Roundup paste termoconduttive 2014

Qual'è quindi il miglior composto termoconduttivo sulla piazza?
So che molti di voi anche dopo aver visionato i grafici si staranno ponendo questa domanda ed è una domanda legittima che necessita di alcune riflessioni per poter essere risposta.
Partiamo col dire che se il nostro obiettivo è quello di montare il nostro pc e quello dell'amico non abbiamo grosse variazioni di prezzo anzi! la spesa media a prescindere dal composto scelto varierà al più di cinque euro ed è inutile puntare su soluzioni con più di quattro/cinque grammi dato che di fatto ne useremo una frazione e finiremo per buttare il resto se non utilizzato nell'arco di 3-4 anni. Viceversa se cercate un prodotto che vi permetta di smontare e montare quotidianamente CPU e GPU nel mazzo potete inserire la pasta termoconduttiva di Dimastech da 60 grammi, la Chillaramic di Coolink assieme alla MX-2 di Arctic e alla ZM-STG2 di Zalman, optando per la Dimastech se volete risparmiare il più possibile spendendo in media tre(!) centesimi ad installazione e alla Zalman se puntate alle prestazioni, nel mezzo si collocano le proposte di Arctic e Coolink che offrono un prodotto economico capace tuttavia di difendersi anche da un punto di vista prestazionale, posizionandosi su valori nettamenti migliori rispetto all'entry level Dimastech se pur largamente inferiori alla ZM-STG2.

Se non badiamo tuttavia al prezzo di acquisto e stiamo cercando la migliore pasta termoconduttiva che ci permetta di scendere il più possibile con le temperature, il discorso si amplia e pure di parecchio, scartando direttamente il pad termoconduttivo di casa JunPus di oltre 20°C più caldo della peggiore pasta termoconduttiva a causa dello spessore eccessivo, otto sono i composti termici da tenere in considerazione e sono in ordine di prestazioni la Prolimatech PK-3, la JunPus DX-1, l'Antec Formula 7,  la Zalman ZM-STG2, la Thermalright Chill Factor III, la Noctua NT-H1, la Fischer Electronick e la Arctic MX-4; tutte racchiuse dalla migliore alla "peggiore" in soli cinque decimi di grado con in fuga solitaria soltanto il Gallio puro, inferiore di 2.7°C alla Pk-3 che risulta essere la regina di questa comparativa se pur il distacco con le dirette avversarie sia decisamente ridotto.
Di conseguenza, qualsiasi pasta delle otto di cui sopra sceglierete cadrete comunque in piedi dato che si tratta, di fatto, di paste termoconduttive di fascia alta ed è difficile rimanere delusi dalle prestazioni, consigliamo tuttavia ai principianti di rimanere su composti come la Chill Factor III, l'Antec Formula 7 o la Zalman ZM-STG2 che risultano globalmente sia più facili da stendere che da pulire gestendo in maniera egregia anche l'accumulo eccessivo di composto termico che grazie alla densita contenuta viene espulso senza grossi problemi.

Discorso interessante risulta anche il rapporto prezzo prestazioni per chi vuole ottenere il massimo spendendo il minimo; qui abbiamo delle riconferme e delle new entry, le prime risultano nuovamente la proposta di Zalman in netto vantaggio rispetto alla concorrenza,  a cui si affiancano Thermalright assieme alla Junpus DX-1 e alla MX-2 di Arctic che vede l'arrivo pure della sorella maggiore MX-4 accompagnata dalla risalita della Gelid Solutions GC-Extreme, esclusa dalla top ten delle prestazioni. Nettamente più in basso nel grafico di riferimento ritroviamo la Pk-3 che a causa degli oltre 10€ per 5 grammi, nonostante la media pesata sulle performance, perde posizioni in termini di convenienza e si colloca in decima posizione dietro alla Antec Formula 7; nettamente fuori mercato risulta invece la Thermica di X2 seguita su valori decisamente più contenuti dalla HeGrease di Phobya assieme alla JunPus D9000 e alla Fischer elektronic.

Ovviamente mancano all'appello tutti gli altri composti che non abbiamo citato, in questo caso si tratta di soluzioni di fascia media o media alta che tuttavia non brillano ne per prestazioni, ne per economicità ne per rapporto prezzo prestazioni relegando le stesse nel calderone del mediocre, prodotti validi ma che non sono in grado di competere con quello che il mercato attualmente offre.

Nome prodotto PRO Award
  • Dimastech 60gr thermal compound
  • Coolink Chillaramic

+ Economicamente vantaggiosa

ct best value
  • Zalman ZM-STG2
  • Arctic MX-4
  • JunPus DX-1
  • Gelid Solutions GC-Extreme
  • Arctic MX-2
  • Thermlaright Chill Factor

+ alto rapporto prezzo/prestazioni

  • Prolimatech PK-3
  • JunPus DX-1
  • Antec Formula 7
  • Zalman ZM-STG2
  • Thermalright Chill Factor III
  • Noctua NT-H1
  • Fischer Elektronic Graphite TP

+ alte prestazioni

ct best performance

Si ringraziano (in rigido ordine alfabetico) Antec, Arctic Cooling, Cooler Master, Coolink, Dimastech, Enermax, Gelid Solutions, JunPus, Noctua, Phobya, Prolimatech, Thermalright, X2 Products e Zalman per il supporto dato nella realizzazione dell'articolo in oggetto.
Commenti sul forum.


« Indietro 14/14 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM