Recensione Noctua NH-L9x65

 

Estratto dai propri elementi protettivi l'NH-L9x65 si presenta all'utente come una soluzione "ready to run", Noctua fornisce infatti il dissipatore con ventola e ponte di ritenzione già premontati relegando all'utente solo le operazioni di posa della pasta termoconduttiva e di montaggio del backplate con le relative staffe di ritenzione.
Per ciò che concerne la soluzione ventilante, essa viene fissata alla superficie dissipante mediante l'uso di due clip in acciaio decisamente semplici sia da rimuovere che da installare, a questi si aggiungono gli angolari in elastomero della ventola che permettono di disaccoppiare il telaio dalle alette al fine di evitare fastidiosi fenomeni di risonanza che risultano essere dietro l'angolo date le ridotte dimensioni del pacco alettato.

noctua nh-l9x65 heatsinkwfan noctua nh-l9x65 heatsinkwfan2 noctua nh-l9x65 heatsinkwfan3

Da notare risultano il posizionamento delle viti di ritenzione del ponte centrale, dalle foto di cui sopra si può vedere che le stesse vengono annegate all'interno delle alette mediante oppurtune sedi; di conseguenza, per poter installare il dissipatore sarà obbligatorio rimuovere la ventola e utilizzare il cacciavite con punta a stella fornito in dotazione. Prestate massima attenzione quando rimontate la 90mm e verificate che gli angolari siano effettivamente tra il dissipatore e il telaio della ventola; qualche millimetro più infuori e avrete le vibrazioni direttamente sulla scheda madre.

noctua nh-l9 fan retention  noctua nh-l9 fan retention2

Rimossa anche la ventola, l'NH-L9x65 risulta essere un dissipatore con flussi perpendicolari alla scheda madre adottante un pacco alettato in alluminio alimentato da una matrice formata da quattro heatpipes da sei millimetri di diametro L design, singolo punto di evaporazione e di rugiada, che vengono disposte dal costrutture secondo uno schema simmetrico che prevede il posizionamento di due heatpipes per lato disposte su file parallele che si estendo per l'intera lunghezza della superficie dissipante.

noctua nh-l9x65-heatsink-side noctua nh-l9x65-heatsink-side2 noctua nh-l9x65-heatsink-side3

Parte superiore ed inferiore del dissipatore risultano piuttosto standard, la testa prevede sostanzialmente una superficie planare che sfoggia tutte le 50 alette di cui è costituito l'NH-L9x65 offrendo una superficie di appoggio ad alta resistenza aerodinamica alla 90mm in immissione sopra di essa; da qui riusciamo ad intravedere anche il percorso dato alle HP e il monoblocco di ritenzione inferiore che a causa del ponte centrale non ospita alcun dissipatore di buffer forte anche delle ridotte dimensioni.

Noctua nh-l9x65-top
Passando alla base abbiamo la solita superifcie di contatto Noctua, un monoblocco in rame rettificato a macchina successivamente rivestito al nichel senza apportare una levigatura superficiale a specchio al fine di massimizzare lo scambio termoconduttivo tra ihs e dissipatore.

noctua nh-l9x65 base noctua nh-l9x65 base2

Immancabili infine le consuete saldature in lega Sn/Ag, timbro indelebile del costruttore austriaco che oltre a dare una solida resistenza meccanica al prodotto consentono di massimizzare gli scambi termici evitando perdite prestazionali dovute a cattivi contatti tra le varie interfacce termiche che fisicamente costituiscono un dissipatore vedesi banalmente il passaggio di energia termica tra heatpipes e alette o più a monte tra base e heatpipes stesse.

Noctua nh-l9x65 soldering


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM