Recensione TFC H-Bridge

La pasta termoconduttiva viene fornita all'utente senza alcuna confezione esterna, nel nostro caso era inserita in un sacchetto di plastica giusto per facilitarne il trasporto.
L'unica protezione che la pasta termoconduttiva ha è la siringa stessa, che ospita al suo interno ben 5 grammi di composto termoconduttivo contro i classici 3,5 grammi forniti,ad esempio, al momento dell'acquisto di una Artic silver 5.

Sulle pareti esterne ritroviamo rappresentati su un adesivo accuratamente apposto; il logo dell'azienda, il nome della pasta termoconduttiva "H-Bridge", le possibili applicazioni e pure le caratteristiche tecniche; tutto ciò è reso possibile grazie ad uno studio grafico dell'etichetta che su un prodotto di questo tipo difficilmente viene effettuato.

I colori dominanti sono il bianco ed il blu che richiamano i colori di TFC:

tfc-h-bridge tfc-h-bridge-2

tfc-h-bridge-3 tfc-h-bridge-4

Molto gradita è la soluzione adottata per chiudere la siringa,al posto infatti del classico cappuccio a vite adottato da i più come artic cooling,gelid,noctua ed altri, che tende spesso e volentieri a creare un effetto ventosa rendendo parecchio complessa la riapertura; TFC utilizza un cappuccio in gomma blu,tanto semplice quanto utile!

tfc-h-bridge-5 tfc-h-bridge-6

 

Le caratteristtiche tecniche vengono riportate a lato della siringa nella parte più vicina allo stantuffo ed all'interno di una tabella.

caratteristiche-h-bridge caratteristiche-h-bridge-2

caratteristiche-h-bridge-3

 

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM