Recensione Cooler Master Hyper 612 V2

 

Il nuovo 612 V2 di casa Cooler Master che abbiamo analizzato nel corso dell'articolo odierno si è dimostrato un prodotto capace di dare lustro ed uno nuovo significato alla serie Hyper a cui appartiene grazie a tecnologie di ultima generazione, attenzione per i dettagli, silenziosità e soprattutto prestazioni termiche.
Impeccabile è risultata la lavorazione e la qualità costruttiva che nonostante abbia a che fare con un dissipatore davvero complesso dal punto di vista realizzativo non ammette la minima pecca; a supporto ciò abbiamo la realizzazione dell'HDT che risulta completamente priva di difetti con superficie di contatto planare e margini di connessione tra le varie heatpipes ridotti all'osso. Si tratta di un chiaro segno dell'importante "know how" che sta dietro un'azienda come Cooler Master che di fatto innovava e continua ad innovare un mercato per certi aspetti stagnante.
Molto interessante è risultata anche la scelta della dotazione che prevede oltre agli accessori di rito, la fornitura di un backplate in plastica utilizzante clip scorrevoli con perno in acciao per la selezione rapida del socket in grado di semplificare parecchio le fasi di installazione del sistema sulla scheda madre; a questo si unisce un ponte di ritenzione che se da un lato obbliga l'utilizzo di un cacciavite a stella da parte dell'utente, dall'altro permette di mantenere un dissipatore di buffer sulla base del dissipatore al fine di gestire le fasi a bassi carichi termici.
Rimanendo nel campo della dotazione non possiamo non nominare la 120mm fornita a corredo che va analizzata per il campo di utilizzo verso cui è rivolta; l'Hyper 612 V2  è infatti un dissipatore votato alla bassa resistenza aerodinamica che di conseguenza può lavorare in maniera corretta anche con basse pressioni statiche al fine di favorire il contenimento delle emissioni acustiche complessive, questo per dire che la ventola che il costruttore ci mette a disposizone non fa altro che ricalcare proprio tale linea guida sebbene non sia ovviamente il meglio sulla piazza, vuoi per il motore di poco superiore ad uno sleeve bearing o per il profilo palare che non risulta in grado di competere con le specialiste da 15/20 euro l'una.
Nel complesso comunque risulta una ventola adatta al dissipatore grazie al mmH2O accompagnato dai 60CFM esercitati a piena potenza che garantiscono l'apporto d'aria richiesto dal 612 V2 per poter operare in scioltezza anche a potenze termiche elevate.

Proprio su quest'ultime il dissipatore sorprende e come visto per altre soluzioni similari abbiamo una gestione dei watts che risulta ampiamente comparabile con la fascia alta del mercato; decisamente interessanti sono a tal proposito i carichi intermedi e medio alti dove l'Hyper 612 V2 ottiene prestazioni anche di 4°C inferiori alla diretta concorrenza come il Raijintek Ereboss e il nuovo X2 Eclipse IV mentre i bitorre si assestano su valori mediamente inferiori di un paio di gradi, gap che si dilata ai bassi carichi dove nonostante il dissipatore di buffer la soluzione di Cooler Master sembra che fatichi a raggiungere un punto di condensazione utile all'interno del pacco alettato a causa dell'ampia escursione delle heatpipes dovuta al disallineamento delle alette rispetto all'asse centrale.
E' tuttavia agli alti carichi che il nuovo Hyper sorprende andando a far compagnia al nuovo Zalman FX70 che trova finalmente il suo primo compagno nella battaglia diretta con i bitorre, i quali nonostante i 300W di carico non si avvantaggiano in maniera sensibile nei confronti di questa nuova generazione di soluzioni dissipanti che massimizzano ogni singolo CFM in arrivo dalla ventola grazie alla riduzione certosina dei coefficienti di resistenza aerodinamica.

Ulteriore parametro fondamentale nell'analisi del dissipatore in oggetto risulta infine il prezzo di acquisto, il Cooler Master Hyper 612 V2 sarà infatti disponibile  partireda metà ottobre presso la rete di vendita ufficiale del marchio ad un prezzo consigliato di 49,90€ tasse incluse, esborso finanziario che risulta sostanzialmente inferiore alla fascia enthusiast del settore se pur offra, nella maggior parte delle casistiche, prestazioni del tutto similari ovviando inoltre alla spinosa questione delle incompatibilità meccaniche; a buon intenditor.....

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali

 coolermaster

 Cooler Master Hyper 612 V2

+Ottima qualità dei materiali
+Costruzione esente da difetti
+HDT di terza generazione
+Eccellenti prestazioni termiche
+Sistema di ritenzione a sei punti di ancoraggio
+Controllo PWM
+Basse emissioni acustiche
+Struttura arretrata per evitare incompatibilità meccaniche
+Installazione semplificata
+Struttura dissipante versatile

- necessari attrezzi per il montaggio

ct gold technical

ct best performance

Si ringrazia Cooler Master Italia per l'esemplare oggetto dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.

 


« Indietro 8/8 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM