Thermalright IFX-14 VS Ultra 120 extreme

logo

[Comparativa] Thermalright IFX-14 VS Ultra 120 extreme

Da un paio di anni a questa parte il web è solcato da una domanda alla quale nessuno è ancora riuscito a dare una risposta concreta e coerente basata su dati oggetttivi e non soggettivi.
Questa domanda corrisponde a:
''Chi è meglio scegliere tra un thermalright ultra 120 extreme e un Ifx-14?''

Molti utenti si sono dilungati in lunge ed accese discussioni ma nessuno è riuscito ad imporsi con fermezza decretanto chi fosse meglio di chi....
Il compito che ci prefiggiamo oggi è proprio quello di dare una risposta a questa domanda che da troppo tempo è in cerca di una risposta.

Gli strumenti a nostra disposizione sono:
-Camera termoclimatizzata
-Banchetto da test easy V2 by Dimastech
-5 termoresistori selezionati da un lottto di 30 pezzi
-Termometro Delta Ohm HD2307
-Sonda Pt100 in classe A

Hardware utilizzato
-Asus commando
-intel penryn e8200
-A-data ddr2 900mhz e.e. timmings 4-4-4-10
-Ati radeon x1950xtx+artic accelero S1+kit turbo module
-2x Thermalright hr-05 sli
-Thermalright hr-09s
-WD raptor 150gb
-Seasonic M12 600w
-Unità ottica
-Scythe s-flex 1200rpm
-Noctua S12 1200rpm
-Noctua s12 800rpm

Software utilizzato
-Coretemp versione 0.99.1
-prime 95
-Atitool
-Pc probe II
-Cpu-z
-CoreTemp grapher
-Windows XP 32bit sp3


I due contendenti si presentano concetttualmente e strutturalmente completamente diversi,l'ultra 120 extreme è un dissipatore formato da sei heatpipes(6mm di diametro) con design ad U ed una torre centrale che svolge il compito di corpo dissipante.
L'ifx-14 monta quattro heatpipes da 8mm con design ad U e al posto di un unico corpo centrale implementa due torri laterali di dimensioni ridotte.

La base in rame cosi come la nichelatura(processo antiossidamento) sono identiche per entrambi i dissipatori.

Specifiche tecniche Ifx-14

  • Dimensioni : L146.2 x W124 x H161 mm (heatsink only)
  • Peso : 790g (Heatsink Only)
  • Ventola raccomandata :120mm & 140mm Fan

 

L'ifx-14 è nato da un progetto del tutto made in thermalright; è stato il primo dissipatore comparso sul mercato consumer ad implementare una struttura a doppia torre intersecata da heatpipes di 8 millimetri con struttura interna capillarizzata utilizzando il processo della sinterizzazione.
heatpipeLe due torri laterali permettono l'alloggiamento di 3 ventole da 120 o 140 millimetri mentre lo spazio centrale permette l'inserimento di una fan ad alta pressione statica come una scythe ultra kaze o una silverstone fm122 da 38 millimetri di profondità contro i 25mm delle ventole ''standard''.

Specifiche tecniche hr-10(fornito in bundle con l'ifx-14)

  • Dimensioni : L134.5 x W163.5 x H112.6 mm (heatsink only)
  • Peso :150g (Heatsink Only)
  • Ventola raccomandata :All 80mm & 70mm Fan

 

L'hr-10 viene fornito di serie con un pad termico per evitare corticircuiti con le piste della mainboard e per garantire un ulteriore scambio termico tra cpu e il dissipatore stesso.
Avremo modo di approfondire la cosa nel prossimo articolo che andrà proprio ad analizzare le caratteristite tecniche e costruttive dell'hr-10 dato in bundle con l'ifx-14.

 

Specifiche tecniche Ultra 120 extreme

  • Dimensioni : L63.44 x W132 x H160.5 mm (heatsink only)
  • Peso :790g (Heatsink Only)
  • Ventola raccomandata :All 120mm Fan

 

L'ultra 120 extreme è l'evoluzione del fratello minore ''ultra 120'' dal quale prende tutte le caratteristiche principali aumentandone le capacità dissipanti grazie all'inserimento di ulteriori heatpipes e di alcuni dettagli tecnici.
L'ultra 120 extreme consente l'alloggiamento di due ventole da 120mm e la ritenzione è affidata ad una gabbia a 4 bracci che si ancora mediante l'utilizzo di 4 viti al backplate posto sul retro della scheda madre.

 

Dissipatori a confronto:

 



L'ifx-14 aumenta nuovamente le dimensioni imponenti del suo predecessore e si posiziona tutt'ora al primo posto nella classifica dei dissipatori più ingombranti attualmente sul mercato; esso occupa circa il doppio in profondità rispetto alla superficie presa dall'ultra 120 extreme mentre i lati risultano 3 cm più lunghi.
L'altezza rimane identica per entrambi i dissipatori,16cm.


I sensori a nostra disposizione sono dei termoresistori selezionati che in aria fanno segnare tutti e 4 le medesime temperature con uno scarto di 0,1/0,2° rispetto alla pt100 montata sul delta ohm.

La scelta dei termoresistori è stata fatta su 5 fattori:
-facilità di reperibilità
-basso costo produttivo
-misure prossime al decimo di millimetro
-buona precisione
-compatibilità vastissima

Termoresistore affiancato da una MiniSD:

Si nota chiaramente che le dimensioni sono inferiori al millimetro,ciò ci permette di inserire il sensore ovunque riteniamo necessario.

I sensori da noi installati sono in tutto 5:

-chipset

-Vga

-Mosfet

-Cpu (ulteriori approfondimenti presso lo SnowFT lab)



Oltre a questi sensori ne sarà utilizzato un'altro per la rilevazione della T.amb(temperatura ambiente) e saranno utilizzati i sensori dei core e dellla mainboard.
Questo ci permetterà di avere sia dati paragonabili con quelli ottenuti dai sensori esterni sia di capire il funzionamento del dissipatore non solo sulla cpu ma sull'intero sistema.



I dissipatori sono stati messi in sede utilizzando come pasta termoconduttiva la artic silver 5 usando come metodo di stesura il classico chicco di riso al fine di rimanere il più possibile nell'imparzialità.

Chicco utilizzato per l'Ultra 120 extreme:

Chicco utilizzato per L'Ifx-14:

Le ventole a nostra disposizione,come precedentemente detto,sono 2 noctua ed una scythe.
Per i test in full stress sarà usata la scythe s-flex da 1200 rpm poichè rispecchia e sia avvicina alla stragrande maggioranza delle possibili ventole che un utente può utilizzare come raffreddamento.
Utilizzare fan da 300cfm o da 20cfm è stato scartato poichè il nostro compito non è quello di decretare quale dissipatore sia più efficiente in situazioni limite ma è quello di dire quale soluzione sia meglio in campo daily use e quindi con una ventola orientativamente impostata su 1200rpm.


Le planarità di ihs e basi dei dissipatori sono state verificate ed accertate utilizzando la seguente procedura:
http://www.coolingtechnique.com/guide/44-air-cooling/141-come-verificare-la-planarita-della-base.html

 

Thermalright


Ultra 120 extreme

 

Full stress Ultra 120 extreme

tmp1=chipset
tmp2=vga
tmp3=mosfet

Andamento dei due core:
#0

#1

 

Recupero* 120extreme/3minuti

Ultra 120 extreme full stress@fanless

 

Thermalright Ifx-14

 

Full stress Ifx-14 (il dissipatore è stato testato con il dissipatore inferiore installato)

Andamento dei due core:

#0

#1

Recupero* Ifx-14 /3 minuti

Ifx-14 full stress@fanless

*Per recupero si intente lo stato successivo allo stress termico con il processore in un range di utilizzo non superiore al 10% e ventola ad rpm costanti.

Andamento temperature rilevate dal termoresistore inserito sotto al processore:

ifx14vs120extr


Variazione della T.amb durante i test:

tamb

 


Entrambi i dissipatori si posizionano di sicuro al top della categoria air cooling e il prezzo di vendita n’è da testimone.
Sia l'ultra 120 extreme che l'ifx-14 presentano a parità di T.amb,pasta termica e ventilazione prestazioni del tutto speculari e molto simili l'una verso l'altra.
Per ciò che concerne le temperature rilevate dai core integrati nel processore,solo nel grafico derivato dai dati raccolti dal sensore inserito sotto la cpu l'ifx-14 si avvantaggia di circa 1/1,5° nei confronti del true(thermalright ultra 1120 extreme), l'hr-10 infatti sembra svolgere un lavoro di supporto piuttosto egregio nei confronti della mainbooard arrivando a toccare una temperatura di 42° in full load.
Altra differenza sostanziale si vede nel test eseguito in fanless dove l'ifx-14 grazie ad un buffer nettamente maggiore riesce a distribuire in maniera più uniforme il calore generato dal processore guadagnando ben 2,6° nei confronti del suo rivale.
Situazione che ci ha incuriositi molto è l'aggiunta di una seconda ventola sul telaio dell'ifx che in full load non porta significativi miglioramenti; ciò ci indica che l'ifx-14,al contrario di quanto si dica, lavora piuttosto egregiamente già con una sola ventola mentre necessita della seconda solo con tdp superiori ai 170/180w.
Da tenere conto sono anche le temperature rilevate sulla scheda madre,il true riscalda di circa 2° in più il northbridge e pcb mantenendo più freddi vga e mosfet.
Lavoro opposto compie l'ifx-14 che riscalda maggiormente mosfet e vga e tiene su temperature inferiori pcb e northbridge.

 

Pro e contro dei due dissipatori

ULTRA 120 EXTREME

pro
-rapporto dimensioni/prestazioni
-ampio margine di configurabilità
-struttura decisamente resistente
-processo antiossidamento

contro
-sistema di ritenzione
-lavora decisamente meglio con ventole ad alta pressione
-prezzo
-solo una coppia di clip in dotazione

IFX-14

pro

-ampio margine di configurabilità
-processo antiossidamento
-prestazioni al vertice di categoria
-sistema di ritenzione
(grazie al sistema a 6 ancoraggi vi sarà possibile cambiare cpu senza rimuovere la mainboardo il backplate)

contro

-dimensioni
-struttura sensibile agli urti
-prezzo
-lavora decisamente meglio con ventole ad alta pressione
-solo una coppia di clip in dotazione

Ciò detto arriviamo finalmente a rispondere alla domanda che ci eravamo posti all'inizio e non neghiamo che ci saremmo aspettati risultati assai diversi.
Sia l'ifx-14 che il true sono dissipatori high end e questo lo hanno dimostrato in più occasioni ma a nostro modo di vedere essi vanno a coprire due fasce di utilizzo differenti.
L'ifx-14 è sicuramente un dissipatore da battaglia e non teme tdp anche di 250/300w mantenendo la punta estrema delle heatpipes di circa 5/7° superiore alla tamb segno che anche a questi livelli il dissipatore non va in collasso termico ma riesce a gestire in maniera autoritaria il calore generato cosa che il suo rivale già a 200/250w non riesce a fare andando in una fase di collasso termico(energia fornita superiore a quella dissipata) innalzando di conseguenza la sua temperatura e quella del processore/fonte di energia.

In sostanza se guardiamo le prestazioni assolute l'ifx-14 si pone un gradino sopra il true mentre se guardiamo le prestazioni giornaliere(daily use) il true prende il trono per via delle sue dimensioni ridotte e per la sua compatibilità nella maggior parte dei case non che per le performance speculari fino a tdp di 180w.
Per chi debba scegliere se acquistare l'uno o l'altro prodotto riteniamo che il 120extreme si indicato per tutti i case, middle tower compresi, e processori con tdp pari a 160/170w.
Consigliamo l'ifx-14 a chi invece abbia un big tower(l'hr-10 può darvi diversi problemi nei middle)e in overclock si spinga oltre i 170w di tdp(quad core oltre 450mhz di fsb).

Affidiamo comunque ad entrambi i prodotti i nostri award come overclock best choice!

awardaward

 

Commenti sul forum.