Recensione Cooler Master JetFlo 120

La nuova proposta ventilante di Casa Cooler Master giunge in un momento di forte agitazione nel settore della ventilazione forzata che vede mese dopo mese continui ed incessanti annunci di nuovi modelli sempre più all'avanguardia e sempre più ricercati sia sotto il profilo delle prestazioni che sotto l'aspetto estetico.
Con le JetFlo, CM entra dalla finestra principale dell'arena a da battaglia in campo aperto a chi sta militando nel settore da anni, proponendo una soluzione molto ben bilanciata e caratterizzata da una qualità costruttiva di fascia alta, a tal proposito risulta eccellente tutta la lavorazione dei materiali con un progetto solido e ridefinito in ogni sua parte; non passano sicuramente inosservati la cura dedicata alla sleevatura dei cavi cosi come l'accoppiamento utilizzato per i disaccoppiatori che, al posto di utilizzare dei semplici innessi in plastica, si affida a delle ben più solide viti nere a testa esagonale.
Più che adeguata risulta la dotazione di serie che prevede la fornitura di quattro viti di ritenzione in acciaio, sempre di colorazione nera, a cui si affiancano due cavi di downvolt per regolare a piacimento la ventola per chi fosse sprovvisto di un fan controller e non voglia o possa utilizzare il controllo in pulse width modulation.
E' tuttavia il piano tecnico e prestazionale il vero cavallo di battaglia di queste JetFlo, partendo dal motore Cooler Master ha equipaggiato le sue ultime ventole con la quarta generazione dei propri motori che grazie ad un rivestimento specifico gli consente di raggiungere ben 160 000 ore di funzionamento, collocando la soluzione in oggetto sicuramente tra le più longeve sul mercato al pari di Noctua e Noiseblocker, con una tensione di partenza di soli 2 volt; un valore eccellente che non fa altro che dimostrare la bontà del motore che realmente gode di un attrito irrisorio. Grazie anche al nuovo profilo palare le JetFlow fanno inoltre segnare valori di emissione acustica al pari delle Glide Stream di Scythe e F12 di Noctua, rimanendo diversi decibel più silenziose sia delle eLoop che delle SP120 di casa Corsair, meglio di lei in maniera sensibile fanno solo le nuove Grand Flex sempre di casa Scythe.
Medesimo discorso è possibile affrontare anche nel grafico delle pressioni dove la JetFlo da di nuovo battaglia alle sue dirette concorrenti e fa segnare le medesime prestazioni di Glide stream e eLoop chiudendo a +12v con una pressione statica di 2,286mmH2O, leggermente superiore alle avversarie che si vedono raggiungere anche nel grafico del pescaggio dove la soluzione di CM mantiene nuovamente il passo dimostrandosi un progetto molto ben riuscito e versatile in molteplici campi sia che la si utilizzi in immissione che in estrazione, in aria libera o attraverso superfici dissipanti. Comportamento che non riesce, per esempio, a Corsair dove se da un lato la SP120 risulta più performante in valore assoluto in termini di pressione, dall'altro si dimostra essere sia più rumorosa che decisamente inadatta in estrazione dove risulta il fanalino di coda distanziata di parecchi CFM.
Valore aggiunto per queste nuove ventole di Cooler Master sono inoltre i led disponibili su tre delle quattro versioni a catalogo che possono fare la felicità di chi cerca da anni una ventola prestante munita di questa particolare caratteristica, non crediamo di sbilanciarci poi molto nel dire che, ad oggi, le JetFlo 120 siano le ventole munite di led più bilanciate e versatili sul mercato.
Per quanto riguarda infine l'aspetto monetario le ventole in analisi sono attualmente vendute sul suolo nazionale ad un prezzo, iva inclusa, di circa 15,50€; cifra molto interessante se si tengono in considerazione le prestazioni fatte registrare e si aggiunge il controllo PWM, assieme ai led ed a una dotazione che completa in ogni aspetto la proposta di Cooler Master.

Nome prodotto PRO CONTRO Award Tecnici
Award prestazionali


coolermaster
Cooler Master JetFlo 120

+ ottima qualità costruttiva e dei materiali
+ disaccoppiatori in elastomero
+ angolari filettati
+ tensione di startup di soli 2v!
+ cavi di downvolt di serie
+ cavi sleevati in PET multifilamento
+ molex in tinta
+ controllo PWM
+ comportamento bilanciato
+ diffusione dell'illuminazione omogenea
+ ottimo pescaggio

 /

 ct gold technical

 ct high performance

Si ringrazia Cooler Master per aver reso possibile la stesura dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.


« Indietro 6/6 Avanti

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM