Recensione Akasa Venom Voodoo

Le ventole che vengono fornite con il cavallo di battaglia a marchio Akasa risultano delle 120mm appartenenti alla serie Viper del brand, esse utilizzano una colorazione piuttosto caratteristica dal color giallo accesso su un frame esterno di colorazione nera ed adottano un profilo ventilante a nove pale che viene incassato nel telaio esterno già ancorato, di serie, ai supporti in plastica del Venom tramite quattro viti antivibrazionali sempre di colorazione gialla.

venom-viper-fan-vibration venom-viper-fan-vibration-2 venom-viper-fan-vibration3

Akasa-venom-voodoo-fan-viper Akasa-venom-voodoo-fan-viper2 Akasa-venom-voodoo-fan-viper3

La ventole godono entrambe di un controllo PWM montato su standard a molex 4 pin di colorazione marrone cui prevede, lungo i cavi di alimentazione, una sleevatura in multifilamento a copertura completa che va scontrarsi con la prolunga ad Y fornita in dotazione differente sia per tipo di calza adottata che per lucidatura, risultando molto più brillante sul cavo sdoppiatore che sui cavi di alimentazione della ventola; una scelta uguale per entrambi sarebbe stata sicuramente più consona da un punto di vista estetico.

viper-akasa-cable

Per ciò che concerne il lato tecnico e quindi il vero cuore pulsante, le Viper adottano un motore di ultima generazione utilizzante un cuscinetto "hydro dynamic", tale soluzione consiste nell'utilizzo di specifiche incavature cuneiformi presenti direttamente sull'albero del motore, esse una volta messe in moto esercitano una momento sull'olio contenuto all'interno del serbatoio della ventola facedo si che quest'ultimo si metta in moto nella direzione impressa dall'accelerazione tangente dell'albero motore; il risultato ne è una autolubrificazone omogenea unita ad un basso attrito e quindi alta speranza di vita accompagnata da basse emissioni acustiche.

HDB Hydro-Dynamic Bearing

Oltre a ciò le Akasa Viper vantano un profilo palare denominato "S-FLOW"; esso consiste essenzialmente nella sagomatora delle pale tramite uno specifico disegno che prevede, in maniera molto simile a quanto fatto da Cooler master con la nuova generazione di ventole, la creazione di linee di taglio quasi a 90° nei pressi del rotore centrale che vanno via via a livellarsi man mano che ci portiamo verso l'estremità della struttura ventilante, con delle linee di spinta che seguono anch'esse tale layout senza presentare particolari profili aerodinamici vistosi quali pinne o strutture geometriche varie come visto anche nelle recenti proposte di noctua e zalman.
Il risultato ne è, su carta, la formazione di un cono d'aria post ventola nettamente più ristretto rispetto a soluzioni standard con un conseguente aumento delle pressioni statiche localizzate ed una diminuzione dei decibel emessi grazie alla presenza di minori fruscii d'aria, del motore a bagno d'olio e della presenza dei disaccoppiatori in gomma che diminuiscono le vibrazioni trasmesse al dissipatore.

akasa-viper-blade akasa-viper-blade-back

akasa-s-flow


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM