Recensione Cooler Master JetFlo 120

Le nuove ventole a marchio Cooler Master vengono fornite al consumatore finale all'interno di confezioni in cartone forse tra le più ricercate che la casa abbia mai realizzato per un suo prodotto, per la prima volta abbiamo dinanzi a noi una scatola che si presenta con il colore caratteristico aziendale fucsia, assieme al nero che fa da sfondo ad una foto panoramica della ventola affiancata dal nome del modello e dalle sue principali caratteristiche quali la portata, gli inserti antivibrazionali e i cavi di downvolt forniti di serie. Dietro a ciò si cela tuttavia una ulteriore sezione che si apre a libro tramite velcro che ci illustra tutti gli aspetti tecnici implementati in questo nuovo genere di soluzione, spaziando dal nuovo motore "POM Bearing" al nuovo disegno delle pale volto alla riduzione del rumore senza inficiare in maniera sensibile sulle portate e la pressione esercitata dalla ventola.

jetflow-120-package jetflow-120-package-inside

Sempre sulla confezione troviamo anche ulteriori descrizioni con i lati che riportano il nome del prodotto e la parte posteriore che riporta in otto lingue differenti, tra cui l'italiano,i punti salienti di queste JetFlo 120 assieme alle caratteristiche tecniche riportate in apertura di articolo ed una sfilza di certificazioni di confromità, tra le quali le consuete CE e RoHs per il commercio in Unione Europea e il rispetto ambientale grazie all'assenza di metalli pesanti e prodotti chimici a forte impatto ecologico come il piombo.

jetflow-120-package3 jetflow-120-package4 jetflow-120-package5

Aperte le confezioni, per tutte le ventole avremo la medesima dotazione che prevede la fornitura di:

  • quattro viti in acciaio M4 di colorazione nera
  • un cavo di downvolt a cinque volts
  • una cavo di downvolt a nove volts

coolermaster-jetflow120-bundle

Da segnalare in questo caso risulta la composizione dei cavi di downvolt stessi, essi sono infatti composti da una guaina esterna in PET multifilamento di colorazione nera che cela sotto di essa la presenza di un resistore posto sui +12v che, a causa dell'energia dissipata durante il funzionamento, diventa sensibilmente caldo e ci viene dato avviso diciò mediante un etichetta plastificata posta direttamente sopra lo sleeve; è bene quindi considerare una posizione ventilata per l'alloggiamento di tale soluzione al fine di evitare sbalzi negli rpm o peggio bruciare la resistenza stessa.
Da notare inoltre risulta la presenza di un molex a quattro pin che non prevede l'adozione del segnale PWM, downvoltando quindi la ventola si perderà questo tipo di regolazione fornita dalla scheda madre o da qualsiasi altro dispositivo digitale.

jetflow120-adapter-downvolt jetflow120-adapter-downvolt2 jetflow120-adapter-downvolt3

 


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM