Recensione Enermax ETS-T50 AXE

Giungiamo quindi alla battute finali anche di questa analisi dell'ETS-T50 AXE con il quale Enermax tenta di portare una ventata di novità in un settore complesso e aspramente combattuto come quello dell'air cooling. Ovviamente per far ciò il costruttore taiwanese, come abbiamo potuto osservare, non si è limitato a proporre un dissipatore con qualche apporto tecnico quà e là ma ha voluto proporre una soluzione dissipante che proponesse al tempo stesso tecnologie di avanguardia unite ad un impatto estetico secondo a nessuno, servendo un pacchetto estremamente valido sia per chi sia alla ricerca di prestazioni sia per chi ama la personalizzazione del proprio hardware mediante delle variazioni cromatiche.

Il risultato di questo approccio, tipico del DNA di casa Enermax, è sfociato in un dissipatore monotorre a nostro modo di vedere ottimamente bilanciato, dall'ottima qualità costruttiva che si riflette in un rivestimento ceramico impeccabile e da una accortezza per i dettagli tipica delle soluzioni di fascia alta della categoria di riferimento.
Più che valida è risultata tutta la fornitura degli accessori cosi come valido si è dimostrato l'iper collaudato sistema di ritenzione che vanta finalmente un solido ponte a sei punti di ancoraggio che ci permetterà di distribuire in maniera uniforme la pressione sul'ihs del processore, parametro essenziale per le moderne architetture intel; permettendoci anche di poter rimuovere il T50 AXE per la manutenzione ordinaria senza dover necessariamente smontare il backplate che rimarrà ancorato alla scheda madre grazie ai controdadi che agiscono sulle viti in arrivo dalla staffa posteriore.

Per ciò che concerne l'aspetto prestazionale, la 120mm messaci a disposizione si dimostra essere una ventola dalle caratteristiche parecchio interessanti, collocandosi come una ibrida tra la serie DF Vegas e le Vegas trio, la ventola prende da entrambe la maggior parte degli aspetti positivi tra cui ritroviamo il motore munito di cuscinetto a bilanciamento magnetico e controllo PWM che consente di raggiungere portate di 80CFM a fronte di una emissione acustica di 22dB(A) e pressioni statiche di 2.00mmH2O a massimo regime. Per dare un'idea siamo su parametri del tutto similari alla NF-F12 di casa Noctua, ad oggi uno dei principali punti di riferimento della ventilazione forzata in ambito hardware cooling. Valore aggiunto sono inoltre i led che, senza mezzi termini, sono attualmente il meglio che si possa trovare nel retail se pur la loro alimentazione apporti un consumo energetico di ulteriori 0,25A pari a 3W. Pochi se presi singolarmente ma decisamente incisivi se si pensa che la ventola in questione a pieno regime consuma 2,65W. Al solito c'è sempre un tradeoff se si ricerca luminosità ed una estetica appagante.

Passando a quelle che sono le performance termiche, l'ETS T50-AXE con ventola reference fa registrare prestazioni del tutto analoghe ai top di gamma avversari come Thermalright True Spirit 140 e Noctua NH-U14S, netto risulta il balzo prestazionale rispetto la serie T40 che viene staccata fin dalle prime battute di 4-5°C sebbene non sopraggiunga per nessuno dei due un collasso termico nemmeno a 300W. Meglio di loro a flussi normalizzati fa solo il 212X di casa Cooler Master che sembra trovarsi particolarmente a proprio agio con il banco di test di casa CT grazie ad un FPI inferiore rispetto alla soluzione in analisi che consente al 212x un maggior passaggio di aria a medie pressioni statiche.

L'ago della bilancia cambia in maniera sensibile quando in gioco entra l'intero pacchetto proposto da Enermax, l'ETS-T50 AXE equipaggiato con la propria ventola abbatte infatti di quasi 10°C le temperature fatte registrare con la ventola reference grazie all'entrata in gioco di struttura radiante all'avanguardia e ad una ventola in grado di soddisfare anche i carichi più pesanti. Il risultato ne sono prestazioni termiche nettamente superiori all'appena citato 212X, anch'esso dotato della propria ventola stock, che a medio alti CFM inizia a fare i conti con i limiti imposti dal proprio pacco alettato pagando dazio per il basso FPI.

Abbiamo quindi fra le mani un dissipatore che si rivela estremamente versatile, che strizza l'occhio ai modder e agli amanti dei led nonchè a tutti coloro che ricercano le prestazioni accettando un minimo degrado del comfort acustico grazie ad un prodotto dissipante che, se correttamente alimentato, è in grado di far registrare performance top di gamma alla pari di dissipatori anche del 30/40% più costosi.

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali

Enermax
ETS T50-AXE

+ eccellente qualità costruttiva
+ esteticamente curato
+ rettificatore di flusso posteriore
+ tecnologicamente avanzato
+ HDT di seconda generazione
+ ventola bilanciata
+ controllo PWM
+ led personalizzabili e disinseribili
+ dissipatore di buffer
+ performante lungo l'intero arco prestazionale
+ TDP gestibile superiore ai 300W

/

ct gold technical

ct high performance

Si ringrazia Enermax per gli esemplari oggetto dell'articolo di oggi.
enermax
Commenti sul forum.


« Indietro 9/9 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM