Civetta, Hyper 212 EVO, Panther; la fascia media al dettaglio

Abbiamo voluto con questo articolo portare all'attenzione dei nostri lettori una categoria di dissipatori che spesso e volentieri non viene presa a priori in considerazione, andando su soluzioni di fascia bassa se si cerca un qualcosa di "diverso" dal dissipatore stock, intel o amd che sia, e di fascia alta se si ricercano le prestazioni pure; esiste tuttavia, come abbiamo visto nel corso dell'articolo, una fascia che si interpone tra queste due ed offre delle soluzioni decisamente interessanti ad un prezzo altrettanto degno di interesse.

Quest'oggi, nello specifico, abbiamo analizzato tre soluzioni per divesi aspetti molto simili tra loro se pur "caratterialmente" diverse; partendo dal piccolo del gruppo, Alpenföhn con il suo Civetta ha voluto immettere sul mercato un dissipatore in grado di soddisfare quella fetta di utenza alla ricerca di un dissipatore semplice, dal basso costo di acquisto ma che al contempo offra delle performance interessanti grazie a soluzioni tecniche di rilievo come l'utilizzo dell' hdt sulle tre heatpipes e l'implementazione di disaccoppiatori sulla ventola in bundle.
Quest'ultima risulta essere una 92mm di produzione Martech munita un controllo PWM e di un cuscinetto a bagno d'olio che le permette di ottenere prestazioni degne di nota per una 92mm, arrivando ad una portata di oltre 50CFM con un emissione acustica relativamente bassa di 23dB(A); valori ovviamente non eccelsi se paragonati ai competitors muniti con soluzioni da 120mm ma che consentono comunque al civetta di gestire i carichi termici fino a 80watt dove si discosta di circa un grado dalle soluzioni di fascia alta per poi cedere il passo a 120W dove accusa un ritardo di oltre 5°C a causa delle limitazioni fisiche della superficie dissipante.

Per ciò che concerne gli altri due compagni di avventura il Cooler Master Hyper 212 EVO e il Prolimatech Panther vanno posti anche questi due su due piani differenti, se il civetta può essere l' "entry level" della fascia media; l'Hyper 212 EVO trova la sua collocazione ideale al centro della zona di riferimento mentre il Phanter strizza già l'occhio all'utente enthusiast se pur cerchi di contenere prezzo e dimensioni.
Nel dettaglio Cooler master con il suo 212 EVO propone un prodotto ricco di novità che guarda di più al sodo rispetto all'estetica, implementando l'innovativo CDC(continuos direct contact) sulla base, un sistema di ritenzione tanto semplice quanto funzionale ed una ventola da 120mm appartenente alla nuova generazione della casa, capace di erogare 54CFM con soli 18dB(A) nonostante si parli di un numero di giri al minuto di quasi 1500.
Prolimatech dal canto suo risponde con un prodotto curato sotto tutti gli aspetti, caratterizzato da una superficie dissipante all'avanguardia e da una lavorazione delle heatpipes che vedono la presenza sia del rivestimento antiossidazione in nichel che delle saldature in lega, che gli consentono di abbatere i coefficienti di resistenza termica con un risvolto sensibile nei grafici di riferimento; qui infatti la soluzione di casa Prolimatech tira fuori gli artigli, giusto per rimanere in tema, e fa segnare temperature fino a 150W perfettamente in linea se non superiori a quelle registrate dalla concorrenza di fascia alta, non disdegnando nemmeno carichi termici di 200W dove inizia tuttavia ad accusare i primi colpi se pur si mantenga a cinque/sei gradi dalle soluzioni appartenenti alla fascia di mercato superiore.
Discorso simile possiamo affrontare per l'Hyper 212 Evo, esso fa segnare fino a 150W valori perfettamente in linea con quanto offerto da soluzioni di qualche decina di euro superiori con un occhio di riguardo per i bassi carichi termici dove la soluzione di casa Coolermaster a "camera di vapore virtuale" sembra ottenere un discreto successo in idle load distribuendo in maniera più uniferme il calore ed ottenendo in sorgente una temperatura media di circa 0,5/1°C migliore della diretta concorrenza.

Tutti e tre i dissipatori sono attualmente in vendita presso le principali rivendite dei marchi con un costo di acquisto che vede l'Alpenföhn Civetta richiedere un esborso di 17,90€, il Cooler master Hyper 212 EVO di 29.90€ e, a chiudere, il Prolimatech Panther di 39,90€ tasse incluse.

 

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Award

alpenfoehn

Alpenföhn Civetta

+materiali di buona qualità
+HDT impementato in maniera certosina
+ventola relativamente silenziosa a fronte degli elevati rpm
+prezzo di acquisto

-alette non saldate e con punzonatura non perfetta
-sistema di ritenzione a push pin

ct best value

coolermaster

Cooler Master Hyper 212 EVO

+materiali di primordine
+innovativo sistema di contatto della base "CDC"
+ottima qualità costruttiva
+sistema di ritenzione semplice e funzionale
+ventola silenziosa ed ampiamente regolabile
+ricco bundle
+performante fino a 120W
+sistema di ritenzione munito di controdadi

-alette non saldate

ct bronze technical

ct high performance

prolimatech

Prolimatech Panther

+materiali di primordine
+curato esteticamente in ogni particolare
+ventola silenziosa e performante
+innovativa superficie dissipante
+alette con saldatura in lega
+performante fino a 150W
+cavi di alimentazione ventola sleevati in multifilamento
+sistema di ritenzione
-sistema di ritenzione privo di controdadi

ct silver technical

ct high performance

Si ringraziano, in ordine alfabetico, Alpenföhn, Cooler Master e Prolimatech per la fornitura dei sample oggetto dell'analisi odierna  e vi ricordiamo che tutti e tre i prodotti possono essere acquistati presso il distributore europeo caseking.de.
Commenti sul forum.


« Indietro 10/10 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM