Recensione Zalman CNPS8900 Extreme

Estratto dalla confezione lo Zalman CNPS8900 Extreme si presenta come una soluzione a flussi top down dal caratteristico layout circolare ereditato dalla precedente generazione CNPS8700; la nuova versione utilizza, nel dettaglio, una struttura a cono che va ad estendersi partendo dalla base grazie alla presenza di due clindri concentrici situati a tre centimetri l'uno dall'altro che permettono la distribuzione del calore su due zone semindipendenti della superficie dissipante, la quale si estende nel suo complesso per circa 1900cm2 con un alimentazione erogata da due heatpipes da sei millimetri di diametro U design.

Si noti che nonostante l'intero dissipatore sia del caratteristico colore del rame, l'unica cosa in rame elettrolitico presente in questo 8900Extreme risultano le heatpipes e il monoblocco di ritenzione sulla base mentre tutto il pacco alettato risulta interamente in alluminio che viene successivamente rivestito, cosi come tutto il resto, con un processo antiossidazione al nichel color rame.


zalman-cnps8900-extreme zalman-cnps8900-extreme1 zalman-cnps8900-extreme3

zalman-cnps8900-extreme2 zalman-cnps8900-extreme4

Piuttosto interessante risulta notare due cose di questo 8900 Extreme; la prima risulta essere la realizzazione della base che come visto per il fratello maggiore 12X, viene realizzata alloggiando le due heatpipes una accanto all'altra ed implementando su queste ultime un processo di diretto contatto che prevede la levigatura e la perfetta planarità dell'opera finale al fine di poter essere collocata sopra un processore, operazione che viene effettuata dalla casa koreana ormai in maniera pressochè perfetta e che garantisce al prodotto una riduzione delle interfacce termiche con un conseguente aumento delle prestazioni complessive.
Il secondo punto da visualizzare risulta la disposizione delle heatpipes in superficie dissipante, esse vengono utilizzate su due livelli semindipendenti facendo alimentare a ciascuna mezza circonferenza del settore circolare di riferimento in modo da attribuire ad ogni tubo di calore un settore circolare del livello inferiore ed un settore circolare del livello superiore al fine di distribuire in maniera ottimale il carico termico che stiamo fornendo al dissipatore; a ciò si aggiunge inoltre, quasi obbligata data la particolarità del design, la saldatura in lega delle alette alle heatpipes che consente di abbattere il coefficiente di resistenza termodinamica della superficie dissipante.

base-8900-extreme soldering-fins-8900-extreme

Nota a margine risulta essere la piccola sbavatura di saldatura presente sul nostro esemplare tra due alette dissipanti, sicuramente uno schizzo effettuato dalla macchina e che risultava invisibile a ventola montata ma che essendo presente riteniamo doveroso segnalare se pur non faccia decisamente testo.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM