Recensione Noctua NH-D14

Arriviamo infine alle conclusioni di questo articolo, il dissipatore Noctua in oggetto si è dimostrato essere un dissipatore a tutto tondo.
Anche dopo un'attenta analisi non abbiamo trovato difetti costruttivi, la nichelatura eseguita sulla base e sulla heatpipes non lascia spazi al rame e lo ricopre interamente in ogni sua parte; le lamelle dissipanti sono saldamente ancorate alle heatpipes grazie alle saldature in lega che ne impediscono anche il minimo movimento, difficilmente avrete lamelle "mobili" all'interno della/e superfici dissipanti.
Il sistema di ritenzione proprietario Secufirm2 è un'ottima soluzione per praticità di utilizzo e pressione esercitata sul socket, in caso di installazioni in case ristretti l'apposita staffa con punta a stella vi faciliterà l'installazione senza andare alla ricerca di cacciaviti lunghi più di 20 centimetri.
Le ventole fornite in dotazione risultano essere più che adatte a soddisfarre le esigenze dell'NH-D14 anche se non eccelgono,sebbene la casa dichiari altri valori, nella portata che ai nostri strumenti risulta per tutta la serie da 120mm e 140mm inferiore ai dati di targa dichiarati; in compenso pressione ed emissioni acustiche si rivelano essere in piena specifica se non in alcuni rari casi migliori di quelli dichiarati.
Per chi volesse aumentare le prestazioni del prodotto una ventola da 50CFM con una discreta pressione statica migliorerebbe in maniera tangibile le prestazioni.
Prestazioni che già di serie risultano essere più che buone, ai wattaggi più comuni e con ambedue le ventole montate ad 80watt l'NH-D14 strappa circa 2°c all'IFX-14 e circa 3°c al Megahalems, mentre a 120w ottiene un delta di ulteriori 3°c dai diretti contendenti.
Se paragonato nelle medesime condizioni il divario si assottiglia in maniera netta passando ad una differenza,ancora in suo favore, di circa 2°c dal Megahalems e di 1°c dall'IFX-14 a 80watt per poi incominciare ad avere difficoltà nello smaltimento del calore che vede man mano assottigliarsi la differenza sino ai 200watt dove l'Ifx-14 grazie alle heatpipes da 8mm  e godendo di una velocità di trasporto del calore superiore al Noctua riesce a rifarsi sotto.
La palma d'oro viene invece conquistata ai 150Watt dove l'NH-D14 sembra trovare la sua collocazioni migliore attestandosi sui 48,0°c che è ad oggi la migliore temperatura registrata; agli altri wattaggi mantiene comunque decisamente il passo degli altri dissipatori high level non presentando alcun cedimento se non in occasione di ingenti quantità di calore difficilmente visualizzabili in ambito daily use.

Il Noctua NH-D14 viene venduto in Italia ad un prezzo medio di 75€ iva inclusa,prezzo che viene ampiamente giustificato dalla qualità costruttiva e dal bundle fornito in dotazione.
A questo prezzo però bisogna prendere in considerazione anche le soluzioni compatte a liquido come il Coolit Domino che sino a tdp di 150Watt garantiscono prestazioni superiori mantenendo emissioni e prezzo d'acquisto comparabili; se invece avete la necessità di dissipare più di 200w l'unica alternativa rimane un impianto a liquido adottante almeno un radiatore da 240mm che si posiziona su cifre maggiore non comparabili con la soluzione analizzata in queste pagine.

L'opinione da attribuire all'NH-D14 in onore al bundle,alla qualità manifatturiera ed alle prestazioni fatte registrare è sicuramente la massima.

aworo best_value

Si ringrazia Noctua per l'esemplare messoci a disposizione.
Commenti sul forum.

 


« Indietro 11/11 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM