Recensione Scythe Grand Flex 800, 1600 e 2400 RPM

Le ventole in esame risultano delle soluzioni ventilanti adottanti un telaio a nove profili ventilanti di colorazione grigia incassati in una cornice laterale full frame in ABS nero. Quest'ultima eredita alcune caratteristiche dalle Glide stream immesse sul mercato qualche mese orsono grazie alla presenza di tre pinne aerodinamiche poste al centro di ogni lato e nel telaietto di rinforzo della ventola stessa che ormai diventa sempre più un elemento essenziale per la generazione e il controllo dei flussi d'aria post pala che vengono concentrati in una sezione cilindrica invece della decisamente meno performante sezione conica, come spesso accade sulle ventole di fascia bassa prive di particolari controlli aerodinamici.

scythe-grand-flex-fan scythe-grand-flex-fan2 scythe-grand-flex-fan3 scythe-grand-flex-fan4

grand-flex-frame grand-flex-frame2 grand-flex-frame-3

Soddisfacente risulta la qualità del termorestringente e del relativo sleeving che vede la presenza di una calza in PET monofilamento intrecciato dalla media copertura che se da un lato lascia intravedere i cavi a distanza ravvicinata, dall'altro offre comunque una buona resa cromatica già a qualche decina di centimetri dal cavo ove lo sleeving nero prevale sui colori accesi dei cavi sottostanti, c'è di meglio ma è sicuramente un passo in avanti da parte di Scythe che storicamente non ha mai curato più di tanto l'estetica delle proprie ventole preferendo puntare più su un rapporto prezzo prestazioni che sulla mera estetica; basti pensare alla serie S-Flex o alle Gentle typhoon, ventole dalla qualità eccellente di stretta derivazione industriale con standard elevati ma con scarsa cura per i dettagli.

sleeving-grand-flex sleeving-grand-flex2

Molteplici sono i particolari microscopici presenti all'interno di queste Grand Flex, esse hanno subito infatti un importante restyle da parte di Scythe sostanzialmente su ogni aspetto tecnico che si può prendere in esame su questo genere di prodotti; partendo dal cuore pulsante e quindi dal motore, la casa con la bandiera del sol levante si riaffida all'ormai ultra testato ed affidabile FDB(Fluid Dynamic Bearing) di progettazione Sony che offre un interessante Mean Time Before Failure(120.000 ore) unito a basse emissioni acustiche ed ad un consumo decisamente ridotto in termini di ampere. Come se ciò non bastasse Scythe aggiorna tale soluzione e agisce sui materiali in esso utilizzati al fine di aumentarne ulteriormente affidabilità e prestazioni; l'intervento di restauro nel dettaglio ha previsto l'utilizzo di acciaio per la realizzazione della camicia esterna e dell'albero motore che grazie alla lavorazione superficiale porosa gli consente di auto lubrificarsi in maniera del tutto autonoma con un olio di ultima generazione, fornito da un piccolo serbatoio laterale, capace di reggere temperature fino a 250°C, ovviamente parliamo di temperature limite e non certo di temperature di funzionamento regolare.

grand-flex-engine-cool-inlet grand-flex-future

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM