Recensione Alpenföhn K2

 Alpenföhn con il K2 ha voluto prepotentemente inserirsi nel mercato dei dissipatori di fascia alta facendolo in maniera macroscopica; ciò l'ha portata ad immettere un prodotto che fa delle dimensioni e delle caratteristiche tecniche i suoi principali punti di forza che non lo rendono secondo a nessuno.
Il K2 risulta infatti, ad oggi, il dissipatore a doppia torre dissipante con il maggior numero di heatpipe implementate, adottante inoltre finiture di tutto rispetto come l'utilizzo di nichel sulle parti in rame soggette ad ossidazione nel corso del tempo.
Da un punto di vista estetico Alpenföhn ha ormai raggiunto, se non superato, la concorrenza; il K2 vanta una qualità dei materiali decisamente buona e tutto il corpo dissipante viene assemblato in maniera chirurgica da parte della catena produttiva della casa tedesca.
Sicuramente da notare risultano, in questo caso, le rifiniture estetiche apportate sotto forma di sleeving sui cavi di alimentazione delle ventole e sulla lucidatura a specchio della base la quale oseremo definire senza esagerazioni con l'aggettivo perfetta.
Unica nota negativa risulta essere la relativamente infelice scelta di utilizzare un unico adattatore, non sleevato, di downvolt che tramite il molex passante della ventola da 120mm va a downvoltare entrambe le ventole a sette volts se messo in serie; tale scelta non risulta molto pratica poichè a nostra disposizione avremo due ventole strutturalmente differenti, se pur concettualmente identiche, che hanno a loro disposizione due range di rpm totalmente differenti.
Se quindi volessimo downvoltare solo la 120mm mantenendo al contempo la 140mm ai sui rpm nominali poichè, di fatto, più silenziosa; cosi come la casa ha pensato il sistema tale settaggio non è possibile se non alimentando la wing boost da 140mm tramite scheda madre o fan controller, rendendo quindi inutile il molex passante utilizzato sulla sorella da 120.
Le ventole nello specifico risultano essere il valore aggiunto del K2; grazie all'utilizzo di un motore a lubrificazione diretta (hydraulic bearing) e ad un telaio in elastomeri che taglia le frequenze di risonanza più problematiche, esse si dimostrano essere alcune delle ventole più bilanciate attualemnte presenti sul mercato con valori di emissioni acustiche a parità di CFM fra i più bassi registrati all'interno dei nostri locali e con valori di pressione e di pescaggio decisamnete interessanti, che fanno delle ventole delle ottime soluzioni per il raffreddamento attivo dei dissipatori o di eventuali radiatori per i sistemi di raffreddamento a liquido posizionando i prodotti nella fascia media dei vari grafici di riferimento non sbilanciandole in alcun settore se non in quello del pescaggio dove risultano avere una marcia in più rispetto la concorrenza.
Per ciò che concerne l'aspetto meramente prestazionale, la soluzione di casa Alpenföhn si va a posizionare nella fascia enthusiast del mercato; le ben otto heatpipes e la superficie dissipante a "basso" coefficiente di resistenza aerodinamica si fanno decisamente sentire soprattutto sopra i 150W dove fa segnare valori molto simili alla soluzione di casa Bequiet recentemente testata, attestandosi a 200W come il dissipatore più performante sulla piazza dopo il monumentale Susanoo di casa Scythe, equipaggiato con la bellezza di dodici heatpipes indipendenti(L design) da sei millimetri di diametro.

Sotto tali valori, come da aspettativa, il limitato dissipatore di buffer fa il possibile lasciando strada ai dissipatori dalle dimensioni più contenute, in grado di gestire in maniera migliore il carico termico portato alla base e che le heatpipes faticano ancora a portare in superficie dissipante,basti pensare che a 40W le heatpipes hanno da gestire a testa un carico di soli 5W, praticamente nulla o quasi per questo genere di soluzioni.

L'Alpenföhn K2 è attualmente disponibile sul mercato nazionale e comunitario ad un prezzo di 74,90€ iva inclusa,  cifra sicuramente in linea alla fascia di riferimento a cui è orientato il prodotto e che viene in parte giustificato dalle soluzioni tecniche implementate al suo interno e alla fornitura di due ventole di fascia alta come le wing boost.

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Awar

Alpenföhn K2

+ ottima qualita costruttiva
+ ottima qualità dei materiali
+ curato esteticamente nei minimi particolari
+ sistema di ritenzione a ponte
+ performante sopra i 150Watts
+ ventole bilanciate
+ controllo PWM
+ sleeving dei cavi di alimentazione delle ventole

- singolo adattatore di downvolt(vedi conclusioni)
- due clip di ritenzione per la ventola inutilizzabili

 ct best performance

ct silver technical

Ringraziamo Caseking.de e Alpenföhn per la fornitura del dissipatore oggetto dell'articolo odierno.

Commenti sul forum.

 


« Indietro 8/8 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM