Recensione Vantec Lavish WiFi

Accendiamo finalmente il pannello e mettiamolo alla prova.

Nella seguente immagine sono evidenziati i controlli a disposizione (tutti virtuali, non sono presenti tasti fisici):

  • Pulsante "WiFi" per accensione e spegnimento del WiFi;
  • due pulsanti "A" ed "M" per la selezione della modalità, rispettivamente Automatica e Manuale;
  • pulsante "°C/F" per il cambio dell'unità di misura della temperatura e per impostare la soglia d'allarme;
  • pulsanti "+" e "-" per regolare gli RPM e la soglia d'allarme;
  • sei pulsati "Fan X" per la selezione del canale X da visualizzare;
  • pulsante "On/Off" per accendere o spegnere il pannello.

La posizione dei pulsanti all'interno del pannello ci è sembrata buona e intuitiva, l'unica eccezione la fa il pulsante "°C/F" che non spicca al primo impatto. Buona anche la precisione del tocco, da notare soprattutto nella zona di destra dove campeggiano ben nove pulsanti in poco spazio: sbagliare inavvertitamente a premere un pulsante è raro. Peccato solo per le sensibilità del touch screen (di tipo resistivo) che è troppo bassa e vi costringerà a premere con decisione sullo schermo.

lavish touch button

 Per mostrare meglio come si interagisce con il Vantec Lavish WiFi abbiamo registrato due brevi video: il primo mostra la modalità manuale, il secondo quella automatica.

In modalità manuale potrete impostare una velocità target della ventola per ciascuno dei sei canali; con un tocco singolo sul pulsante si seleziona il canale desiderato e in seguito con un tocco prolungato (due secondi, fino al beep di conferma) si attiva la visualizzazione della velocità impostata (le cifre lampeggiano): con il "+" e il "-" si può adesso modificare tale valore. Da notare che per poter fare questa regolazione è necessaria la presenza della sonda di temperatura sul medesimo canale; se così non fosse la ventola viene impostata fissa alla sua velocità massima, come fosse una sorta di protezioni in caso un sensore si rompesse. Se siete curiosi provate questa procedura senza sonde!

Volendo, come mostrato a metà video circa, nello stesso modo è anche possibile spegnere una ventola, semplicemente impostando a zero gli RPM; quando la riattiviamo, impostando una determinata velocità, la ventola verrà impostata subito al massimo dei giri per poi rallentare e raggiungere la velocità desiderata. Questa modalità è dettata dal tipo di controllo implementato da Vantec, ma questo lo vedremo in seguito.

Simile discorso per impostare la temperatura soglia di allarme: si seleziona il canale desiderato e, con un tocco prolungato sul pulsante "°C/F" la si può regolare. Come è giusto che sia per questioni di sicurezza, questa soglia sovrasta tutte le altre impostazioni; se viene quindi superata, il fan controller in automatico imposterà la ventola alla sua velocità massima e inizierà a suonare, sino ad allarme rientrato. Medesimo discorso nel caso in cui un sensore si rompesse o staccasse inavvertitamente.

 

In modalità automatica l'utilizzo del Vantec Lavish è ancora più semplice; tutto, come dice il nome stesso, è in automatico, ossia la ventola viene pilotata leggendo la temperatura dello stesso canale; dalle nostre prove a noi è sembrato che questa regolazione tenda a preferire il silenzio rispetto alle performance.

Unica pecca che affligge il fan controller in questa modalità è la velocità un po' troppo fluttuante della ventola: non solo questa "segue" molto strettamente la temperatura letta dal sensore (che non è precisa e stabile), ma anche quando la temperatura è costante gli RMP variano continuamente, con uno scarto dal valore medio abbastanza significativo, fino a 100RPM.

Resta sempre attiva la regolazione della temperatura soglia dall'allarme, che imposta la ventola alla velocità massima quanda superata.

 

 

Molto interessante notare che, in entrambe le modalità, qualora venisse a mancare il segnale tachimetrico o si fermasse una ventola questa verrebbe in automatica alimentata a 12V, sempre per questioni di sicurezza.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM