Recensione Noctua NH-C14

noctua ct_lab
Noctua è ormai uno dei brand leader del mercato dell'air cooling con soluzioni di fascia alta, capace di unire sotto il proprio logo quello che spesso e volentieri non riesce alle altre case grazie all'unione di performance e silenzio in un unica soluzione che permette di essere cosi utilizzata anche in ambiente casalingo.
Diverse sono le proposte che il brand ha effettuato durante l'anno corrente, ponendo come cavallo di battaglia l'NH-D14, dissipatore a bitorre parallela ormai conosciuto da mari a monti e dalle più disparate fascie di età e di utenza; al suo fianco è stato però presentato anche un fratello a flussi verticali alla scheda madre con il nome NH-C14; tale dissipatore ricalca nuovamente i tratti caratteristici di Noctua proponendo una soluzione di fascia alta con design "top-flow".

NH-C14 è infatti per noctua la soluzione enthusiast per chi ricerca un dissipatore dalle elavate prestazioni con flussi perpendicolari alla scheda madre che possa offrire al contempo prestazioni e silenziosità in ambito operativo; ciò è stato reso possibile portando i diametri delle ventole a 140mm e implementando heatpipes indipendenti operanti su due sezioni specifiche della superficie dissipante al fine di calibrare al meglio le capacità dissipanti del prodotto.
Come sempre infine viene mantenuta la cura estetica e certosina degli accessori che fanno indubbiamente dei prodotti Noctua degli esemplari quasi unici e di difficile comparazione sul mercato.
Riportiamo come nostro solito le specifiche tecniche dichiarate dalla casa che potranno essere successivamente confrontate con quanto rilevato:

Nome dissipatore Noctua NH-C14
Compatibilità socket Intel LGA1366, LGA1156, LGA1155, LGA775 & AMD AM2, AM2+, AM3, AM3+, FM1 (richiesto il backplate)
Altezza (senza ventole) 105 mm
Larghezza (senza ventole) 140 mm
Profondità (senza ventole) 166 mm
Altezza (con ventole) 130 mm
Larghezza (con ventole) 140 mm
Profondità (con ventole) 166 mm
Peso (senza ventole) 700 g
Peso (con ventole) 850/1000* g
Materiali Rame, alluminio e nickel
Compatibilità con el ventole 140x140x25mm / 120x120x25mm
Garanzia 6 anni

Specifiche ventole

Cuscinetti/motore SSO-Bearing
RPM (+/- 10%) 1200 RPM
RPM con L.N.A. (+/- 10%) 900 RPM
RPM con U.L.N.A. (+/- 10%) 750 RPM
Portata 110,3 m³/h - 64.88CFM
Portata con L.N.A. 83,7 m³/h - 49.24CFM
Portata con U.L.N.A. 71,2 m³/h - 41.88CFM
Decibel 19,6 dB(A)
Decibel con L.N.A. 13,2 dB(A)
Decibel con U.L.N.A. 10,1 dB(A)
Potenza assorbita 1,2 W
Voltaggio operativo 12 V
MTBF > 150.000 h

 

nh-c14-size

 

 

 

 

{jospagebreak_scroll title=NH-C14 - confezione e bundle}

 

L'NH-C14 vi viene fornito in una confezione realizzata sulla falsariga di quella per l'NH-D14; ancora un volta si ripresenta infatti un imballaggio di cartone su cui vengono riportati i disegni del dissipatore in grigio su uno sfondo bianco, accompagnati nella parte frontale unicamente dal logo della casa,il nome del prodotto e le principali features da esso implementate.
Decisamente più interessanti da un punto di vista tecnico risultano le altre facce del cubo che ripresentano tutte le specifiche tecniche estrapolate dal dissipatore come dimensioni, peso, bundle, compatibilità con i socket e chi più ne abbia più ne metta; sicuramente Noctua fornisce uno dei prodotti più completi sul mercato e la linea di pensiero utilizzata la si vede fin dalla confezione esterna.
Immancabili risultano anche per il C14 le certificazioni CE e Rhos che in questo caso vengono accompagnati anche dalle normative iso rispettate per la produzione del dissipatore che risultano essere in questo caso la 9001 e 14001.

noctua-nh-c14-package noctua-nh-c14-package2 noctua-nh-c14-package3 noctua-nh-c14-package4

Per quanto riguarda il bundle che ci verrà fornito con il dissipatore, esso risulta essere quanto di più completo ci si possa aspettare da questo genere di soluzioni; esso viene fornito all'interno di una confezione in cartone ondulato bianco e viene suddiviso in apposite buste trasparenti etichettate in base al tipo di socket, intel o amd, agli accessori e al tipo di staffe di supporto; Noctua "alla rinfusa" non sa proprio cosa voglia dire e sbagliare è praticamente impossibile.

Iniziando dai socket, essi dispongono del nuovo sistema di ritenzione della casa denominato SecuFirm di seconda generazione e prevedono l'adozione di un backplate multistrato, clip di ritenzione in acciaio lucidato a specchio, distanziali anticortocircuito, viti di ritenzione e un cacciavite con testa a stella ricavato da un asta tubolare in acciaio; tutto quello che vi servirà per montare il dissipatore sarà quindi già presente all'interno della scatola mentre le viti e molle di ritenzione risultano premontate sulla base stessa dell'NH-C14.
Piccolo acceno è doveroso anche per il libretto di istruzioni che, oltre a non essere il solito A4 in bianco e nero con istruzioni in inglese e foto quantomeno di dubbia interpretazione, viene fornito in due varianti a seconda del tipo di macchina che si sta installando, a colori e con figure decisamente ben fatte; se l'abito non fa il monaco quantomeno aiuta molto!

nh-c14-bundle nh-c14-bundle2

Massiccio risulta essere l'aggettivo più azzeccato per descrivere la fornitura degli accessori con l'NH-C14; Noctua con esso non ha badato infatti a spese e fornisce un bundle degno da lista della spesa; oltre a staffe,backplate e relativi distanziali a nostra disposizione avremo anche la pasta termoconduttiva di fascia alta NT-H1, ben quattro riduttori di voltaggio tramite resistenza sul ramo della +12v, uno sdoppiatore ad Y per l'alimentazione delle due 140mm, gommini antivibrazionali e cosa decisamente gradita, la fornitura di quattro adattatori per espandare i fori di una delle due ventole a 140mm permettendoci di conseguenza di utilizzare la ventola anche sul case stesso qual'ora decidessimo di usarne solo una sul dissipatore, vuoi per questioni legate alle emissioni acustiche o per problematiche meccaniche che potrebbero insorgere nel caso di HTPC o simili.

nh-c14-bundle3

Come ulteriore fornitura alla propria creazione, nonostante non si parli di dissipatore a torre o dal peso sopra il kg, la casa austriaca fornisce anche una staffa di supporto che va a stabilizzare ulteriormente la parte alettata mediante una apposita guida ricavata nella superficie dissipante che si andrà, quindi, ad ancorare successivamente al backplate sfruttando i fori di ritenzione del socket della scheda madre; una operazione assolutamente non necessaria di base ma che potrebbe trovare un utilità qual'ora si installi il dissipatore su una piattaforma soggetta a frequenti spostamenti o sollecitamenti.

Punti di ritenzione e funzionamento della staffa sono facilmente intuibili visionando lo schema presente nella foto seguente:

nh-c14-bundle4

 

 


 

Come precedentemente introdotto con l'NH-C14 ci saranno fornite di serie due ventole da 140mm di diametro; tali ventole risultano essere le 140mm proprietarie vendute in forma commerciale sotto il nome di NF-P14 FLX; esse risultano delle 140mm frameless adottanti fori di ritenzione da 120mm ma utilizzanti un diametro ventilante da 140mm al fine di poter massimizzare le portate a fronte di un minore numero di rpm se confrontate con le altre 120mm.

Il layout utilizzato è un layout a nove pale dal caratteristico colore della casa ed adottante per quest'ultime una linea di taglio piuttosto lineare, prevedendo unicamente sulla linea di spinta un controllo dei vortici piuttosto generoso e composto da tre dentelli per ogni pala al fine di generare un cono d'aria controllato e privo di grosse perdite di carico localizzate.

Nh-c14-fans Nh-c14-fans1

Decisamente curata risulta essere l'estetica e la lavorazione del tutto con le saldature del frame e della superficie palare tutte eseguite in modo eccellente, cosi come eccellente risulta essere la copertura dei cavi di alimentazione effettuata utilizzando una calza in multifilamento e un comune termorestringente di colorazione nera che assicura la presa sia per quanto riguarda il molex a tre pin di connessione che per lo sleeving stesso.

nh-c14-fans3 nh-c14-fans34

Il motore utilizzato risulta essere l'ormai iper consolidato SSO-Bearing (self-stabilising oil-pressure bearing) che ha fatto la fortuna di Noctua facendola conoscere all'interno di tutte le comunità di appassionati del web, esso riuslta essere un motore per certi versi simile al Fluid dynamic bearing ma, a differenza di quest'ultimo, utilizza un magnete per la ritenzione dell'albero motore che non ruota su un cuscinetto ma viene lasciato libero di ruotare nell'olio che funge da ritenzione grazie alla pressione esercitata dal campo magnetico.

sticker-nfp14 sso_bearing_stabilisation

 

 


 

In occasione del test dell'NH-C14 e in seguito alla recente modifica strutturale della metodologia di test inerente le ventole, abbiamo provveduto a ritestare le ventole in oggetto; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

Relativa locazione e inizio scala CFM - m/s

anemometro-filo-caldo anemometro-filo-caldo2

 

Nome ventola: Noctua NF-P14 FLX

nf-p14_dati

Db(A)/CFM (Rumorosità)                            Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)

dba-cfm pressione

RPM/CFM(Pescaggio)

rpm

Il Noctua NH-C14 arriva a destinazione all'interno dell'imballaggio in cartone a matriosca introdotto con l'NH-D14, una soluzione decisamente interessante per la spedizione dei propri prodotti che oltre ad essere funzionale ed economica risulta pure decisamente più ecocompatibile con l'ambiente se comparata con il PET espanso delle altre case, un piccolo dettaglio ma che non può far altro che piacere.
Una volta estratto da tutti gli elementi protettivi, esso si presenta con già le due 140mm premontate e nonostante si parli di un dissipatore "top-flow" la prima sensazione che da a chi lo estrae dalla confezione è sicuramente quella di compattezza ed inponenza allo stesso tempo; una sensazione che si percepisce con ben pochi dissipatori attualmente sul mercato.

Esso vanta un peso complessivo di 1000 grammi a ventole montate che viene ridistribuito su delle dimensioni totali di 130x140x166 millimetri dovute ad una superficie dissipante interamente in alluminio alimentata da sei heatpipes L design, un punto di condensazione ed uno di evaporazione, da sei millimetri di diametro a capillarizzazione sinterizzata.

Noctua-nh-c14  Noctua-nh-c14-1 Noctua-nh-c14-2

Noctua-nh-c14-5 Noctua-nh-c14-6

Rimosse le ventole possiamo meglio ammirare la costruzione del dissipatore, nello specifico risulta interessare notare l'applicazione di due fori quadrati sulla superficie dissipante; ciò permette di evitare di mandare in pressione la zona tra ventola e alette al fine di avere uno scarico d'aria laterale che in questo caso diventa essenziale mandare verso il processore e la circuiteria ad esso antistante; per tal motivo si rende quindi necessaria l'applicazione di tali fori agevolando il compito anche della seconda ventola che vedrà incrementato in maniera sensibile il proprio pescaggio.
Sempre sulla superficie dissipante sono inoltre presenti degli appositi distanziali in gomma al fine di disaccoppiare la ventola dalle alette, riducendo le vibrazioni che il corpo ventilante potrebbe trasmettere a tutto il corpo dissipante incrementando di conseguenza le emissioni acustiche complessive.

nh-c14-6 nh-c14-7

Impeccabile risulta la lavorazione tecnica del prodotto; le alette come per tutti i dissipatori di fascia alta vengono saldate a bagno di stagno, pratica leggermente meno efficiente rispetto alla singola saldatura, e tutto il pacco alettato gode di una stabilità e robustezza decisamente degna di nota che permette al dissipatore di subire anche più di qualche colpo accidentale senza riportare grosse problematiche.
A sorpresa si fa anche largo quello che per Noctua è una veria e propria novità che vede per la prima volta un piccolo abbozzo di dissipatore di buffer sul monoblocco in alluminio della base, soluzione che permette al dissipatore di ottenere un buon comportamento anche a bassi carichi quando le heatpipes ancora non raggiungono un punto di condensa utile per la corretta dissipazione del calore.

nh-c14-soldering nh-c14-buffer-base

Per quanto riguarda l'estetica Noctua sa il fatto suo, tutte le parti  in rame vengono protette da uno strato di nichel al fine di ottenere una superficie lucida che non contrasti con l'alluminio delle alette e che permetta di evitare l'ossidazione del rame; a ciò si aggiunge la rifinitura estetica delle alette in alluminio spazzolato che vedono sull'ultima, più esterna, una ulteriore punzonatura in posizione centrale riportante il logo della casa.

nh-c14-base-nichel nh-c14-logo

 

 

 


 

Il sistema di test utilizzato per l'analisi termica del Noctua NH-C14 risulta essere l'ormai consolidato utilizzo del simulatore termico, l'intera metodologia è visionabile all'url seguente:
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/422-metoodologia-di-test-dissipatori.html

La ventola è stata posizionata in immissione sulla superficie dissipante.

Sorgente; carichi termici da 40 a 300W

sorgente

 

Superficie dissipante; carichi termici da 40 a 300W

sup-dissipante

Collasso termico

collasso

 

 


 

Con l'NH-C14 la casa battente bandiera austriaca ci pone ancora una volta dinanzi a un prodotto che sembra quasi più un soprammobile da esporre agli amici che un vero e proprio dissipatore.
La cura che Noctua mette nelle proprie soluzioni e forse un qualcosa di unico che ad oggi non abbiamo ancora ritrovato in nessun altro produttore di dissipatori, tutto l'NH-C14 gode di una lavorazione e di una rifinitura impeccabile, con saldature in lega fatte in maniera ottimale e con un estetica curata nei minimi dettagli grazie alle alette in alluminio spazzolato e alla punzonatura con il logo riservata alla aletta pià esterna della superfice dissipante.
Particolare attenzione viene inoltre riservata anche alle parti in rame come la base e le heatpipes, che subiscono un rivestimento al nichel al fine di evitare l'ossidazione del metallo che diverebbe antiestetico tendendo verso il verde e marrone scuro col tempo.

Per ciò che concerne il bundle esso è quanto di più completo ci si possa aspettare da un dissipatore, a nostra disposizione avremmo di tutto e di più includendo oltre al nuovo sistema di ritenzione a ponte secuFirm 2, uno dei più comodi ed efficienti sul mercato, la pasta termoconduttiva di fascia alta della casa NT-H1,  cavi di downvolt, antivibrazionali e chi più ne ha più ne metta offrendo praticamente tutto quello che possa servire all'utente per montare il proprio acquisto in qualsiasi condizione o esigenza.
Oltre ai meri accessori, abbiamo anche le due ventola da 140mm premontate sul dissipatore, esse godono del nuovo sistema di ritenzione a clip vincolate tramite perni sulle ventole, un sistema che oltre a permettere la ritenzione del tutto assicura una facilità di montaggio e smontaggio imbarazzante delle clip, in questo caso e non solo Noctua fa scuola.

Prestazionalmente parlando le NF-14 FLX sono state ritestate all'interno del nuovo ambiente di test, esse si sono dimostrate delle ventole prettamente votate al pescaggio con delle ottime emissioni acustiche in relazione ai CFM generati ma con delle pressioni statiche che le collocano come fanalino di coda nel grafico di riferimento, meglio di loro fanno un po tutte a partire dalla prima concorrenza come noiseblocker,Scythe e Prolimatech; se di conseguenza approntate l'acquisto dell'NH-C14, sappiate che le ventole fornitevi da noctua sono eccellenti nella generazione dei CFM per il vostro case ma sono decisamente meno efficienti per la dissipazione attiva del dissipatore; in questo caso la doppia accoppiata di ventole fornita dalla casa aiuta e di molto il corretto raffreddamento del tutto.

Passando al dissipatore vero e proprio le prestazioni che esso fa registrare risultano essere piuttosto interessanti, nello specifico l'NH-C14 si difende in maniera eccelsa fino a 150W dove lascia sul campo unicamente pochi decimi di grado o al più una manciata di gradi nei vari checkpoint fino ad arrivare a 150W dove si trova decisamente a proprio agio sfruttando tutte le sei heatpipes messegli a disposizione, ottenendo valori decisamente molto competitivi rispetto alla controparte a torre; basti pensare che il fratello NH-D14 lo stacca di "soli" 1,3°C mentre raggiunge le stesse performance di dissipatori del calibro del Thor's hammer e stacca praticamente tutta la concorrenza di CoolerMaster che vede il V6GT e il V8 staccati rispettivamente di 0,9 e 0,5°C.
Oltre i 150W insorgono tuttavia le prime problematiche di gestione termica con la superficie dissipante che inizia a scaldarsi in maniera piuttosto accentuata, con i punti di condensa che vanno via via ad interessare sempre più in maniera attiva le alette dissipanti portandolo ad un collasso appena sotto i 200W, piu dovuto alla relativamente piccola superficie dissipante che semplicemnte raggiunge il suo limite fisico.

Il Noctua NH-C14 viene attualmente venduto sul mercato italiano ad un prezzo di 70€ iva inclusa, prezzo da dissipatore di fascia enthusisast che ha tuttavia dalla sua un ampio bundle che prevede la fornitura di ventole e pasta termoconduttiva con i quali raggiunge già un valore commerciale di circa 50€, lasciando al netto solo 20€.
Seguono gli awards.

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Award

Noctua NH-C14

+Eccellente qualità costruttiva
+Materiali di primordine
+Bundle più che ricco
+Sistemi di ritenzione decisamente comodi
+Competitivo fino a 150-180W
+Ventole dalle basse emissioni acustiche

-Cavi di downvolt non sleevati

ct_gold_technical

ct_high_performance

ct_best_value

 

Ringraziamo Noctua per la fornitura del sample oggetto dell'articolo odierno.
Commenti sul forum.