Recensione NZXT Havik 140

nzxtct_lab
Arriva all'interno delle nostre mura la prima soluzione in termini di raffreddamento ad aria da parte dell'americana NZXT; una azienda che dopo i primi anni passati in sordina sta nell'ultimo biennio risalendo la china in maniera esponenziale, presentando soluzioni dedicate alla fascia enthusiast del mercato caratterizzate da una ricerca del design unita a qualità dei materiali e implementazioni tecnologiche.

E' di poche settimane fa l'annuncio da parte della casa dell'inizio della commercializzazione dell'Havik 140, un dissipatore monotorre destinato ai videogiocatori che in data attuale si inserisce in maniera prepotente all'interno del listino del brand come unica e vera soluzione ad aria per gli estimatori di NZXT che di questi giorni non si sta facendo mancare proprio nulla, ampliando di mese in mese il listino con nuove ventole,case,cavi e soluzioni per tutte le tasche.
Havik nello specifico è stata la risposta del brand alle sempre più insistenti richieste da parte dei propri utenti di una soluzione ad aria che riprendesse il carattere delle altre soluzioni, caratterizzate da linee aggressive e da colori netti già presenti nei case come i Phantom, pionieri dei colori pastello nel mercato dei cabinet per pc di fascia alta; una mossa azzardata ma che ha riscosso ampio successo nei cuori degli appassionati portando addirittuara anche altre aziende a seguirne la strada come è successo con il 600T di Corsair ormai disponibile da diverso tempo nella colarazione di bianco pastello.

Riportiamo come nostro solito le principali caratteristiche tecniche dichiarate del dissipatore in esame:

 

Nome HAVIK 140
Materiali Aluminio / Rame nichelato
Dimensioni 140(W) x 166(H) x 120(D) mm
135(W) x 160(H) x 60(D) mm (dissipatore)
Peso 1035g (con le due 140mm)
760g (dissipatore)
Dimensioni ventola
140(W) x 140(H) x 25(D) mm
Cuscinetto ventola

Long Life ( con prevenzione perdita olio) + albero con struttura in rame

Rpm 1200 +/- 10% RPM
Emissioni acustiche
25 dBA
Portata 90.3 CFM

 

 


Il nuovo nato battente bandiera a stelle e strisce si presenta al grande pubblico all'interno di una confezione che per eleganza ha ben pochi rivali, la scatola con cui viene fornito l'Havik 140 vanta infatti un layout semplice, ordinato,elegante e al contempo ricco di informazioni; decisamente un bel esercizio di stile da parte dei grafici della casa che sicuramente sanno il fatto loro.

Andando più nel dettaglio, nella parte frontale della confezione possiamo notare un primo piano del dissipatore che lo ritrare in una sua angolazione a 45°; oltre a ciò la casa si limita a riportare unicamente il proprio logo, il nome del dissipatore e alcuni dei suoi punti di forza come le sei heatpipes da 6mm di diametro, la saldatura delle alette e le relativamente basse emissioni acustiche delle ventole che si attestano attorno ai 25Db(A), è finalmente assente qualsiasi tipo di richiamo a paersonaggi mitologici e a dei capaci di uccidere a suon di pugni serpenti da molteplici teste; NZXT sceglie un approccio decisamente più soft preferendo far parlare le foto impresse sulla confezione stessa.

Dalla parte opposta troviamo la faccia con il maggior contenuto tecnico che presenta l'ossatura dell'havik140 illustrando le specifiche tecniche riportate in apertura di articolo e le sue principali features che vengono raccolte schematicamente in sei zone che riportano rispettivamente, dall'alto verso il basso e da sinistra verso destra,
-il sistema di ritenzione in elastomeri delle ventole
-il layout caratteristico dei profili palari delle ventole
-le sei heatpipes da sei millimetri di diametro
-il sistema di ritenzione multipiattaforma
-lavorazione delle alette per una minore resistenza aerodinamica
-totale saldatura della base e delle alette dissipanti

Havik-140-package Havik-140-package2

Le facce laterali vengono utilizzate per l'elenco dei socket compatibili con il dissipatore che annovera praticamente qualsiasi tipo di architettura presentata da tre anni a questa parte, affianco a ciò ritroviamo una breve descrizione di cosa sia il dissipatore per cpu e di quale sia il suo ruolo fondamentale all'interno di un moderno sistema hardware, descrizione che ci sembra superfluo riportare nel momento in cui stiate leggendo queste righe e quindi sapete già a priori l'importanza di un elemento spesso sottovalutato ma che è essenziale per il corretto funzionamento e sostentamento del proprio computer.
Una piccola curiosità da notare risultano le foto stampate sui lati della scatola, esse non sono infatti messe li a caso ma a seconda di come stiate guardando la confezione ritraggono sul frontale la parte frontale del dissipatore, sul retro il suo retro e sui laterali le sue proiezioni laterali, nulla di stravagante ma sicuramente un qualcosa di nuovo che fa sempre piacere vedere rispetto all solita minestrina riscaldata.

Havik-140-package3 Havik-140-package4 Havik-140-package5

 

 


Aperta la confezione mediante l'apposita linguetta superiore che fa da fermo, ritroviamo l'interno diviso in due settori contenenti uno, all'interno di PET espanso, il dissipatore con le relative ventole e l'altro, all'interno di una scatola di cartone ondulato bianco, tutto il corredo del bundle dell'Havik che prevede una dotazione piuttosto interessante; oltre infatti ai sistemi di ritenzione antivibrazionali per le ventole, già preassemblati sul corpo dissipante, a nostra disposizione avremo un sistema di ritenzione a sei punti interamente in acciaio lucidato a specchio, viti e molle di carico, isolanti elettrici per la corretta applicazione del backplate, un libretto di istruzioni ed un tubetto di pasta termoconduttiva proprietaria che permetterà di effettuare diverse applicazioni del prodotto senza dover ricorrere a soluzioni di terzi.

 

havik140-bundle havik140-bundle2

Decisamente ben fatto risulta il backplate che può essere utilizzato sia su piattaforme AMD che Intel, esso è costituito da una struttura principale in acciaio lucidato a specchio su cui vengono montati quattro distanziali in gomma che permettono al contempo di ventilare la zona retrostante della motherboard e isolano i punti di contatto dal corpo in acciaio evitando possibili cortocircuiti; accortezza che non può far altro che piacere.

havik-backplate havik-backplate2

Oltre ai sistemi di ritenzione e ai relativi accessori, come è possibile notare nelle foto generali del bundle, viene fornito anche un adattatore a Y che pone le due ventole fornite di serie in parallelo all'eventuale molex a tre pin della scheda madre o del proprio alimentatore, risulta interessante notare di come in questo caso NZXT esca ancora una volta dagli schemi; nella stra grande maggioranza degli adattatori a Y tale cavo vanta infatti due linee separate che si diramano subito dal molex di alimentazione principale ottendo due cavi ben distinti che l'utente può collocare a propria discrezione; con l'adattatore a nostra disposizione tutto ciò non succede lasciando unicamente pochi centimetri di movimento alle due linee che si dividono unicamente alla fine della linea, ottenendo grazie ad una sleevatura nera un lavoro pulito che diventa quasi indistinguibile dal singolo cavo a dissipatore montato.
Praticamente priva di divetti risulta inoltre la lavorazione del tutto, la calza utilizzata è ad alto potere coprente grazie alla costituzione a triplo filamento dello sleeve e le connessioni ai molex a tre pin neri vengono cablate una ad una tramite termorestringente; un lavoro certosino.

y-adapter-havik y-adapter-havik2

 


Uno dei punti più interressanti ed innovativi del nuovo Havik 140 sono le ventole che NZXT fornisce di serie con il dissipatore, esse appartengono ad una nuova generazione di ventole introdotta da Xigmatek con la serie XAF prontamente aquisita da NZXT in qualità di mercato OEM; le ventole acquistate tuttavia risultano avere una differenza tecnica per ciò che concerne il motore vedendo un "semplice" sleeve bearing per l'americana contro un A.O.S.B. per cio che concerne Xigmatek; differenze che se dal punto di vista delle prestazioni non cambiano i valori in gioco, essendo gli rpm identici, dall'altro influenzano in maniera sensibile le emissioni acustiche e le ore di funzionamento; valori tutti a favore della casa con sede in Taiwan di diversi punti percentuali.

Le ventole da 140millimetri che avremo a disposizione sono ventole innovative caratterizzate da un telaio in P.B.T., acronimo di Polybutylene Terephthalate(Polibutene Teraftalato), una resina che conferisce alla struttura portante una resistenza maggiore agli urti diminuendo al contempo il peso dell'intero prodotto; con la stessa resina vengono costruite inoltre anche le nove pale che solcano l'intero diametro messo a disposizione mettendo in forte contrasto la colorazione nera della cornici con la colorazione bianca scelta per la superficie dissipante.

havik140-fans havik140-fans2

La qualità costruttiva cosi come quella dei materiali è assolutamente di primordine, poche sono le ventole da 140 millimetri che possono annoverare un cura cosi avanzata nei dettagli e nella costruzione, presentando saldature centesimali ed una resistenza che colloca il prodotto su ben altre fascie di mercato.
Piuttosto interessante, a tal fine, risulta notare di come i fori presenti sulla cornicie esterna siano sfalsati su due assi, ciò permette di ritenere la ventola sui fori da 120mm sia che la si ponga in immissione che in estrazione senza particolari problemi dovuti al caratteristico telaio frameless che non prevede l'intera struttura esterna quadrata, la quale porterebbe via spazio ed aggiungerebbe peso inutile al prodotto.

havik-140-fan-hole havik-140-fan-hole2

Grande attenzione è stata dedicata anche al cavo di alimentazione che gode di tutti gli accorgimenti estetici realizzabili, esso viene infatti montato su una paittina a tre poli di colorazione nera che viene inserita con una guaina termorestringente per ogni singolo polo all'interno di un molex a tre pin di ottima qualità di colorazione nera per essere successivamente rivestita con una calza in PET multifilamento ad alto potere coprende, il risultato ne è una perfetta resa estetica.

havik-140-fan-cable havik-140-fan-cable2 havik-140-fan-cable3

Le linee di taglio e di spinta delle pale sono un ulteriore tratto caratteristico di queste ventole, le pale infatti utilizzano un controllo dei vortici pre e post pala, ciò è reso disponile mediante l'adozione di una linea di taglio con una depressione centrale che permette di fendere in maniera ottimale l'aria, riducendo l'emissione acustica e ottimizzando il flusso d'aria post pale grazie anche ad un incisione parallela alla linea di taglio che crea volutamente delle turbolenze che vanno a contrastare quelle create dalla rotazione della superfici ventilante riducendone i vortici nel cono d'aria creato.

havik-140-profilo-palare havik-140-profilo-palare2

 


Le ventole fornite in bundle con l'Havik 140 sono state testate seguendo la metodologia di test applicata alle ventole liberamente consultabile al seguente indirizzo web:
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Nota a margine; da tenere in considerazione risulta essere l'utilizzo da qualche mese a questa parte l'utilizzo di nuova strumentazione per l'analisi comportamentale delle ventole, come alcuni di voi sapranno stiamo infatti migrando verso soluzioni top di mercato al fine di fornire dati sempre più precisi e corretti alla nostra utenza, tale complessa e lunga procedura tuttavia porta alcune discrepanze tra i dati attuali(più precisi) e le precedenti rilevazioni che possono avere degli errori strumentali se pur questi siano ampiamente contenuti(0-2%).

 

Tabella riassuntiva valori strumentali:
havik140-fandata

 

Video in Full HD

 

Db(A)/CFM (Rumorosità)                      Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)

dba-cfm cfm-pressione

RPM/CFM(Pescaggio)

rpm-cfm


 

Il dissipatore come accennato in precedenza vi giungerà con le ventole preasseblate sul corpo dissipante e protette dall'imballaggio stesso dell'Havik 140 che prevede il classico PET espanso bianco che ne preserva la posizione all'interno della confezione e lo protegge dai vari urti dovuti alle fasi di spedizioni tra la casa e il distributore e tra quest'ultimo ed il cliente finale.

Le ventole vengono assemblate sulla superficie dissipante tramite un sistema di ritenzione antivibrazioni proprietario piuttosto valido e al contempo ingegnoso, capace di unire in un unico prodotto i pregi dei gommini antivibrazionali e la praticità delle clip che permettono di montare in maniera pratica e veloce i sistemi di ventilazione.
Esso è composto da due viti antivibrazionali per parte e da una cornice posteriore che si va ad ancorare nell'apposito solco incavato nella superficie dissipante del dissipatore, ritenendo la ventola in maniera pratica e funzionale permettendo l'alloggiamento e la rimozione tramite due apposite asole che permettono di far presa sulla cornice posteriore.

havik140-fans-mounted havik140-fans-mounted2

Proponiamo di seguito la panoramica del prodotto appena estratto dalla confezione:
havik-140-ready  havik-140-ready2 havik-140-ready3

havik-140-ready4 havik-140-ready5

Rimosse le ventole possiamo analizzare nel dettaglio il dissipatore vero a proprio, l'Havik utilizza una struttura a torre in alluminio composta da 46 alette che vengono alimentate da sei heatipies da sei millimetri di diametro U design a capillarizzazione sinterizzata.
Queste ultime godono di una nichelatura completa della loro superficie e vengono disposte all'interno delle alette su sei livelli paralleli, interessando tutta la superficie del dissipatore ed ottimizzando lo scambio termico dell'Havik grazie ad una migliore distribuzione del calore sull'area dissipante messa a disposizione.

NZXT-havik140-heatsink NZXT-havik140-heatsink2 NZXT-havik140-heatsink3

Piuttosto interessante risulta l'analisi tecnica della superficie dissipante, essa gode di una resistenza agli urti esterni decisamente alta formando un corpo compatto e decisamente difficile da scomporre anche se sottoposto a relativamente grosse forze; ciò è reso possibile da due accortezze tecniche implementate da NZXT; la prima prevede la saldatura in lega di stagno ed argento di ogni singola aletta ai dodici(6x2) tubi di calore che le attraversano mentre la seconda prevede una ritenzione meccanica delle alette che vanno a ritenersi una con l'altra mediante un'apposita clip in metallo direttamente ricavata sull'aletta che viene piegata in fase di costruzione andando ad ancorarsi sulla struttura inferiore che a sua volta si ancorerà a quella inferiore e cosi via.

havik-soldering havik140-ritenzione-alette

L'unica aletta non saldata risulta essere quella posta nell'estremita inferiore che risulta essere unicamente punzonata alle heatpipes ed ancorata alla superficie dissipante mediante alle quattro clip di ritenzione meccaniche ricavate su di essa e visibili nella foto di cui sopra.
Passando alla parte opposta spendiamo due parole sulle base, essa non prevede alcun dissipatore monoblocco per la gestione dei bassi carichi termici a causa del sistema di ritenzione a ponte ma prevede tuttavia una nichelatura completa del corpo e una ottimale planarità della superficie di contatto, quest'ultima protetta come di consueto dalla classica pellicola in plastica che la protegge da eventuali graffi.

Havik-140-base havik-140-top

 

 


Il sistema di test utilizzato per l'analisi termica del NZXT Havik 140 risulta essere l'ormai consolidato utilizzo del simulatore termico, l'intera metodologia è visionabile all'url seguente:
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/422-metoodologia-di-test-dissipatori.html

Sorgente; carichi termici da 40 a 300W

sorgente

 

Superficie dissipante; carichi termici da 40 a 300W

sup-dissipante

Collasso termico

collasso


Con l'Havik 140, NZXT è entrata nel mercato delle soluzioni per il raffreddamento dei pc in pompa magna, il nuovo dissipatore della casa d'oltreoceano non si fa proprio mancare nulla ed arriva sugli scaffali con un "know How" di tutto rispetto, quasi come se fosse che l'azienda produca dissipatori da anni e non da pochi mesi.
Più nel dettaglio, Il bundle che viene fornito a corredo con la prima soluzione della casa gode di una qualità costruttiva che si posiziona ai vertici di categoria; esso prevede una fornitura di tutte le staffe di ritenzione comprensive di viti e molle di ritenzione in acciaio lucidato a specchio, a cui affianca un tubetto di pasta termoconduttiva all'argento e isolanti al fine di preservare la scheda madre da eventuali cortocircuiti dovuti al cattivo assemblaggio del prodotto; a ciò si aggiungono inoltre l'adattatore sleevato a Y per la pulizia del proprio sistema in termini di cable management e la fornitura di due ventole da 140mm frameless.
Tali ventole godono anch'esse di una qualità costruttiva eccellente, risultando praticamente prive di difetti e con un estetica decisamente accattivante che potrà fare la felicità di modder e di appassionati del cooling in generale; purtroppo se da un lato abbiamo estetica e qualità costruttiva, sul lato delle prestazioni le due 140mm non fanno registrare risultanti interessanti per ciò che riguarda le pressioni statiche, posizionandosi abbondantemente come fanalino di coda praticamente a qualsiasi CFM mentre risultano essere piuttosto competitive in termini di pescaggio e di emissioni acustiche; qui fanno rilevare valori decisamente interessanti sino a 35CFM e nella media dopo tale soglia; una variazione piuttosto brusca con tutta probabilità dovuta al motore che si è rivelato essere non all'altezza della ventola tendendo a farla vibrare e sbilanciare sia ai bassi che agli alti rpm; un difetto forse di gioventù che ha portato alla scelta di un gruppo motore economico ma che toglie quel valore aggiunto che nella maggior parte dei casi fa la differenza.

Per ciò che concerne il dissipatore vero e proprio, l'Havik fa frutto dei prodotti già presenti sul mercato prendendo diversi spunti dalle soluzioni di terzi e presentando un prodotto semplice ma al contempo performante, davanti a noi abbiamo infatti a tutti gli effetti un prodotto di fascia alta caratterizzato da soluzioni e rifiniture che nel loro piccolo gli consentono di ottenere prestazioni considerevoli se raffrontate con chi milità nel campo già da diversi anni.
La qualità costruttiva cosi come quella dei materiali rispecchia la filosofia di NZXT e si riflette in un dissipatore dalle ottime caratteristiche meccaniche, presentando una superficie dissipante solida e compatta grazie alla ritenzione meccanica posta nel numero di quattro elementi per ogni aletta, e alla saldatura in lega di ogni elemento dissipante con le sei heatpipes che le attraversano; soluzione applicata solo dai brand di fascia enthusiast come thermalright e prolimatech a causa degli elevati costi che tale procedura comporta nella fase di produzione.

Le performance termiche non deludono le aspettative e le saldature, cosi come la distribuzione del calore lungo l'intera torre dissipante ,si fanno sentire; nello specifico la soluzione di NZXT fa segnare valori molto competitivi ai carichi termici di 150 e 200w ove fa segnare temperature che lo mettono in aperta competizione con il Prolimatech Megahalems, il quale viene costantemente battuto in tutte le situazioni lasciando unicamente sul campo qualche grado o decimo di grado, a seconda dei casi, ai bassi e alti wattaggi dove rispettivamente soffre per l'assenza del dissipatore di buffer per la gestione dei bassi carichi, a causa del sistema di ritenzione a ponte, e per la ridotta superficie dissipante nei confronti dei dissipatori adottanti una struttura a doppia torre come per l'NH-D14.
Infine il prezzo, l'Havik 140 viene attualmente venduto sul territorio nazionale ed comunitario ad un prezzo, iva inclusa, di 69,90€; prezzo che lo colloca nella fascia alta di appartenza e che riteniamo essere largamente giustificato dalle prestazioni,la cura dei materiali e dalla fornitura delle due ventole da 140mm se pur riteniamo opportuno consigliare la sostituzione di quest'ultime con ventole più adatte alla ventilazione attiva di superfici dissipanti.

Seguono gli awards.

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Award

NZXT Havik 140

+Eccellente qualità costruttiva
+Curato nei minimi dettagli
+Design accattivante
+Thermal management
+Superficie dissipante saldata
+Basse emissioni acustiche
+Ottime performance ai medio e medio-alti wattaggi

-Ventole dalle basse pressioni statiche
-Assenza di dissipatore di buffer

ct_high_performance

ct_gold_technical

 

Si ringraziano NZXT e Caseking.de per la fornitura del sample in esame.
Commenti sul forum.