 


La confezione con la quale l'ETS-N30 si presenta è il classico parallelepipedo in cartone a predominante bianca sulle cui facce trovano spazio alcune foto panoramiche del dissipatore, le specifiche tecniche che lo caratterizzano come riportato in apertura di articolo, disegni tecnici con quote millimetrate per comprendere al meglio gli ingombri, evitando spiacevoli sorprese in fase di montaggio, e una breve descrizione dello stesso con un elenco di features assieme alle foto della dotazione e delle principlai soluzioni tecniche adottate quali l'HDT e la superficie dissipante aerodinamica.

enermax ets-n30 package enermax ets-n30 package2 enermax ets-n30 package3

All'interno la dotazione viene ridistribuita in modo decisamente semplice e spartano, l'unico elemento divisorio risulta essere un'aletta in cartone che divide il dissipatore con relativa ventola dal bundle contenuto all'interno di una busta in plastica a chiusura rapida.
All'interno di essa viene inserita l'intera dotazione che spazia dalla pasta termoconduttiva al sistema di ritenzione,nel dettaglio Enermax ci fornisce:

  • backplate in acciaio lucidato a specchio
  • staffe di ritenzione in acciao
  • quattro viti M4 per fissare le staffe al dissipatore
  • quattro adattatori per il socket Intel 2011
  • quattro rondelle isolanti per evitare cortocircuiti
  • bustina di pasta termoconduttiva monouso
  • libretto di istruzioni in bianco e nero

Enermax ETS-N30 bundle Enermax ETS-N30 bundle2

Ottima risulta la qualità compelssiva, nonostante si stia parlando di un dissipatore di fascia bassa Enermax fornisce una dotazione di ben altra gamma evitando sia i push pin che soluzioni economiche per ciò che concerne l'intero sistema di ritenzione, il quale gode anche di una interessante cura estetica. Unica nota stonata risulta la pasta termoconduttiva fornita in bustina monouso; trattandosi di dissipatore con HDT una siringa con mezzo grammo per 2-3 installazioni sarebbe stata decisamente più indicata.


La T.B Apollish Advance che viene fornita a corredo con l'ETS-N30-TAA viene premontata di fabbrica sul dissipatore tramite l'utilizo di due staffe in plastica che si vincolano alla ventola mediante quattro viti autofilettanti M4 e al dissipatore tramite ulteriori quattro clip in plastica nera che si ancorano in un apposita rientranza del pacco alettato bloccando il tutto.

ETS-N30-TAA-fan-mount ETS-N30-TAA-fan-mount2 ETS-N30-TAA-fan-mount3

Ottima anche in questo caso risulta la cura per i dettagli con le clip che vantano sulla testa della vite quattro antivibrazionali in gomma con il compito di disaccoppiare tutta la struttura ventilante dalla superficie dissipante, soluzione non nuova, già vista con CM, ma che permette di prendere due piccioni con una fava; eliminare le vibrazioni(o gran parte delle stesse) senza utilizzare soluzioni specifiche dal costo sicuramente più elevato.

ets-n30-vibrations

Dal punto di vista strutturale la 90mm in questione vanta un design a soli setti profili palari di colorazione blu che vengono incorniciati da un frame nero che contrasta in maniera significativa con delle lamine adesive argentate poste sul dorso della pala al fine di ricreare in maniera netta e decisa l'effetto ottico a "turbina" con ventola e led accesi. Questi ultimi, nove in tutto, vengono direttamente alloggiati sulla parte interna della cornice offrendo una soluzione tecnica nettamente più sviluppata di quanto non faccia la concorrenza che si limita ad inserire i classici led da 3-5mm sui quattro angoli del frame fermandoli, spesso e volentieri, con della semplice colla a caldo.

enermax tb apollish led enermax tb apollish led2 enermax tb apollish led3

Meno ricercata risulta l'aerodinamica dei profili palari con profili di spinta e di taglio all'aria sostanzialmente lineari, di rilievo risultano unicamente gli angoli di inclinazione delle pale che risultano essere piuttosto accentuati, segno che la ventola che abbiamo di fronte vanta discrete pressioni statiche adatte a lavorare su superfici dissipanti a media densità come quelle dell'ETS-N30 in questione.

impeller-tb-apollish impeller-tb-apollish2

Ottima risulta infine l'estetica con una sleevatura effettuata in calza multiflamento ad alto potere coprente che viene accompagnata da molex in tinta di colorazione nera e ovviamente dall'effetto caratteristico dei led che viene accentuato nelle situazioni di scarsa illuminazione ambientale.

tb-apollish-sleeving tb-apollish-led-effect tb-apollish-led-effect2


La ventola oggetto dall'articolo odierno è stata testata secondo la metodologia di test applicata alle ventole in uso da diversi anni all'interno dei nostri locali; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

 


Nome ventola:Enermax T.B. Apollish Advance 90mm
tb-apollish-data

Analisi spettrometrica emissioni acustiche
Verde: background
Nero: +7 volts - azzurro: +12 volts
tb-apollish-90-spectrum

Video in alta definizione - Audio a 16Bit


Rimossa la ventola l'ETS-N30-TAA si propone come un dissipatore a torre da 134mm di altezza all'interno dei quali trova collocazione una superficie dissipante formata da quarantadue alette in alluminio che vengono alimentate da tre heatpipes da sei millimetri di diametro a doppio punto di condensazione e singolo di evaporazione.

enermax-ets-n30-heatsink enermax-ets-n30-heatsink2

La base vanta una lavorazione che prevede l'adozione di un HDT(heatpipes a diretto contatto) di seconda generazione intervallato da quattro profili in alluminio dati dal monoblocco superiore sprovvisto di dissipatore di buffer ma che svolge tuttavia funzioni di ritenzione delle staffe in acciaio laterali grazie alla presenza dei relativi fori M4 per le relative viti. Buona risulta nel complesso l'implementazione della tecnologia con la zona centrale, a contatto con l'ihs, ben equilibrata e priva di grosse insenature se pur le stesse, presenti ai lati, diano più di qualche noia in fase di pulizia post installazione.

enermax-ets-n30-base enermax-ets-n30-base2

 Parte a maggior rilievo tecnico risulta la testa, non tanto per le particolari tecnologie che implementa ma perchè mette in risalto quello che la superficie dissipante ospita. Il dissipatore in oggetto è equipaggiato infatti da due nuove tecnologie di casa Enermax a nome Stack Effect Flow (SEF) e Vacuum Effect Flow (VEF), si tratta di due migliorie sotto il profilo aerodinamico che permettono con la prima di ottenere una miglore ridistribuzione dei flussi all'interno del pacco alettato, massimizzando l'asporto termico in arrivo dall'aria, mentre la seconda (VEF) sfutta la depressione creata dai flussi della ventola per poter aspirare ulteriore aria all'interno del dissipatore che a tale scopo ha laterali chiusi solo in posizione centrale lasciando le parti più esterne aperte al fine di consentire il corretto funzionamento di tale tecnologia che con l'ETS funziona in maniera esemplare tanto che tra gli 8 e i 9v si sente in maniera netta l'entrata in funzione di tale finezza fisica.

ETS-technology  ETS-technology2

sef big

vef big

In ultima analisi, trattandosi di un dissipatore entry level, abbiamo l'asssenza delle saldature in lega tra le heatpipes e le alette dissipanti, al loro posto abbiamo le consuete punzonature che tramite un risvolto in alluminio dell'elemento dissipante vengono strette attorno alle HP con le quale scambieranno il calore per convenzione.

ets-soldering


La metodologia di test applicata all'Enermax ETS-N30-TAA in analisi si appoggia al nuovo organico di strumentazione in dotazione a Coolingtechnique.com, si utilizzano nel dettaglio carichi termici sintetici pilotati in digitale tramite Pulse Width Modulation con sorgenti schermate sia per contatto che per irraggiamento nel campo degli UV.
Ulteriori informazioni cosi come l'intera metodologia di test possono essere visionate al seguente indirizzo web:
Raffreddamento aria,liquido ed extreme cooling - Simulatori di carico Revisione 2.0

Enermax ETS-N30-TAA @50 CFM 0,75mmH2O--->Reference fan
T1=Temperatura sorgente
ets-reference

Enermax ETS-N30-TAA Stock cooling (dichirati 50,8CFM a 3,8mmH2O)
T1=Temperatura sorgente
ets-stock

Comparazione con prodotti di terzi
@50CFM @0,75mmH2O
ets-reference-fan

Comparazione con prodotti di terzi
Stock cooling (dichirati 50,8CFM a 3,8mmH2O)
ets-stock-terzi

 Collasso termico
collasso


Con la nuova linea di dissipatori ETS-N30, Enermax, prova ad insinuarsi nel mercato di fascia bassa per il raffreddamento ad aria per processori di vecchia e nuova generazione, facendolo tra l'altro in maniera decisamente interessante.
Le nuove soluzioni dissipanti non sono infatti il classico sterile dissipatore monotorre con push pin, punzonature e basso prezzo di acquisto ma risultano essere dei prodotti che ricalcano comunque lo stile aziendale; la versione TAA recensita in queste pagine porta a tal proposito ampi segni di tale politica, mettendo ben in risalto lo zampino di Enermax sia sul backplate di ritenzione che nella ventola con l'innovativa disposizione dei led nella cornice interna della struttura ventilante. A ciò si affiancano le tecnologie VEF e SEF della struttura dissipante che permettono di massimizzare le prestazioni del dissipatore contenendo al tempo stesso le dimensioni. Di fatto andiamo ad acquistare un entry level ma si tratta di un entry level che ha sicuramente stile.
Sotto il piano delle prestazioni la ventola, impatto estetico a parte, si comporta in maniera discreta lungo tutto l'arco comportamentale, gli unici appunti che si possono muovere al suo confronto sono i led che si accendono solo sopra i 7v nonostante lo startup sia a 5v, e la presenza di uno spettro di emissione acustica che evidenzia parecchio "sporco" a +12v dove la ventola va ad emettere su frequenze medio-alte ben udibili collocate fra il KHz e i 4 KHz.
Dal canto suo il dissipatore con ventola reference si difende in maniera egregia fino a carichi di 90/100W dove si assesta tra i 4 e i 6°C dai top di gamma mentre oltre tale soglia iniziano ad emergere i primi problemi di gestione termica dovuti alla scarsa superficie dissipante(ricordo che monta una 90mm), qui si stacca nettamente dalla fascia alta e si attesta sulla diretta concorrenza facendo segnare valori similari al Rijintek Themis fino a 150W dove entra in collasso termico iniziando ad innalzare l'intera temperatura del pacco alettato nonstante la ventilazione attiva.
Medesimo comportamento lo abbiamo con ventola stock se pur la stessa risulti inferiore alla reference e gli assegni qualche grado in più ai medi ed alti carichi, qui la soluzione di Enermax può comunque fare ben poco se paragonata agli avversari in esame e agli AIO entry lvl come il 120v di CM; le ventole nettamente più performanti e una maggiore estensione lamellare di tali soluzioni scavano un profondo solco relegando l'ETS nella parte alta del grafico di riferimento, risultato scontato non essendo questo il campo su cui la soluzione in oggetto vuole dare battaglia.
Ultimo parametro su cui spendere due parolerisulta il prezzo, in data odierna l'ETS-N30-TAA recensito ha un prezzo di vendita in Italia di circa 29,00€ tasse incluse; cifra che si colloca tra la fascia bassa e la media del settore di riferimento e che rispecchia nei fatti quello che il dissipatore offre. Se state cercando un buon dissipatore capace di tenere a bada 100/120W di carico che costi poco e che abbia un occhio di riguardo verso l'estetica il prodotto in esame è sicuramente una valida scelta grazie anche al controllo PWM di cui gode e all'HDT che lo rendono una soluzione polivalente multiarchitettura.

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali

 enermax

 Enermax ETS-N30-TAA

+ottima qualità dei materiali
+backplate di ritenzione in acciaio
+esteticamente curato
+ventola dotata di PWM
+competitivo fino a 100-125W
+bassi ingombri
+prezzo di acquisto

-ventola rumorosa a tensione nominale
-emissioni sullo spettro tra il KHz e i 4KHz a 12v
-pasta termoconduttiva monouso

  ct best value

Si ringrazia Enermax per l'esemplare oggetto dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.