Recensione Noiseblocker eLoop S-Series

Rimossa la dotazione dalla confezione e il relativo astuccio in cartone che la contiene, possiamo estrarre la ventola vera e propria; quest'ultima si presenta come una soluzione ventilante dal frame esterno nero e dalla superficie palare di colorazione bianca, intervallando il forte contrasto tra il bianco e nero con degli antivibrazionali angolari di colorazione grigio tenue.
Decisamente inusuale risulta la scelta delle numero delle pale che per queste eLoop prevede una configurazione a sei elementi ventilanti, ponendosi come novità nel settore che fino al giorno d'oggi vedeva nello standard numeri dispari, con design a sette, nove o undici profili soffianti.


noiseblocker-eloop-2noiseblocker-eloop

noiseblocker-eloop-3 noiseblocker-eloop-4  noiseblocker-eloop-5

Il telaio esterno risulta piuttosto standard, arrecando unicamente degli elementi decorativi a nido d'ape e una leggera bombatura strategica nella zona centrale dei quattro lati; ciò consente di lasciare lo spazio necessario ai controlli dei vortici posti sulla cornice esterna. L'unico accorgimento tecnico da segnalare risulta essere l'incurvatura degli angoli verso l'interno, tale angolazione renderà molto più difficile la rottura degli angoli per trazione rispetto alle classiche ventole; per intenderci se serriamo troppo i dadi di un telaio ad angoli perpendicolari, rischiamo di creare una linea di frattura lungo l'intera cornice o, se siamo fortunati, limitatamente all'angolo interessato; questo con le Eloop risulterà molto più difficile da realizzare poichè, creando un angolo flessibile, esso potrà flettere all'interno scaricando la forza esercitata dalla vite sul telaio della ventola e successivamente sulla struttura su cui è montato; per rompere gli angoli di queste Eloop dovremo di conseguenza proprio metterci di impegno.
Interessante risulta altresì notare l'applicazione degli antivibrazionali che questa volta non hanno una funzione strettamente attiva, essi infatti vengono semplicemente inseriti nel telaio più per una questione estetica che pratica non svolgendo ne il compito di antivibrazionali ne di disaccoppiatori come succede con le multiframe sempre di noiseblocker, una scelta sicuramente discutibile ma che trova una parziale giustificazione nell'incredibile stabilità di questi motori "EKA" e nella fornitura nel bundle di disaccoppiatori cilindrici da usare con le viti, disaccoppiando qui si la ventola dal case.
Come ultimo appunto dai documenti tecnici si può evidenziare la realizzazione del telaio in PBT(Polibutilentereftalato) un tecnopolimero praticamente resistente a tutti gli agenti chimici che potrete mai avvicinare a queste ventole, la casa in tal senso non ci è andata leggera con le tecnologie implementate.

eloop-angleeloop-rubbereloop-rubber2

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM