Recensione Phanteks PH-TC14PE

 Il Phanteks PH-TC14PE viene fornito all'utente finale nella classica confezione di cartone ondulato, su di essa vengono serigrafate le immagini del prodotto e il logo della casa che occupano per intero la parte frontale della confezione lasciando, alla parte posteriore, una breve descrizione del dissipatore in nove lingue differenti tra cui l'italiano.

pahnteks-package pahnteks-package3

Lateralmente ritroviamo le parti dal maggior interesse tecnico, sui lati corti la casa ha infatti deciso di integrare tutte quelle informazioni che ci consentono di identificare le varie caratteristiche del dissipatore come dimensioni, dotazioni, compatibilità dei socket e le principali features implementate, quest'ultime davvero tante e che solo loro portano via un'intera facciata della confezione.

pahnteks-package2 pahnteks-package4

Tra di esse ritroviamo la C.P.S.C. acronimo di "Cold plasma spraying coating" che risulta essere essenzialmente una nuova tecnologia, introdotta qualche anno fa, in grado di applicare la vernice sulle parti metalliche sfruttanto l'utilizzo di un fascio di plasma; il quale, trasportando le particelle di vernice, le fissa all'alluminio in maniera pressochè istantanea senza avere la necessità di un ulteriore cottura in forni o di ulteriori trattamenti post applicazione.
Uno dei vantaggi indiscussi di tale tecnologia è la possibilità di applicare sostanzialmente qualsiasi tipo di composto si voglia; miscelando per esempio la vernice con il rame o l'alluminio si può facilemnte ottenere una vernice termoconduttiva come nel nostro caso, viceversa utilizzando della ceramica si può completamente isolare da un punto di vista termico il metallo o la superficie trattata.
Il video seguente mostra al minuto 1.15 una semplice animazione che ne spiega il funzionamento:

Assieme a questa tecnologia, Phanteks ha introdotto anche la sigla P.A.T.S. "physical antioxidant thermal shield" che, stando a quanto dichiarato, permette di isolare termicamente il prodotto da tutte le fonti di calore ad eccezione del processore, evitando quindi che chipset, scheda video o mosfet possano influenzare le prestazioni del dissipatore che, in questo caso, non sarà caricato nella dissipazione da ulteriori fonti di calore provenienti dai sistemi dissipanti posti nelle vicinanze.
Sicuramente una tecnologia che avrà molto da dire nel futuro soprattutto per via delle caratteristiche non tossiche e "environmental friendly" che pongo il tutto sotto una luce estremamente interessante se pur non venga dichiarato in maniera esplicità da nessuna parte la compatibilità del prodotto con le normative RHOS di rispetto ambientale.
A ciò va aggiunta inoltre anche la sommaria descrizione della tecnologia che non viene ne descritta come una applicazione chimica, se pur l'accenno alla non tossicità riporti ad essa, ne meccanica; e pone parecchi dubbi sul suo funzionamento; dopo molteplici approfondimenti nel campo non risultano infatti ne brevetti ne tecnologie industriali che permettano il passaggio del calore in un unica direzione con questo tipo di soluzioni, riteniamo quindi doveroso prendere quanto detto dalla casa con le pinze non essendo difatto disponibili documenti esplicativi a riguardo; effettueremo comunque nei giorni seguenti  test per capire il reale funzionamento della tecnologia in oggetto.
Il bundle è decisamente ricco e si rivela praticamente la fotocopia di quanto offerto da Noctua con il suo NH-D14; per usare parole del responsabile della casa austriaca , Phanteks ha guardato molto ma molto da vicino quanto fatto da Noctua.
Esso viene fornito all'interno di un astuccio di cartone bianco contenente al suo interno i sistemi di ritenzione suddivisi in due buste di plastica trasparente, la prima riportante le staffe e il backplate per i socket intel e la seconda contenente le clip di ritenzione in acciaio per la controparte AMD assicurando la compatibilità con i socket intel LGA 2011/1155,1156,1366,775 e Amd AM"/AM2+ e AM3.

 ph-tc14pe-bundle

Gli accessori vengono racchiusi all'interno di una terza busta di plastica e comprendono la fornitura di sei clip in acciaio per la ritenzione di tre ventole che potranno essere disaccoppiate dal corpo dissipante tramite la fornitura di 12 antivibrazionali in gomma, un singolo cavo di downvolt da mettere in serie all'adattatore a Y, anch'esso fornito di serie,una staffa di ritenzione a ponte con molle e viti di carico da chiudere sulle clip del relativo socket e un tubetto di pasta termoconduttiva proprietaria, denominata PH-NDC.

ph-tc14pe-bundle2

 Riportiamo infine un piccolo confronto con quanto fornito da Noctua per testimoniare quanto detto in precedenza; curioso il fatto che ci siano pure diverse frasi quantomeno "somiglianti" anche nei manuali di installazione.

ph-tc14pe-bundle3 ph-tc14pe-bundle4 manuali

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM