Recensione Xigmatek Prime SD1484

La ventola che ci viene fornita in dotazione risulta essere una ventola appartenente alla nuova generazione di soluzioni ventilanti a marchio Xigmatek, nello specifico si tratta di una XAF da 140 millimetri caratterizzata dall'adozione di un telaio frameless in polibutilene tereftalato e dall'utilizzo di ben nove pale ventilanti di colorazione nera seppur venga applicato un profilo argentato, molto coreografico, sulla linea di taglio dei profili ventilanti stessi; a ciò viene inoltre affiancato un molex a quattro pin adottante il controllo PWM  con i quattro cavi(0v/+12v/RPM/PWM) non sleevati e nemmeno montati su piattina ma attorcigliati su loro stessi, soluzione sicuramente curiosa ma che fa comunque il suo lavoro permettendo di mantere i cavi al loro posto senza che vadano sparsi per i dintorni del socket creando confusione.

Xigmatek-xaf-fan Xigmatek-xaf-fan2 Xigmatek-xaf-fan3

Parecchi sono i contenuti tecnici implementati su queste 140mm; partendo dal motore, esse utilizzano un innovativo cuscinetto denominato "Aeronautical Oil System Bearing" utilizzante una boccola interamente in rame sulla quale vengono disposte due file di cuscinetti autolubrificanti in acciaio, i quali risultano in grado di abbassare drasticamente i fenomeni di attrito interni, e quindi diminuire le emissioni acustiche complessive e di far alzare l'asticella della speranza di vita oltre le 150.000 ore a 25°C; praticamente un funzionamento ventiquattro ore su ventiquattro per oltre diciasette anni.

xaf-f1452-fp1 284101012 541

Per quanto riguarda la superficie ventilante abbiamo profili di attacco dell'aria studiati a tavolino e per certi aspetti molto vicini alla nuova soluzione di casa Cooler master, più specificatamente con le XAF avremo delle linee di taglio sagomate a cucchiaio che presentano un'inclinazione di 45° sul punto di raccordo con il motore che va via via a declinare verso i 25°, passando attraverso una depressione centrale per poi riallineare la parte esterna alla zona iniziale in maniera prettamente graduale senza grossi sbalzi.
Medesimo discorso possiamo fare per le linee di spinta che ripresentano lo stesso design se pur le angolature siano decisamente ridotte al fine di evitare troppi fruscii dell'aria e per favorire il pescaggio della ventola che risulterebbe troppo limitato qual'ora si opti per angoli accentuati e bassi rpm.

xigmatek-xaf-blade2 xigmatek-xaf-blade

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM