Recensione Phanteks PH-TC12LS e PH-TC14S

 

Estratto dalla propria sede protettiva e rimossa la relativa ventola tramite le opportune quattro viti, il PH-TC12LS si mostra come un dissipatore utilizzante un layout ad L a singola torre dissipante con pacco alettato in alluminio che viene alimentato da una matrice di sei heatpipes da se millimetri di diametro a singolo punto di evaporazione e di condensa, queste vengono inoltre rivestite con un trattamento superficiale al nichel al fine di prevenire la naturale ossidazione del rame.

phanteks ph-TC12LS heatsink phanteks ph-TC12LS heatsink2 phanteks ph-TC12LS heatsink3 phanteks ph-TC12LS heatsink4

Notevole risulta la colorazione delle alette che prevedono il caratteristico rivestimento ceramico P.A.T.S (Physical Antioxidant Thermal Shield) che oltre a conferire un nero opaco promette, su carta, di aumentare in maniera apprezzabile lo scambio termico dell'alluminio schermando lo stesso dall'irraggiamento termico in arrivo da gpu, mosfet e nordbridge.
Apprezzabile risulta inoltre la lungimiranza di Phanteks nel non inserire alette sopra al ponte di ritenzione  mantenendo al contempo la continuità delle heatpipes coinvolte, questo permette a fronte di una perdita prestazionale sostanzialmente trascurabile ai medi ed alti carichi,di agevolare in maniera netta le fasi di installazione del prodotto che non obbligherà l'utente nel dover utilizzare una scomoda chiave inglese.
Sostituita, in questo caso, da un più semplice cacciavite con testa a stella che dovrà passare esattamente tra l'intercapedine creata tra pacco alettato e tubo di calore andando a stringere il ponte centrale sulle clip di ritenzione inferiori ancorate al backplate.
La base, vero fulcro del dissipatore, è costituita da un monoblocco superiore in alluminio che interseca le sei heatpipes e un coldplate in rame elettrolitico rettificato e nichelato integralmente; quest'ultimo vanta una levigatura superficiale se pur non presenti una rifinitura a specchio ma una superficie ruvida al fine di aumentare la zona di contatto tra base, pasta termoconduttiva e ihs del processore.

ph-tc12ls base ph-tc12ls base2 ph-tc12ls base3

Presenti risultano le saldature in lega se pur le stesse siano nascoste ad arte dalla casa per evitare anche il minimo disturbo estetico che a tal proposito vede anche dei cappucci neri per le parti estreme delle heatpipes come chiaramente visibile nelle foto di cui sopra.

tc12ls soldering fins

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM