Recensione Corsair Air series AF120-140 e SP120

corsairct lab

Con la continua evoluzione del mercato e l'avanzare degli studi sulla fluidodinamica, il campo delle ventole ha avuto negli ultimi anni una progressione pari a quella vista per le moderne tecnologie hardware con delle soluzioni di ventilazione forzata che ormai sono diventate dei veri e propri manuali tecnici tante sono le tecnologie utilizzate al loro interno.
Molto interessanti sono state a tal proprosito l'introduzioe delle tecnologie applicate ai motori come il Fluid Dynamic Bearing introdotto per la prima volta da Scythe su brevetto Sony e gli studi che hanno portato all'evoluzione delle forme delle pale con strutture per il controllo dei vortici ed appendici aerodinamiche degne del campionato di F1 quanto sono compelsse da decifrare.

Una delle case che nel corso del 2012 ha deciso di entrare a gamba tesa nel mercato delle ventole è stata Corsair, azienda praticamente conosciuta in tutto il mondo per le proprie memorie che da qualche anno a questa parte sta espandendo in maniera costante la propria offerta al pubblico passando dagli alimentatori, ai liquidi compatti fino ad arrivare all'inizio del mese di giugno con la sua nuova line up di ventole caratterizzata da ben quattro modelli da 120mm ed uno da 140mm.
Tali modelli vengono suddivisi in tre serie raggruppanti per le 120mm due ventole cadauno, nello specifico per le ventole aventi sigla AF(Air flow) e quindi dedicate principalmente alla movimentazione dei flussi interni al case in zone prive di alto coefficiente di resistenza aerodinamica, abbiamo le versioni Performance e Quiet Edition aventi le seguenti caratteristiche tecniche dichiarate dal costruttore:

  AF120 Performance Edition AF120 Quiet Edition
Size 120mm x 25mm
Operating Voltage 7V – 12V
Performance at 12V
Airflow 63.47 CFM 39.88 CFM
Static Pressure 1.1 mm/H20 .5 mm/H20
Sound Level 30 dBA 21 dBA
Speed 1650 RPM 1100 RPM
Power Draw 0.13 A 0.08 A

 Mentre per le 120mm aventi la sigla SP(static pressure) abbiamo ulteriori due modelli raggruppati sotto il nome di Quiet e High Performance Edition aventi le seguenti caratteristiche:

  SP120 High Performance Edition SP120 Quiet Edition
Size 120mm x 25mm
Operating Voltage 7V – 12V
Performance at 12V
Airflow 62.74 CFM 37.8 CFM
Static Pressure 3.1 mm/H20 1.29 mm/H20
Sound Level 35 dBA 23 dBA
Speed 2350 RPM 1450 RPM
Power Draw 0.18 A 0.08 A

Per le soluzioni da 140mm Corsair offre invece un unica serie sotto la dicitura AF, e quindi dedicata alla movimentazione delle masse d'aria piuttosto che alla mera pressione, appartenente alla sottoserie "quiet" dell'azienda.

AF140 Quiet Edition
Size 140mm x 25mm
Operating Voltage 7V – 12V
Performance @ 12V:
Airflow 67.8 CFM
Static Pressure .84 mm/H20
Sound Level 24 dBA
Speed 1150 RPM
Power Draw 0.1A

Tutte le ventole vengono fornite al consumatore finale all'interno di confezioni in cartone a predominante nera sulle cui facce venfìgono riportate le principali caratteristiche tecniche, le informazioni identificative e qual'ora si tratti della versione "twin pack" come nel nostro caso anche delle brevi delucidazioni tecniche che ci permettono di capire gli sforzi approntati per lo sviluppo di queste soluzioni.
Più nel dettaglio per le ventole da 120mm sia che si parli delle AF che delle SP, quiet o performance edition, avremo nella parte frontale un layout che mette in primo piano, tramite una finestra trasparente, la ventola vera e propria che stiamo per acquistare con alla sua destra riportati il nome e la serie di appartenenza del prodotto, le principali caratteristiche tecniche quali rpm, emissioni acustiche e i tre anni di garanzia messi a disposizione dal costruttore.

Posteriormente abbiamo le caratteristiche tecniche complete riportate nella pagina precedente, gli altri modelli disponibili a catalogo e una breve descrizione del prodotto in sei lingue tra cui, più unico che raro, anche l'italiano. Piuttosto scarni e semplici risultano invece i lati che non riportano ulteriori informazioni se non quelli già presenti nella parte frontale limitandosi a riproporre il nome della ventola e i tre anni di garanzia offerti.

AF120 Quiet e Performance Edition

corsair-air-series-af-package-side3corsair-air-series-af-package-side1corsair-air-series-af-package-sidecorsair-air-series-af-package-side2

 SP120 Quiet e High performance Edition

corsair-air-series-sp-package-side3corsair-air-series-sp-package-sidecorsair-air-series-sp-package-side1corsair-air-series-sp-package-side2

AF140 Quiet Edition
corsair-air-series-af140-package-sidecorsair-air-series-af140-package-side1corsair-air-series-af140-package-side2corsair-air-series-af140-package-side3

Qual'ora si tratti inoltre della versione "twin pack" e quindi con due ventole al suo interno a favore di uno sconto sul prezzo del singolo prodotto, avremo un ulteriore zona informativa tra le due ventole accessibile mediante velcro a strappo che ci metterà a disposizione due ulteriori facciate che ci illustreranno il design delle ventole, il particolare degli angoli antivibrazionali e la presenza di due ulteriori cerchi colorati in bundle per poter "moddare" a nostro piacimento la colorazione del frame esterno della ventola stessa.

corsair-air-series-twin-pack-insidecorsair-air-series-twin-pack-inside2

Chiudono il packagin delle ventole le certificazioni di conformità presenti su tutta la lineup di casa Corsair, tra le varie normative abbiamo la conformità RoHs per il rispetto ambientale grazie all'assenza di metalli pesanti, la certificazione CE per la commercializzazione in Europa a seguito del superamento dei limiti di sicurezza imposti dall'UE cosi come la FCC per il rispetto delle imposizioni americane.

air-series-rohs-ce-fcc

Aperte le confezioni, il contenuto delle stesse viene racchiuso all'interno di un astuccio in cartone bianco che fa da sede per la ventola e il bundle offerto di serie.
Quest'ultimo risulta essere piuttosto essenziale se pur decisamente ben curato, a nostra disposizione avremo tre cornici di colorazione azzurra, rossa e bianca, un cavo di downvolt per i 7v utilizzante due molex a tre pin di colorazione nera uniti da tre cavi neri sleevati per tutta la loro lunghezza direttamente da una guaina termorestringente, un foglio che ci indica il comportamento da mantenere in caso di RMA, un libretto di istruzioni in bianco e nero e quattro viti nere per la ritenzione delle ventole.

corsair-air-series-bundlecorsair-air-series-bundle-2corsair-air-series-bundle-3

 


Le Corsair Air Serie AF120 si presentano fuori dai loro imballaggi protettivi come delle ventole utilizzanti un layout ventilante a nove pale espressamente indicato per la movimentazione delle masse d'aria all'interno del case o in luoghi dove non è richiesta l'alta pressione statica che viene sacrificata in favore dell'alto pescaggio apportato dal maggior numero di elementi ventilanti.
La ventola viene fornita interamente in colorazione nera con inseriti sulla parte frontale e posteriore dell'alloggiamento del motore due adesivi indicanti il logo dell'azienda produttrice e le caratteristiche tecniche di funzionamento come la tensione e la corrente assorbita.
Piuttosto interessante risulta l'analisi della cornice esterna, tutte le Air Series utilizzano infatti un telaio semi frame-less con un alloggiamento per i fori di ritenzione ricavato all'interno di strutture antivibrazionali che permettono di disaccoppiare la ventola dalla struttura su cui viene fissata e presentano, nelle zone centrali della circonferenza, un telaio ridotto per lasciare spazio all'inserimento dei dischi estetici colorati ancorati all'interno della superficie ventilante tramite quattro perni in plastica.

corsair-air-series-af120corsair-air-series-af120-2corsair-air-series-af120-3corsair-air-series-af120-4

Per ciò che concerne la lavorazione delle pale e dei loro profili di taglio e di spinta, Corsair preferisce rimanere su una soluzione conservativa presentando per le AF120 una solzuione di attacco all'aria lineare, con un inclinzione di 60° nei pressi del corpo centrale che va via via diminuendo fino a 30° nel punto più esterno della pala che non presenta alcuna appendice aerodinamica per il controllo dei vortici e del cono d'aria post ventola.

af120-linea-taglioaf120-linea-spinta


Ottima risulta anche la qualità costruttiva e la cura dei dettagli affidata a queste AF120, nel dettaglio le saldature tra le pale e il rotore centrale risultano di ottima fattura senza grossi sbavi e con un allineamento dei profili ventilanti effettuato con la massima precisione nei confronti del coperchio del motore su cui poggiano le pale.
A ciò si affianca la cura data meramente al profilo estetico con l'utilizzo di cavi di alimentazione e relativo molex interamente di colorazione nera e nella fornitura in bundle delle cornici colorate che permettono un'ampia customizzazione dei prodotti in base alle proprie preferenze.

af120-solderingaf120-power-molex

Scala di colori resi disponibili di serie:
af-120-colorazioni

Discorso del tutto analogo è possibile affrontare per le sorelle maggiori da 140mm; esse mantengono le medesime caratteristiche qualitative delle AF120 apportando tuttavia alcune differenze sul piano tecnico costruttivo.
Oltre all'ovvio incremento del diametro ventilante avremo infatti una struttura utilizzante undici pale con un inclinazione delle stesse che segue la falsa riga delle sorelle  con un angolo iniziale di circa 60° ed uno terminale di 30°, utilizzando un'estensione della pala di circa 3mm più lunga al fine di massimizzare il pescaggio; aspetto verso cui è indirizzata la ventola.

corsair-af140-1corsair-af140-2corsair-af140-3corsair-af140-4

Assenti anche in questo caso le eventuali appendici aerodinamiche per il controllo dei flussi, lasciando le linee di spinta e di taglio lineari mentre rimangono disponibili anche per queste 140mm le tre cornici colorate da poter montare individualmente; si noti inoltre nelle foto di cui sotto la presenza degli elementi di cablaggio presenti su tutta la serie di ventole Air Series che permette un minimo di ordine dei cavi uscenti dal motore.

af140-taglioaf140-spinta

 

Scala di colori resi disponibili di serie:

corsair-af140-color-1corsair-af140-color-2corsair-af140-color-3


Passando alle cugine SP120, come la sigla stessa ci indica, le ventole vengono espressamente progettate per garantire la maggiore pressione statica possibile bilanciando al contempo la ventola sulle emissioni acustiche e sulle vibrazioni scaricate dal motore sulla superficie di ritenzione del corpo ventilante.
A differenza delle AF avremo quindi un layout soffiante totalmente differente, costituito da sette pale utilizzanti un'area nettamente più ampia rispetto alle sorelle che gli permette di coprire in maniera più omogenea gli anfratti tra un elemento soffiante e l'altro al fine di ottenere una maggiore pressione del cono d'aria generato post ventola.

corsair-sp120-1corsair-sp120-2corsair-sp120-3corsair-sp120-4

Interessante in questo caso risulta notare l'applicazione delle pale sul rotore centrale che vede un inclinazione, a differenza di quanto ci si possa aspettare, decisamente contenuta segno che Corsair ha si puntato alle prestazioni con questa serie di ventole ma non ha azzardato poi molto, mantenendosi su una posizione piuttosto conservativa se pur l'ampia estensione delle pale aiuti non poco nella generazione delle pressioni statiche.
Lineari e prive dei controlli di vortici risultano inoltre le linee di taglio e di spinta con una saldatura alla loro base nuovamente pressochè perfetta.

sp120-tagliosp120-spinta

Di serie anche con queste SP120 abbiamo le tre cornici intercambiabili che possono essere sostituite alla colorazione azzurra montata di fabbrica su tutte le ventole appartenenti alla serie SP sia che si tratti delle "quiet" che delle "high performance".

corsair-sp120-colorcorsair-sp120-color-side


Uno degli aspetti che più ci ha colpito nel nostro primo approccio con Corsair è l'attenzione che la casa pone nei propri prodotti lungo tutta una serie aspetti che vanno dall'estetica alla cura degli imballaggi alla qualità costruttiva e dei materiali; oltre a tutto ciò l'azienda pone fortemente in risalto anche l'aspetto tecnico dei propri prodotti tanto che fornisce a chi testa il suo materiale un vero e proprio, passatemi il termine, manuale alla recensione.
Sebbene per la parte dei test chi ci segue da tempo sa che siamo come San Tommaso e finche non testiamo a nostro modo non diamo pareri su un determinato prodotto, non me ne voglia quindi Corsiar se andremo a testare in una maniera totalmente diversa rispetto a quella riportata che si basa essenzialemente sul mettere la ventola su un dissipatore a far partire prime, dalla parte tecnica il manuale fornisce diversi aspetti che andremo a riportare e discutere in questa pagina.

Una delle parti più interessanti è la premessa che l'azienda fa rispetto ad altri produttori di ventole che spesso e volentieri tendono a gonfiare o ridurre a piacimento determinati valori, redendo il prodotto(ventola) più appetibile all'utente finale che nel 99,99% dei casi non è in grado di verificare tali parametri essendo i costi della strumentazione necessaria numeri a quattro zeri.
Corsair fa per tal motivo un passo indietro e condivide con l'utente quello che sono stati i suoi investimenti per poter entrare nel mercato delle ventole in maniera del tutto trasparente con i propri clienti; tali investimenti si sono concretizzati nell'acquisto  di una camera del vento di produzione LongWin, uno degli esponenti della ricerca e sviluppo di strumentazione per i fluidi allo stato gassoso, capace di registrare tutti i parametri vitali per valutare le performance di una determinata ventola che Corsair ha successivamente utilizzato come dati dichiarati.
Nel dettaglio si tratta di un LongWin LW-9266, galleria del vento in grado di registrare portate da 0 a 250CFM e pressioni statiche da 0 a 20mmH2O con un margine di errore di circa il 3%:

wind-gallery-corsair

1. Air flow rate: 2.4~250 CFM
2. Accuracy of air flow rate: <3.5% INFS
3. Repeatability error: < 2 %
4. Static pressure: 0~20 mmAq
With optional high static pressure throttle device, it can reach 100 mmAq.
5. Overall dimension: 0.7 (W) × 2.2 (L) × 1.6 (H) m (Ref.)
6. Operation space: 2 (W) × 3.5 (L) × 2 (H) m (Ref.)
7. Power source: AC220V, 5 Amp, single phase, 50/60Hz

Ciò ha permesso di creare due serie di ventole come visto nelle pagine precedenti, sviluppate per ambiti specifici abbracciando un po la nostra filosofia che portiamo avanti da anni asserendo che non esiste la migliore ventola in assoluto ma esiste la migliore ventola per una determinata situazione; se vogliamo dirlo con le parole di Corsair "The right tool for the right job".

Da un punto di vista costruttivo le tecnologie implementate in queste AIr serie sono essenzialmente due e prevedono in prima analisi la presenza di un motore Hydraulic Bearing, versione avanzata dello Sleeve bearing, che grazie alla messa a bagno diretto in olio dell'albero motore, permette di ottenere i benefici dello sleeve, basse emissioni acustiche, senza tuttavia dover sottostare alla bassa speranza di vita di quest'ultimo che viene, in questo caso, fortemente allungata grazie alla presenza di lubrificante a diretto contatto con le parti soggette a maggior usura.


hydraulic-bearing

la seconda tecnologia utilizzata viene focalizzata sull'uso di antivibrazionali in elastomeri sugli angoli del frame esterno, essi permettono infatti di disaccoppiare in maniera netta la ventola e quindi il motore dal case o dissipatore/radiatore su cui viene montata evitando di mandare in risonanza le lamiere che intensificherebbero di conseguenza le emissioni acustiche complessive.
Ciò è reso possibile grazie all'adozione di cuscinetti trangolari che ospitano al loro interno un cilindro in plastica autofilettante che permette alla vite di rimanere completamente disaccoppiata dal frame della ventola e dal telaio su cui quest'ultima viene ritenuta, in sostanza in qualsiasi situazione andremo ad operare tra ventola e superficie raffreddata ci saranno sempre di mezzo quattro angolari in elastomeri; le foto seguenti spiegano in maniera dettagliata il lavoro effettuato da tali soluzioni.


corsair-air-series-retentioncorsair-air-series-retention1

Particolare del cilindro autofilettante interno, si noti di come esso non faccia parte del frame della ventola ma sia incassato nell'antivibrazionale stesso.

foro-autofilettante1foro-autofilettante
             non filettato                                                                                                    filettato

 

 


Le ventole oggetto dall'articolo odierno sono state testate secondo la metodologia di test applicata alle ventole in uso da oltre un anno all'interno dei nostri locali; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

Relativa locazione e inizio scala CFM - m/s

anemometro-filo-caldoanemometro-filo-caldo2

 


 

 Nome ventola: Corsair Air Series AF120 Quiet
af120-quiet

Video in alta definizione

 

Nome ventola: Corsair Air Series AF120 Performance
af120-performance

 

Video in alta definizione

 

Nome ventola: Corsair Air Series SP120 Quiet
sp120-quiet

 

Video in alta definizione

 

Nome ventola: Corsair Air Series SP120 High Performance
sp120-high-performance

 Video in alta definizione

 

Nome ventola: Corsair Air Series AF140 Quiet
af140-quiet

 

Video in alta definizione

 


 
 
Corsair AF120 & SP120 & AF140
comparativa interna


Db(A)/CFM (Rumorosità)

dba-cfm-corsair

Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)

 pressure-cfm-corsairrpm-cfm-corsair

Corsair AF120 & SP120
comparativa con prodotti di terzi
Db(A)/CFM (Rumorosità)

dba-cfm-all 

Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)

pressure-cfm-allrpm-cfm-all

 

Corsair AF140
comparativa con prodotti di terzi

Db(A)/CFM (Rumorosità)
dba-cfm-140
 

Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)

pressure-cfm-140rpm-cfm-140

 

 


 

Con le Air Series Corsair entra nel panorama delle soluzioni ventilanti a gamba tesa, immettendo sul mercato una gamma di prodotti di fascia alta in grado di offrire al consumatore finale una eccellente soluzione ventilante, capace di adattarsi alle più disparate situazioni non scendendo mai a compromessi per quanto riguarda la qualità costruttiva e le prestazioni richieste al prodotto.
Da un punto di vista qualitativo, l'azienda sa indubbiamente il fatto suo con un packagin curato in ogni sua minima parte, in grado di dare al consumatore finale tutte le informazioni di cui necessita pre acquisto, senza cadere mai nello scontato o nella ripetizione delle informazioni.
Ottima risulta anche la qualità costruttiva, tutti i prodotti analizzati nell'articolo odierno dispongono di una fabbricazione certosina con saldature regolarmente accostate al motore e con una qualità dei materiali utilizzati di primordine che conferiscono una solidità struttuale piuttosto importante alle ventole; a ciò si affianca anche il reparto estetico parecchio curato per queste Corsair che vede la fornitura dei cavi di alimentazione su guaina di colore nero cosi come nero risulta il molex di connessione a tre pin.
Decisamente azzeccato risulta inoltre l'accostamento dei colori con gli antivibrazionali e l'adesivo utilizzato per creare l'effetto zigrinato sul coperchio dell'albero motore, cosi come decisamente gradita risulta l'idea di rendere intercambiabile parte della cornicie ventilante della ventola che per la prima volta potrà essere sostituita, a seconda delle proprie preferenze, con tre colorazioni differenti(rossa, bianca, azzurra).
Da un punto di vista tecnico l'azienda ha preferito un basso profilo giustificando il tutto con un semplice esempio che si rifà alle eliche delle navi; prodotti sottoposti a studi da milioni e milioni di euro spesi in studi ingegneristici e che nonostante ciò presentano profili palari di taglio e di spinta totalmente lineari, giocando solo ed esclusivamente sull'area e sull'inclinazione degli elementi ventilanti.
Per tal motivo la casa ha preferito puntare più sulla gestione e creazione dei coni d'aria che non sul loro controllo, implementando linee di attacco e di spinta dei flussi totalmente lineari pur non trascurando le emissioni acustiche che traggono giovamento dal disaccoppiamento della ventola e dal motore Hydraulic Bearing, evoluzione dello Sleeve Bearing.
Per ciò che concerne le prestazioni vere e proprie bisogna distinuere tra la serie AF e la SP, se la prima risulta prettamente votata alla creazione dei flussi d'aria trascurando le pressioni statiche la seconda fa esattamente l'inverso, ponendo come fattore di maggior rilievo per le prime la rumorosità a x CFM e per le seconde la pressione generata sempre a x CFM.
Fatta questa premessa, nei grafici di riferimento possiamo notare come le AF Quiet e Performance edition risultino delle discrete ventole nella movimentazione dei flussi d'aria inserendosi a metà del grafico sopra i 40CFM e risultando alcune delle ventole maggiormente silenziose sotto tale valore, con la serie "performance" che fa segnare un delta piuttosto importante sopra i 20dB(A) soltanto oltre i 10volts mentre la sorella quiet risulta per tutto l'arco di test nettamente silenziosa se pur i CFM si arrestino ad una soglia di 39CFM, su valori simili sotto i 30CFM appaiono solo le sorelle mentre tutta la concorrenza viene nettamente staccata alle basse portate.
Discorso analogo è possibile affrontare per la serie SP che dal punto di vista delle emissioni acustiche si comporta leggermente peggio delle AF sotto i 30CFM ma recupera in maniera netta sopra tale valore risultando leggermente più silenziosa a parità di CFM ma nettamente più performante nel grafico delle pressioni statiche dove la SP120 quiet si posiziona sopra le sorelle e sopra la media concorrenza, come l'Akasa Viper, mentre la SP120 High Performance spadroneggia con i suoi 3,3mmH2O sopra tutte le dirette avversarie, Noctua NF-F12 e Alpenfoehn Wing boost incluse.
In questo caso il rovescio della medaglia lo fanno le emissioni acustiche che sia per la noctua che per la alpenfoehn risultano mediamente di circa 3 decibel più bassi a parità di portata.
Per quanto riguarda infine la sorella maggiore da 140mm essa risulta essere una ventola piuttosto bilanciata con un inquinamento acustico tra i più bassi sino a 30CFM e altamente competitivo fino a 45CFM, oltre tale soglia affiorano invece alcune problematiche dovute ai vortici che fanno salire i decibel sino a 20,6 a 48CFM.
Prestazionalmente parlando appartenendo alle serie AF e risultando per di più in versione Quiet non ci si poteva attendere molto ed infatti nel grafico di riferimento, tolto un breve sorpasso ai medi CFM nei confronti della Phobya G14, chiude come fanalino di coda a meno di 1mmH2O di pressione; anche in questo caso però abbiamo un risvolto della medaglia con la AF140 che risulta ottenere un signor pescaggio mostrando di conseguenza un forte orientamento alla predisposizione su radiatori in estrazione dalla superficie dissipante.

Le Corsair Air Series sono attualmente vendute, sia che si parli delle AF che delle SP, ad un prezzo di 12/13€ nella versione a singola confezione ed un prezzo di 22€ iva inclusa per la versione "Twin Pack" con all'interno due ventole, prezzo che pone il singolo esemplare ad un costo di acquisto parecchio concorrenziale se confrontato con la fascia alta del mercato.

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Award

corsair

Corsair Air Series
AF120 Quiet

+ Eccellente qualità costruttiva
+ Ottimi materiali
+ Discreta dotazione
+ Molto silenziosa
+ Ottimo rapporto CFM/dB(A)
+ Motore silenzioso
+ Prezzo di acquisto
+ Struttura disaccoppiata
+ Cornici intercambiabili

- Basse pressioni statiche

  ct best value

corsair

Corsair Air Series
AF120 Performance

+ Eccellente qualità costruttiva
+ Ottimi materiali
+ Discreta dotazione
+ Prezzo di acquisto
+ Struttura disaccoppiata
+ Cornici intercambiabili
+ Medie pressioni statiche

 - Rumorosa sopra i 9volts

  ct best value

corsair

Corsair Air Series
SP120 Quiet

+ Eccellente qualità costruttiva
+ Ottimi materiali
+ Discreta dotazione
+ Prezzo di acquisto
+ Struttura disaccoppiata
+ Cornici intercambiabili
+ Silenziosa
+ Medie pressioni statiche

 /

ct silver technical
 ct high performance

corsair

Corsair Air Series
SP120 High Performance

+ Eccellente qualità costruttiva
+ Ottimi materiali
+ Discreta dotazione
+ Prezzo di acquisto
+ Struttura disaccoppiata
+ Cornici intercambiabili
+ Estremamente performante
- Rumorosa sopra i 7volts

 
ct silver technical

ct best performance

corsair
Corsair Air Series
AF140 Quiet

+ Eccellente qualità costruttiva
+ Ottimi materiali
+ Discreta dotazione
+ Prezzo di acquisto
+ Struttura disaccoppiata
+ Cornici intercambiabili
+Alto pescaggio

- Basse pressioni statiche
- Rumorosa a +12volts

ct best value

Si ringrazia Corsair per i prodotti oggetto dell'articolo odierno.
Commenti sul forum.