Recensione Mars Gaming MCPU2

Con il mondo del gaming elettronico in continua ascesa anche nel vecchio continente sulla falsa riga di quanto visto in America e in Asia, sempre più produttori attivi sul suolo europeo dedicano intere sezioni del proprio catalogo al settore del gioco digitale sviluppando accessori e componenti appositamente pensati, sviluppati e creati per fornire prestazioni ed estetica a chi ricerca una soluzione che possa distinguersi dalla massa.
Una delle aziende attive in tal senso e di cui andremo a parlarvi oggi risulta essere Mars gaming, divisione di Tacens che risulta essere un'azienda presente in Italia e non solo da un decennio e che negli ultimi anni ha deciso di aggredire i mercati emergenti come quello del gaming; per far ciò annovera a listino le tanto amate tastiere meccaniche a cui si affiancano tutta una serie di gadget e periferiche appositamente sviluppate per il settore che ovviamente non poteva escludere anche la ventilazione forzata che spazia dagli chassis fino alle ventole da 120mm passando per i dissipatori per CPU.
Su questi ultimi, o meglio sull'MCPU2 verterà la recensione di oggi che abbraccia direttamente il top di gamma aziendale.

Seguono le caratteristiche tecniche dichiarate dal produttore:

mars gaming
Modello
MCPU2
 
Tipo
Doppia torre verticale semi-indipendente
 
Compatibilità
Intel:  Socket LGA 775/1150/1155/1156/1366/2011/2011-3
AMD: Socket AM2/AM2+/AM3/AM3+/FM1/FM2/FM+/FM2+
 
Colore
Nero
 
Materiali
Rame e alluminio
Rivestimento nano-ceramico
 
Modello ventola
S922512P
 
Dimensioni ventola
92x92x25mm simmetrica full frame
 
Ventole compatibili
92x92x25mm (1 pezzo)
 
Geometria delle pale
Sette elementi convenzionali
 
RPM
2200 RPM con controllo PWM
 
Portata
42.5 CFM
 
Pressione statica massima
non dichiarata--> vedere rilevazioni strumentali di CT a pagina 6
 
Emissioni acustiche
20 dB(A)
 
Potenza assorbita
1.44 W
 
Corrente assorbita (Ampere)
0.12 A
 
Tensione nominale
12 V DC
 
MTBF
30000 ore
 

Dimensioni dissipatore a regime

L93 mm x W75 mm x H125 mm
 
Peso dissipatore con ventola
400.0 grammi
 
Garanzia
2 Anni
     mcpu2 1 mcpu2 4

 

 


Che il dissipatore che avremo fra le mani sarà nero viene messo fin da subito fuori da ogni ragionevole dubbio già dalla confezione, Mars gaming infatti fornisce il dissipatore in questione all'interno di una scatola dove trionfa il nero in ogni sua minima parte sebbene, converrete con me, che mettere delle foto di un prodotto nero su uno sfondo nero non sia, ovviamente, la scelta più furba di questo mondo soprattutto perchè non va a valorizzare quella che è una delle caratteristiche principali della soluzione dissipante.
Ad ogni modo il packaging prevede una zona frontale riportante il logo di mars gaming e della casa madre Tacens a cui si accostando alcune delle principali caratteristiche e il supporto offerto ai socket di Intel ed AMD, molto semplice risulta anche il lato opposto che si limita a riproporre due foto da angolazioni diverse mentre i lati corti ospitano una descrizione del dissipatore in sette lingue diverse, tra cui anche l'italiano, le caratteristiche tecniche riportate in apertura di articolo e i loghi di conformità della comunità europea e RoHs per il rispetto ambientale grazie all'assenza dei metalli pesanti e di elementi ad alto impatto ambientale.

mcpu2 package3

mcpu2 package4 mcpu2 package mcpu2 package2

All'interno della scatola troveremo il bundle contenuto in una busta di plastica richiudibile, esso propone la fornitura di sistemi di ritenzione in acciaio per AMD e in plastica per Intel tramite l'adozione di push pin proprietari che si ancora direttamente al pcb della scheda madre. Oltre a ciò a nostra disposizione avremo un tubetto di pasta termoconduttiva con ben 9W/mk dichiarati di conducibilità termica e un libretto, pardon, un foglio di istruzioni in bianco e nero che ci sarà ben poco utile durante le fasi di assemblaggio; nonostante infatti si utilizzi un sistema di ritenzione proprietario, almeno per quanto riguarda Intel, Mars gaming si limita a fornire istruzioni del tutto sommarie decisamente poco utili al fine ultimo del prodotto, nulla di insormontabile ma qualche pagina di testo in più sarebbe stata decisamente di aiuto soprattutto per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo.

mcpu2 bundle mcpu2 bundle2

Per i posteri; il sistema prevede l'adozione di cornici in plastica da installare sulla scheda madre un po come visto con Asetek sui primi AIO, questo si effettua con l'Intel 2011 semplicemente posizionando sopra i fori del backplate posteriore la cornice in plastica specifica, avvitando successivamente le quattro viti in acciaio fornite in dotazione e visibili nella foto di cui sopra.

mcpu2 socket

Per il 775 e la seie 115* invece la cosa si fa più complessa e necessita prima di tutto l'inserimento della camica esterna trasparente dei pin all'interno della staffa in plastica nera facendo attenzione che i cursori laterali entrino da prima nelle opportune sedi ed , in un secondo luogo, scorrano liberamente all'interno dei binari ricavati sulla cornice esterna. Di seguito le immagini esplicative, da sinistra a destra: inserimento con allineamento delle guide, cursore inferiore e superiore.

Inserimento Cursori inferiori Cursori superiori
push pin mcpu2 push pin mcpu2-2 push pin mcpu2-3

Una volta effettuato il procedimento per tutti e quattro gli angoli possiamo spostare l'assieme sui relativi fori della scheda madre e inserire i pin neri premendo fino in fondo fino a quando non sentiremo un deciso clack, questo è il rumore che identifica l'apertura dei pin in plastica al di sotto del PCB vincolando la struttura alla scheda madre. Essenziale in questi casi è la pazienza e la mano ferma, operiamo pur sempre con plastica spessa pochi millimetri e se rompiamo un dente siamo di fatto senza l'intero sistema di ritenzione.

push pin bottom

Interessante risulta la pasta termoconduttiva fornita in dotazione che come anticipato poc'anzi risulta essere accreditata di 9W/mk; un valore di conducibilità termica di tutto rispetto e che a fronte del colore e della densita del composto sembra prevedere la presenza di ioni di argento ricalcando alcuni dei migliori composti termici sul mercato, grazie anche alla viscosità che la rende decisamente semplice da applicare.

mcpu2 thermal-grease  mcpu2 thermal-grease2

 


 L'MCPU2 si presenta come un dissipatore sicuramente particolare che punta molto sull'estetica cercando di offrire al tempo stesso ottime prestazioni in ambito gaming; per far ciò sviluppa una struttura a doppia torre parallela dalle dimensioni di 93 x75 x125mm all'interno delle quali si estende un pacco alettato in alluminio a resistenza aerodinamica variabile alimentato da quattro heatpipes da sei millimetri di diametro a doppio punto di rugiada e singolo di evaporazione. Queste si interfacciano a loro volta con l'IHS del processore mediante un monoblocco in alluminio munito di dissipatore di buffer ed implementante un HDT di terza generazione sulla superficie di contatto.

 Cavallo di battaglia su cui Mars gaming ha puntato molto risulta essere il rivestimento superficiale nano ceramico di colorazione nera che interessa per intero il dissipatore e che svolge tre funzioni indipendenti:

  • aumento esponenziale della superficie di scambio termico con l'aria grazie alla porosità del materiale
  • protezione delle parti in rame rame e alluminio dalla naturale ossidazione
  • impatto estetico caratteristico dei composti ceramici (nero opaco)

mars gaming mcpu2 heatsink

mars gaming mcpu2 heatsink2 mars gaming mcpu2 heatsink3 mars gaming mcpu2 heatsink4

A completare il profilo estetico si aggiunge inoltre il top dell'MCPU2 che presenta una placca estetica in alluminio spazzolato, sempre di colorazione nera, riportante il logo dell'azienda al centro del dissipatore che cela sotto di se la ventola da 92mm premontata sulle superfici dissipanti e tenuta in sede mediante l'adozione di quattro viti autofilettanti M4 come vedremo nella pagina seguente.

mcpu2 top

Scendendo lungo la superficie radiante dell'MCPU2 troviamo il pacco alettato che utilizza una struttura 3D sulle alette che danno verso l'esterno mentre all'interno il lavoro della 92mm viene facilitato dalla presenza di geometrie triangolari ai lati dela pacco alettato, queste hanno il compito di ridurre in maniera sensibile i coefficienti di attrito aerodinamico li dove, tra l'altro, trovano collocazione le quattro heatpipes disposte in maniera simmetrica su due colonne per parte massimizzando cosi lo scambio tra le hp stesse e i flussi generati dalla ventola.

mcpu2 fins array mcpu2 fins array2

 Per ciò che riguarda invece il monoblocco centrale, abbiamo una struttura in alluminio che integra un dissipatore di buffer alettato al cui centro viene ancorato il ponte di ritenzione in acciaio lucidato a specchio mediante l'utilizzo di una comune vite M4 con testa a stella:

buffer heatsink buffer heatsink2

Sotto di esso si nasconde il cuore pulsante del dissipatore che prevede una superficie di contatto con HDT, heatpipes rettificate e messe a diretto contatto con l'IHS, munita di quattro heatpipes che vengono intervallate dal buffer in alluminio del dissipatore superiore e dislocate a coppie di due all'interno della matrice di scambio termico, con le due HP centrali che interessano due pacchi aletti differenti al fine di dividere su entrambe le torri il carico termico in arrivo dalla CPU mentre le due più esterne si occupano del calore in arrivo per conduzione facendo da supporto alle due centrali durante le fasi ad alto carico.

mars gaming mcpu2 base mars gaming mcpu2 base2 mars gaming mcpu2 base3

Assenti, o meglio quasi superflue a causa del rivestimento ceramico, risultano le saldature in lega tra le varie interfaccie termiche sebbene il rivestimento stesso oltre a risultare abbastanza delicato presenta, nel nostro esemplare, diverse sbavature sfuggite al controllo qualità aziendale che riteniamo corretto segnalare; nulla di particolarmente grave ma che i più attenti avranno già notato anche nelle foto precedenti sebbene influenzino in minima parte l'impatto estetico sicuramente tra i più impressionanti ed appaganti per la sua "rarità".

mars gaming nano ceramic coating mars gaming nano ceramic coating2 mars gaming nano ceramic coating3

 


 La soluzione ventilante scelta da Mars gaming per il suo MCPU2 risulta essere una 92x92x25 mm incassata all'interno delle due torri dissipanti tramite il supporto offerto dalla staffa superiore, essa si presenta alla luce del sole come una ventola full frame utilizzante un layout a sette elementi soffianti di colorazione rossa, inseriti all'interno della cornice esterna nera e muniti di un adesivo estetico posto sul coperchio del motore se pur lo stesso non sia, ovviamente, visibile a ventola montatata sul dissipatore.

mars gaming fan mcpu2 mars gaming fan mcpu2-2 mars gaming fan mcpu2-3

Sotto il profilo tecnico la ventola in questione, marchiata S922512P, non offre particolari spunti su cui riflettere; il motore stando alla casa utilizza un non meglio precisato "Hydraumatic", che date le 30.000 ore di MTFB risulta con larga probabilità un comune ball bearing con qualche accortezza in più. Sullo stesso piano risultano anche le pale che presentano geometrie convenzionali con linee di spinta e di taglio all'aria prive di appendici aerodinamiche e con angolazioni comuni che prevedono angoli accentuati nei pressi del motore via via inferiori mano a mano che ci spostiamo verso l'esterno, al fine di armonizzare i flussi in uscita dal cono d'aria posteriore.
Unica piccola accortezza in questo caso la abbiamo sulle punte delle pale che vengono arrotondate prevenendo fruscii e sibili agli alti regimi di rotazione che darebbero sensibilmente fastidio in ambito daily use.

mars fan impeller mars fan impeller2

Nota positiva riguarda i cavi di alimentazione ed il relativo molex di connessione a quattro pin PWM, questi godono tutti di una ottima qualità e vantano uno sleeve in calza multifilamente di colorazione nera che permette di coprire per intero i quattro cavi dando al tutto il conseto tocco di praticità ed estetica.

mars gaming fan sleeve

 


La Mars gaming appena visionata è stata testata secondo la metodologia di test applicata alle ventole in uso da diversi anni all'interno dei nostri locali; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

 


 

 

 

Nome ventola:Mars Gaming S922512P PWM 92mm
mars gaming fan data 

Analisi spettrometrica emissioni acustiche
Oro: background
Verde: +7 volts - Viola: +12 volts
mars spectrum

Non si evidenziano fenomeni di risonanza particolari con controllo in tensione.

Video in alta definizione - Audio a 16Bit

92 millimetri
comparazione con prodotti di terzi
Db(A)/CFM (Rumorosità) Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni su curva P/Q) RPM/CFM(Pescaggio)
 dba-cfm pq curve  rpm cfm 

 


La metodologia di test applicata all'MCPU2 in questione si appoggia all'organico di strumentazione in dotazione a Coolingtechnique.com, si utilizzano nel dettaglio carichi termici sintetici pilotati in digitale tramite Pulse Width Modulation con sorgenti schermate sia per contatto che per irraggiamento nel campo degli UV. A causa inoltre del particolare sistema di dissipazione in analisi, cosi come fatto per gli altri dissipatori muniti di ventola da 90mm, si è optato per testare la soluzione dissipante con la sua ventola stock in grado di generare 51CFM ad una pressione di 1mmh2O; sarà quindi valutato l'intero pacchetto dissipante offerto.

Ulteriori informazioni cosi come l'intera metodologia di test possono essere visionate al seguente indirizzo web:
Raffreddamento aria,liquido ed extreme cooling - Simulatori di carico Revisione 2.0

Mars gaming MCPU2 ≈51 CFM 1,00 mmH2O--->Testing fan
T1=Temperatura sorgente

mars gaming performance

 

Comparazione con prodotti di terzi @ Standardized flows
thermal performance

Dal grafico si evidenzia una problematica di riflusso dell'azeotropo a 300W, nonstante infatti la posizione verticale che agevola il riflusso del lqiuido in pressione, la capillarizzazione interna delle HP sembra fatichi a tenere il passo agli alti carichi termici, questo porta al caratteristico saliscendi ben evidente a 300W dove al posto di una curva livellata abbiamo archi temporali segnati da temperature in discesa(azeotropo in evaporazione) e di salita che eviddenziano una insufficiente evaporazione dello stesso dovuta, verosimilmente, ad un insufficiente ritorno in base del liquido di scambio termico su cui sono basate le HP.

azeotropo

 

 Eventuale collasso termico riscontrato / carico massimo consigliato sul lungo periodo, piano di test parallelo al suolo.
collasso

 


Con L'MCPU2 Tacens e il suo ramo Mars Gaming cercano di entrate in un settore molto complesso ed estremamente agguerrito su tutti i fronti come quello dell'hardware cooling; per far ciò utilizzano un politica per certi aspetti vincente offrendo quello che nessun altro costruttore attualmente offre sul mercato ovvero un rivestimento nano ceramico sicuramente particolare che da al dissipatore un aspetto unico ed invidiabile.
Tutta l'estetica più generale gode di una cura ai vertici di categoria tanto che la soluzione in oggetto non sfigurebbe per nulla se messa a confronto con i big del settore, anzi probabilmente i gamer incalliti punterebbero dritti all'MCPU2 senza nemmeno pensarci due volte tanto è particolare ed accattivante.
Buona è risultata anche la qualità costruttiva nel complesso, al netto delle due zone private di vernice, il dissipatore risulta strutturalmente solido con un ponte centrale in acciaio flessibile e comodo sia da mettere che da togliere grazie alle ampie clip laterali facilmente azionabili anche a mano nuda.
Ci sono però degli aspetti tecnici che esulano dall'estetica in se e che meritano di essere approfonditi; se infatti per AMD il sistema di ritenzione ricalca quello stock consigliato dal produttore per la CPU, per Intel Tacens va inutilmente a complicarsi la vita offrendo un sistema a push pin proprietari, fragile ed inutilmente complesso; se a questo aggiungiamo poi un libretto di istruzioni del tutto sterile la frittata è fatta; il classico sistema di ritenzione con backplate e staffe multisocket sarebbe stato sicuramente più pratico e avrebbe garantito un'affidabilità sul lungo periodo sicuramente maggiore. A questo si aggiunge una problematica di gestione del carico termico che oltre a non incrociare le heatpipes all'interno della base, portando a torri con temperature differenti, soffre di un lento ritorno dell'azeotropo(il liquido in pressione contenuto nelle HP) che agli alti carichi non sembra essere in grado di sopportare la mole di calore risultando in un continuo saliscendi delle temperature; consigliamo pertanto di non andare oltre i 150W per questo genere di soluzione se pur un suo superamento viene comunque gestito in qualche modo da parte dell'MCPU2.

Discorso diverso vale invece per i medi e i bassi carichi termici, qui l'MCPU2 lascia sul campo circa 3°C nei confronti di soluzioi analoghe di Noctua e Phanteks munite di più heatpipes e saldature in lega, battagliando unicamente con l'NH-L9x65; il perchè è da ricercarsi oltre che nel rivestimento ceramico anche nella ventola da 92mm fornita in dotazione; questa sebbene offra un eccellente rapporto CFM/dB(A) che le permette di generare 51CFM con soli 18 decibel, affiancandosi alle Noctua NF-B9, dall'altro non offre una pressione statica sufficiente a far lavorare in maniera ottimale il pacco alettato che dal canto suo fa il possibile sia in termini di abbattimento del coefficiente di resistenza termica che di scambio termico con l'aria. Davvero un peccato che tuttavia lascia ampi margini di miglioramento a chi volesse acquistare il dissipatore in questione che risulta sicuramente capace di limare gran parte di quei tre/quattro gradi che la separano dai top di gamma avversari con una ventola maggiromente votata alle pressioni statiche sui pacchi alettati.
Per ciò che concerne l'ultimo aspetto fondamentale, ovvero il prezzo, il Mars Gaming MCPU2 viene attualmente proposto sul suolo italiano ad una cifra di 35.90€ tasse incluse presso i partner nazionali del marchio BPM Power, Romapcpoint ed e-key; valore di circa 15€ sotto la diretta concorrenza che lascia proprio quel margine economico per un possibile update facendo diventare la soluzione in questione particolarmente interessante sia sotto il piano estetico che prestazionale.

Nome prodotto PRO CONTRO

mars gaming

MCPU2

+buona qualità costruttiva
+dissipatore strutturalmente solido
+rivestimento nano ceramico integrale nero opaco
+hdt di terza generazione sulla base
+dissipatore di buffer
+pasta termoconduttiva di fascia alta
+ventola silenziosa
+esteticamente curato
+controllo PWM
+superficie dissipante a densità variabile

-sistema di ritenzione per i socket intel 775/115* in plastica
-minori difetti di verniciatura
-basse pressioni statiche della ventola

RICONOSCIMENTI
ct silver technical 

Si ringraziano Mars gaming e il suo distributore italiano DealerPoint.it per il sample oggetto dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.