Recensione Enermax Twister Pressure, T.B Silence e Cluster Advance

enermaxct lab
Il 2014 per Enermax ha portato diverse ventate di novità all'interno del listino aziendale sopratutto per ciò che concerne il settore del raffreddamento; non possiamo non ricordare a tal proposito il LIQTECH 240, primo AIO di quarta generazione a fare capolino all'interno delle nostre pagine, cosi come non possiamo non indicare la presentazione di tutti gli altri liquidi compatti presentati assieme a questt'ultimo e che si differenziano uno dall'altro per il prezzo e per le dimensioni del radiatore con cui vengono equipaggiati.

Oltre a ciò poche settimane fa l'azienda ha inserito in sordina un nuova ventola a catalogo sotto il nome di Twister Pressure; si tratta di una nuova soluzione da 120 millimetri di diametro pensata e sviluppata per lavorare in condizioni ad alta resistenza aerodinamica, facendo della pressione statica uno dei suoi principali cavalli di battaglia senza tuttavia rinunciare al know how aziendale che si ripresenta nel motore caratteristico "Twister Bearing" da cui eredita anche parte del nome.

Nelle pagine seguenti andremo ad analizzare proprio tale ventola a cui affiancheremo anche le Enermax T.B. Silence e Cluster Advance; altre due pietre miliari con cui il produttore milita nel mercato da qualche anno e che hanno già riscontrato pareri positivi nelle varie parti del mondo, mettiamole dunque alla prova!
Seguono le principali caratteristiche tecniche dichiarate dall'azienda che potrranno essere confrontate successivamente con i dati strumentali estratti dai nostri locali:

enermax
Nome commerciale Enermax Twister Pressure
Dimensioni (mm) W120 x H120 x D25
Controllo PWM control / APS control
Tipo di cuscinetto Twister Bearing Technology
Frame High Pressure & Heat Resistant
Design palare High Pressure
Numero di pale 9
  Ultra Silent Mode Silent Mode Performance Mode
Velocità (RPM) 500 ~ 1,200 (+/- 10%) 500 ~ 1,500 (+/- 10%) 500 ~ 1,800 (+/- 10%)
Portata (m³/h) 40.45 ~ 94.50 40.45 ~ 118.13 40.45 ~ 135.85
Portata (CFM) 23.81 ~ 55.62 23.81 ~ 69.53 23.81 ~ 79.96
Pressione statica (mm-H2O) 0.673 ~ 1.709 0.673 ~ 2.679 0.673 ~ 3.845
Emissioni acustiche (dB(A)) 14 - 21 14 - 23 14 - 25
Potenza assorbita (W) 1.44 1.8 3.6
Corrente assorbita (A) 0.12 0.15 0.30
Tensione nominale (V) 12 12 12
MTBF 160,000 ore
Connectore 4 pin PWM
Accessori adattatore 4-pin, 4x antivibrazionali
copertina twisterpressure

 

enermax
Nome Commerciale Enermax T.B. Silence
  UCTB8P (8cm) UCTB12P (12cm) UCTB14P (14cm)
Dimensioni (mm) B82 x H82 x T25 B120 x H120 x T25 B139 x H139 x T25
Tipo di cuscinetto Twister Bearing
Frame punched HALO Frame
Design palare Batwing
Numero di pale 7 9 9
Velocità (RPM) 500 - 2,200 (+/- 10%) 500 - 1,500 (+/- 10%) 600 - 1200 (+/- 10%)
Portata (CFM) 11.32 - 35.11 26.51 - 71.25 39.48 - 69.04
Portata (m3/h) 19.32 - 59.65 45.04 - 121.05 67.08 - 117.30
Pressione statica (mm-H2O) 0.517 - 2.394 0.483 - 1.676 0.691 - 1.131
Emissioni acustiche (dB(A)) 8 - 21 8 - 18 9 - 15
MTBF 100,000 ore
Potenza assorbita (W) 3 4.8 3.6
Corrente assorbita (A) 0.25 0.4 0.3
Tensione nominale (V) 12 12 12
Accessori adattatore 4-pin, 4x viti autofilettanti in acciaio
copertina tbsilence-pwm

 

enermax
Nome commerciale Enermax Cluster Advance
Dimensioni (mm) W120 x H120 x D25
Controllo PWM control / APS control
Tipo di cuscinetto patented Twister Bearing Technology
Frame punched HALO frame
Design Palare Batwing
Numero di pale 9
  Ultra Silent Mode Silent Mode Performance Mode
Velocità (RPM) 500 ~ 1,200 (+/- 10%) 500 ~ 1,500 (+/- 10%) 500 ~ 1,800 (+/- 10%)
Portata (m³/h) 45.04 ~ 90.08 45.04 ~ 121.05 45.04 ~ 147.29
Portata (CFM) 26.51 ~ 53.02 26.51 ~ 71.25 26.51 ~ 86.69
Pressione statica (mm-H2O) 0.483 ~ 1.073 0.483 ~ 1.676 0.483 ~ 2.414
Emissioni acustiche (dB(A)) 8 - 14 8 - 18 8 - 21
Potenza assorbita (W) 2.16 3.0 4.2
Corrente assorbita (A) 0.18 0.25 0.35
Tensione nominale (V) 12 12 12
MTBF 100,000 ore
Connettore 4 pin PWM
Accessori adattatore 4-pin, 4x antivibrazionali
copertina cluster-adv

 


Tutte e tre le ventole vengono fornite all'interno di un astuccio in cartone avente sulla parte frontale una finestra in PVC trasparente che permette di visionare la ventola nella sua interezza; sopra di questa trovano collocamento diverse icone che ci illustrano alcune features del modello acquistato come il controllo PWM, il motore di ultima generazione o la particolare linea di attacco all'aria delle pale.
Decisamente più interessante, da un punto di vista tecnico, risultra il retro della confezione che mette in risalto la tabelle riportate in prima pagina assieme ad un elenco discorsivo delle qualità peculiari offerte ed una breve descrizione del prodotto in inglese; ovviamente sono presenti per tutte e tre le ventole i loghi che ne attestano la conformità con le direttive RoHs e CE rispettivamente per il rispetto ambientale e la possibilità di circolare sul territorio Europeo di cui lo Stivale fa parte.

Twister Pressure
enermax-twister-pressure-package enermax-twister-pressure-package2 enermax-twister-pressure-package3

Cluster Advance
enermax-cluster-advance-package enermax-cluster-advance-package2 enermax-cluster-advance-package3

T.B. Silence
enermax-tbsilence-package enermax-tbsilence-package2 enermax-tbsilence-package3

Decisamente semplice e snella risulta la fornitura degli accessori a corredo; partendo dalla T.B Silence la casa ci mette a disposizione unicamente quattro viti di ritenzione in acciaio M4 autofilettanti assieme ad un adattatore 4-->3pin su molex passante utilizzante, sia il tre pin che il molex per la PSU, di colorazione bianca a cui si interfaccia un piattina su due poli anch'essa di colorazione chiara. Da notare in questo caso risulta unicamente la sezione del cavo, decisamente limitata e pensata per l'alimentazione della singola ventola, sicuramente da evitare sono ponti o cavi split a Y sul tre pin dell'adattatore.

enermax-tb-silence-bundle cluster-advance-bundle

Molto simili risultano le dotazioni anche per la Twister Pressure e la Cluster Advance; qui oltre all'adattatore 4-->3pin avremo la fornitura di quattro antivibrazionali di colorazione nera; corti e per lamiera per la Cluster Adavnce, lunghi e snelli per la Twister al fine di consentire, grazie ai ben 65mm di lunghezza, l'installazione anche sulle superfici dissipanti di dissipatori e radiatori di vario genere; un ulteriore conferma della vocazione prettamente prestazionale di questa ventola.

enermax-twister-pressure-bundle enermax-twister-pressure-bundle2


La Twister Pressure di Enermax si rivela alla luce del sole come una soluzione ventilante adottante un full frame esterno da 120 millimetri per lato di colorazione nera che fa da cornice alla struttura ventilante interna composta da nove elementi palari utilizzanti una colorazione fumè grigia con una punta di giallo che va a richiamare l'adesivo posto sul coperchio del motore frontale; lo stesso vanta una grafica a predominante nera con un cerchio estetico giallo. A dispetto di Noctua e Thermalright che utilizzano colorazioni, passatemi il termine, curiose; Enermax opta per un approccio decisamente più elastico per ciò che riguarda l'estetica delle sue ventole di punta e il risultato anche dai primi feedback ricevuti per email sembrano decisamente approvare la scelta del costruttore.

enermax-twister-pressure enermax-twister-pressure2 enermax-twister-pressure3 enermax-twister-pressure4

Da notare è sicuramente la qualità e lo spessore delle plastiche, non siamo infatti davanti alla solita ventola cinese da 3-4€ con pale da un paio di decimi di millimetro; qui tutta la struttura è estremamente solida con pale da due milliemtri di spessore e rinforzi sull'albero motore che permettono un'estrazione dello stesso in tutta sicurezza e semplicità.
Curata risulta tutta la parte estetica con i cavi di alimentazione appositamente inseriti all'interno del frame prima di arrivare al motore e posti all'interno di una guaina in PVC multifilamento, ad alto potere coprente, per la tratta che va da frame al molex quattro pin PWM anch'esso di colorazione nera con un'ottima stabilità strutturale grazie a crimp ben saldi e al termorestringente posizionato a regola.

twister-pressure-sleeve

 Sotto il profilo tecnico le nuove Twister Pressure mettono in campo gran parte del "know How" costruttivo di Enermax sfoggiando una superficie ventilante caratterizzata da pale a forte vocazione "corsaiola" utilizzanti linee di taglio e di spinta lineari con tuttavia angoli di attacco spinti e forme allungate della singola pala al fine di mandare in pressione il cono d'aria post ventola. Se infatti la linea di taglio vanta angolazioni dinamiche, accentuate nei pressi del rotore e più blande all'esterno, le linee di spinta sono nette e quasi a 90° per poter mantenere alte le pressioni anche a portate ridotte; segno inequivocabile che qui si punta alle prestazioni più che al silenzio puro.

enermax-twister-pressure-impeller highpressure-blades.png enermax-twister-pressure-impeller2

All'attenta analisi palare Enermax ha affiancato anche il nuovo controllo di velocità massima dei giri motore, meglio definito con il nome di APS (Adjustable Peak Speed); esso è essenzialmente uno switch a tre posizioni posizionato sul retro del motore che ci permette, tramite il ricollocamento di una levetta, di selezionare tre velocità di punta massime a prescindere se si controlli la ventola con il PWM o meno.
Anche con il controllo PWM infatti la ventola verrà limitata nel suo range operativo, impostando la modalità "Ultra silent" la twister pressure in controllo PWM lavorerà infatti tra i 500 e i 1200rpm mentre alzerà di 300RPM il limite massimo in "silent mode" fino ad arrivare a 1800RPM qualora posizioneremo lo switch sull'ultima posizione e quindi in modalità "performance".

Enermax-twister-pressure-aps

Ulteriore Accortezza tecnica risulta infine la possibilità di rimuover tutta la superficie ventilante sfruttando la particolare conformazione del motore "twister bearing" che oltre a garantire bassi attriti, grazie all'albero auto lubrificante e al magnete di stabilizzazione per il cuscinetto a sfera, consente all'utente di estrarre le pale al fine di poter procedere in tutta comodità e praticità alla pulizia del prodotto senza dover essere infastidito dagli elementi costruttuttivi del telaio che rendono le operazioni di pulizia quantomeno più difficoltose.

twister-pressure-removable-blades twister bearing

Notevole risulta anche qui la qualità costruttiva, il coperchio del motore risulta ulteriormente rinforzato da una lamiera in acciaio nonostante il già elevato spessore della plastica mentre il PCB vanta una qualità di assemblaggio top di gamma, con saldature ben eseguite assieme ad un circuito ben "pulito" con gli elementi essenziali subito individuabili a conferma che il prodotto ha dietro di se uno studio ben definito.

Lamiera di rinforzo a sinistra e transistor di alimentazione della ventola a destra:
twister-pressure-top twister-pressure-transistor


La T.B Silence del lotto risulta la ventola con più mesi sulle spalle; ciò nonostante continua a rimanere tutt'ora una ventola capace di insidiare diverse soluzioni avversarie grazie all'implementazione del motore Twister bearing e all'utilizzo di diverse soluzioni tecniche che le consentono di rimanere nel mazzo delle soluzioni per chi è alla ricerca di un prodotto che permetta di offrire buone portate senza eccedere troppo nelle emissioni acustiche. Essa, nel dettaglio, si propone come una ventola utilizzante un layout a nove pale di colorazione grigio fumè inserite all'interno di un telaio nero che vanta una cornice molto caratteristica in alluminio spazzolato che richiama gli elementi estetici grigi posti sull'adesivo frontale.

tb-silence-fan2 tb-silence-fan3 tb-silence-fan4 tb-silence-fan

 Uno dei punti di forza di questa T.B Silence risulta l'estetica, nulla viene lasciato al caso e decisamente "uncoventional" risulta la cornice in alluminio spazzolato posta tra il frame della ventola che conferisce al tutto un effetto che difficilmente possiamo ritrovare altrove; a ciò si affianca anche la sleevatura eseguita in maniera impeccabile grazie al medesimo sleeve utilizzato per la Twister Bearing capace di nascondere in maniera completa i cavi di alimentazione e controllo(PWM e tachimetrico).

tb-silence-side tb-silence-sleeve

Filosofia differente viene invece adottata per la gestione dei vortici, qui Enermax utilizza quello che chiama il design "batwing" letteralmente "ala di pipistrello"; un nome che lascia intendere la forma del profilo palare che vanta, come visto per le CM, una struttura a doppio arco in grado di generare turbolenze controllate con il compito di ridurre il cono d'aria post pala al fine di mantenere il più lineare possibile l'afflusso d'aria ai componenti che si vuole dissipare senza che quest'ultima venga dispersa lateralmente. Assenti anche in questo caso risultano appendici aerodinamiche sul dorso delle pale mentre segnaliamo la funzione passiva della cornice in alluminio che permette, attraverso il logo inciso, di incrementare le portate mosse dalla ventola cedendo qualcosina in termini di pressione statica.

tb-silence-impeller tb-silence-impeller2

Presente anche per la ventola in questione la possibilità di rimuovere il gruppo ventilante, attraverso una piccola pressione posteriore, ciò permetterà di sganciare l'albero dal cuscinetto a sfera; quest'ultimo ritenuto dal magnete e dalla camicia di protezione in acciaio del motore. Si noti nelle foto seguenti la presenza di un transistor di alimentazione differente dalla Twister pressure assieme alla presenza massiccia di grasso di litio per la protezione dell'albero motore, obbligatorio quindi prestare attenzione durante le operazioni di manutenzione al fine di evitare che i vari granuli di sporco si ancorino all'albero finendo inevitabilemnte nel cuore del motore con i problemi del caso.

enermax-tb-silence-engine enermax-tb-silence-engine2


Per l'ultima ventola in analisi in queste pagine abbiamo un netto cambio di stile, la Cluster Advance risulta infatti una soluzione ventilante interamente di colorazione bianca adottante un'estetica più spinta rispetto alle sorelle che risultano da questo punto di vista più conservative. Ciò nonostante rimane identico il concetto di base se confrontata con la T.B. Silence dalla quale eredita frame con cornice in alluminio forata(HALO Frame) e struttura ventilante a nove pale.

cluster-advance-side cluster-advance-side2 cluster-advance-side3 cluster-advance-side4

 Identici risultano anche i profili di taglio e di spinta delle pale stesse che ripresentano il design ad "ala di pipistrello" proprietario, se pur il colore passi dal grigio fumè della TB Silence al bianco pastello della Cluster:

 cluster-advance-wings cluster-advance-wings2

 Nota di rilievo merita la presenza del controllo APS che ci permette, come visto per la twister pressure, di regolare su tre range i giri motore della ventola settandola sui livelli che più rispecchiano il nostro utilizzo quotidiano. A ciò si affianca anche una sleevatura dei cavi in guaina a triplo filamento di colore bianco; qui tuttavia la particolare colorazione della calza unita ad una trama leggermente più larga non riesce a dare il medesimo effetto visto sulle ventole precedenti adottanti sleeve nero, lasciando trasparire i cavi sottostanti che possono risultare fastidiosi per i puristi dell'estetica.

cluster-advance-aps cluster-advance-sleeve

Vero valore aggiunto della Cluster Advance sono i quattro Led di colorazione bianca che Enermax mette a disposizione della ventola; essi risultano, cosa più unica che rara, slegati dalla tensione di alimentazione del motore. Sia che si eroghino i cinque volts per lo startup che i dodici della tensione nominale i led saranno infatti sempre a piena luminosità e questa è la prima volta che finalmente vediamo implementata questa semplice ma essenziale caratteristica nelle ventole equipaggiate con LED! Come se ciò non bastasse a nostra disposizione avremo sul laterale del frame anche uno switch meccanico che ci permetterà di accendere o spegnere a piacimento i led evitando di avere il classico effetto "faro" nelle sessioni notturne.

enermax-cluster-advance-led-switch

Di seguito due panoramiche con led accesi in pieno giorno e con condizioni di scarsa luce, la luminosità in questo caso è piuttosto accentuata essendo i led di colorazione bianca e ad alta luminosità.

enermax-cluster-advance-led  enermax-cluster-advance-led2

 Immancabile risulta infine la possibilità di rimuovere la superficie ventilante grazie alll'utilizzo del "Twister bearing"  che ci renderà più facile la vita durante le fasi di pulizia se pur teniamo ad appuntare anche per la Cluster Advance la presenza di parecchio grasso sull'albero motore; valgono di conseguenza le considerazioni fatte nella pagina precedente per la TB Silence, massima attenzione per eventuali granelli di sporco che si possono depositare sullo stesso nelle operazioni di pulizia a "cuore aperto".

cluster-advance-twister-bearing cluster-advance-twister-bearing2 cluster-advance-twister-bearing3

Da notare come ulteriore finezza, risulta la presenza di un terzo, ulteriore e differente, transistor di alimentazione sul PCB della Cluster Advance, su tre ventole aventi lo stesso motore abbiamo tre configurazioni elelttriche differenti, segno che ogni singola ventola ha subito uno studio e relativo sviluppo indipendente; cosa che ovviamente non può far altro che piacere e denota la filosofia aziendale.


Le ventole oggetto dall'articolo odierno sono state testate secondo la metodologia di test applicata alle ventole in uso da oltre due anni all'interno dei nostri locali; per comodità riportiamo un estratto della metodologia nei suoi punti salienti anche se consigliamo vivamente la lettura integrale.
http://www.coolingtechnique.com/guide/metodologie-di-test/399-galleria-del-vento.html

Estratto metodologia di test:
L'analisi strumentale delle ventole viene effettuata collocando il prodotto all'interno di una struttura appositamente studiata e creata da parte del nostro Staff e realizzata dall'italiana Dimastech su specifiche da noi fornite; ciò consente di posizionare la ventola in posizione elevata dal piano di sostegno ad una distanza di 50 centimetri dal microfono di rilevazione con il cono d'aria opposto alle onde acustiche rilevate,permettendoci di evitare possibili interferenze dovute ai flussi che agiscono sul microfono.
Lo schema seguente sintetizza in maniera agevole quanto fin qui descritto:

metodologia_test

Per ciò che concerne le rilevazioni della portata,di rpm,pressione e ampere saranno presi i valori a 0/1/2/3/4/5/6/7/8/8/9/10/11 e 12v(forniti da un alimentatore da banco stabilizzato), questo è reso nuovamente possibile dalla nuovo struttura realizzata tramite lamiera da 2mm in acciaio a tenuta stagna.
Essa vanta un volume d'aria di 2500cm3, circa quattro volte il volume della precedente, al cui interno è stato applicato un manto di fonoassorbente multifrequenza da 3cm di spessore capace di tagliare in maniera sensibile ogni tipo di risonanza e di emissione acustica che si potrebbe venire a creare a causa delle turbolenze interne.

A flussi "puliti" l'aria viene canalizzata sul fondo e restituita ad una anemometro a filo caldo; quest'ultimo a differenza dei comuni a ventola assiale, vanta l'implementazione dell'ultima tecnologia utilizzata nel campo che prevede l'adozione di un filo in ceramica preriscaldato costantemente monitorizzato da una termocoppia ad elevata precisione in grado di calcolare in real time, grazie al supporto del microprocessore integrato, la variazione decimo di secondo per decimo di secondo della temperatura del filo che risulterà più caldo in luogo di basse portate e più freddo qual'ora ci siano ingenti flussi.
L'adozione di questo genere di soluzione offre molteplici vantaggi tra cui indubbiamente la maggior precisione che nel nostro caso passa da 0,39 a 0,10 m/s e porta con se l'assenza della ventola di rilevazione che difatto costituisce un ulteriore fonte di rumore non altrimenti eliminabile.

Di seguito viene illustrato il funzionamento dell'anemometro in utilizzo:

 


 

Nome ventola: Enermax Cluster Advance PWM
cluster-data

Analisi spettrometrica emissioni acustiche
verde scuro: background
nero: 5volts - verde chiaro: 9volts - viola: 12volts
cluster-advance
*Dall'analisi spettrometrica non si evidenziano anomalie operazionali.

Video in alta definizione - Audio a 32bit

Nome ventola: Enermax T.B Silence PWM
tb-silence-data

Analisi spettrometrica emissioni acustiche
verde scuro: background
nero: 7volts - verde chiaro: 12volts
tbsilence

*Dall'analisi spettrometrica non si evidenziano anomalie operazionali.

Video in alta definizione - Audio a 32bit


 

Nome Ventola: Enermax Twister Pressure PWM
twister-data

Analisi spettrometrica emissioni acustiche
verde scuro: background
nero: 5volts - verde chiaro: 9volts - viola: 12volts
twister

verde scuro: background
nero: 5volts - viola: 12volts
twister-5-12v

verde scuro: background
nero: 5volts
twister-5v

*Dall'analisi spettrometrica si evidenzia un anomalia che altera le emissioni acustiche a cinque e nove volts con un picco acustico di oltre 15dB(A) sul range di frequenza tra i 300 e i 400Hz; il fenomeno risulta assente alle tensioni intermedie.

Oscillazione 5-12volts e ritorno

Video in alta definizione - Audio a 32bit


 

 Enermax Cluster Advance, T.B. Silence, Twister Pressure - 120mm
comparativa interna

Db(A)/CFM (Rumorosità)
dba-cfm-interna
Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)
pressure-interna rpm-interna
 
Enermax Cluster Advance, T.B. Silence, Twister Pressure - 120mm
comparativa con prodotti di terzi
Db(A)/CFM (Rumorosità)
dba-esterna
Pressione(mmh2o)/CFM (Prestazioni)                       RPM/CFM(Pescaggio)
pressure-esterna rpm-esterna

 


Le ventole esaminate quest'oggi si sono dimostrate nel complesso soluzioni con alla base un solido "know how" costruttivo, capace di conferire a ciascuna soluzione un propria identità pur mantenendo il medesimo hardware per i tre modelli che condividono motore, elettronica e persino superficie ventilante per ciò che concerne la Cluster Advance e la TB silence.
Praticamente priva di difetti risulta la qualità costruttiva che vanta materiali solidi ed accoppiamenti ben saldi grazie alle ridotte tolleranze imposte dal costrutture, le quali permettono di conferire ai prodotti una sensazione di solidità assieme ad una resa estetica non indifferente, se pur la Cluster Advance scivoli sulla calza multifilamento bianca che lascia intravedere i cavi contenuti sotto di essa, sporcando nell'insieme l'impatto estetico che il prodotto offre.
Se tuttavia da un lato lascia, quest'ultima, sul campo qualcosina nell'estetica; dall'altro la presenza dei led alimentati indipendentemente assieme alla possibilità di spegnere gli stessi sono un valore aggiunto da non sottovalutare se si sta ricercando un prodotto capace di offrire funzionalità ed estetica.
Nota a parte merita anche la Twister Pressure che vanta un telaio e una struttura palare decisamente rubusti per la categoria, appena presa in mano si capisce fin da subito che non siamo di fronte alla classica ventola di fascia media ma che la stessa appartiene ad una categoria superiore e che non sarà di certo facile danneggiarla strutturalmente con cadute o urti accidentali; in un periodo dove si risparmia su tutto fa sicuramente piacere vedere che ci sono aziende che puntano ancora sulla qualità e sulla robustezza dei propri prodotti.

Sotto il profilo dell'inquinamento acustico le tre ventole in analisi ottengono risultati sostanzialmente speculari; la presenza infatti del motore "Twister bearing" su tutte e tre le proposte fa si che che i decibel complessivi rimangano pressochè similari durante tutto l'arco di analisi. Medesimo discorso è possibile affrontare anche per il pescaggio dove la TB Silence e la Cluster Advance risultano perfettamente identiche(stessa superficie ventilante) mentre la Twister Pressure, a causa delle pale orientate alla pressione, lascia sul campo qualcosina posizionandosi di poco sotto alle due sorelle.
Il discorso cambia in maniera sensibile non appena ci spostiamo sulle pressioni statiche e sulle relative curve P/Q; qui la TB Silence si stacca nettamente dalla altre due proposte di Enermax lasciando campo aperto alla Twister Pressure e alla Cluster Advance dove, quest'ultima, si difende fino a coefficienti di media e medio/bassa restrittività per poi dare strada alla Twister Pressure che ingrana letteralmente una marcia in più e stacca di 0,6mmH2O la Cluster a flussi azzerati.

Interessante risulta anche l'attualizzazione delle soluzioni di Enermax nel mercato contemporaneo, qui abbiamo un quadro che pone le ventole in oggetto in cima al grafico di riferimento per ciò che concerne le emissioni acustiche, soffrendo in particolar modo le medie e basse portate dove soluzioni come le Eloop e la Noctua NF-F12 si distanziano di 3-4dB(A) per poi dimezzare il divario a circa 60CFM; valore in cui la Twister Pressure risulta solamente di un 1dB(A) più rumorosa della Noiseblocker e Noctua mentre Cluster Advance e TB Silence si collocano due scalini più sopra risultando generalmente più rumorose.
Decisamente meglio risulta il grafico che raffronta gli RPM con i CFM, qui le proposte di Enermax si posizionano nel mezzo, bissando i valori della eLoop fatta eccezione per la Twister Pressure che paga lo scotto per l'inclinazione delle pale posizionandosi su valori di poco superiori alla Corsair SP120.
Che la Twister Pressure non sia una ventola da semplice movimentazione di flussi era tuttavia abbastanza scontato e la strumentazione non ha fatto altro che confermarcelo, spostandoci nuovamente nel grafico P/Q infatti la situazione viene ribaltata e la Twister pressure si dimostra per quello che è.....una ventola fatta e pensata per lavorare su superfici dissipanti ad alto coefficiente di resistenza aerodinamica.
Ottimi risultano in questo caso tutti i valori registrati con la ventola che da battaglia alla Cluster Advance e alla Noctua NF-F12, le uniche in grado di tenerle testa ai medi valori di resistenza, salvo poi tirare i remi in barca a partire dalle medio/alte resistenze dove la Twister rifila 0,4mmH2O alla Noctua e 0,3mmH2O alla Wing boost che risale la china appena salgono i coefficienti di restrittività.
Parametro essenziale nella scelta della propria ventola risulta inoltre il prezzo e le Enermax in questione vengono fornite ad un costo interessante se raffrontate con i diretti avversari, per la Twister Pressure vengono infatti richiesti soli 11.99€ mentre si attestano a 11.99 e 12,99€ i costi, tasse incluse, per la T.B. Silence e Cluster Advance.

Nome prodotto PRO CONTRO Award Tecnici
Award prestazionali

enermax
Enermax Twister Pressure

+ ottima qualità costruttiva e dei materiali
+ prodotto solido
+ disaccoppiatori in elastomero
+ controllo digitale PWM
+ range operativo aggiustabile su tre livelli di velocità
+ sleeve ad alto potere coprente
+ eccellenti valori di pressione statica
+ basso prezzo di acquisto
+ alto MTBF

 - picchi di risonanza a 5 e 9volts

 ct silver technical

 ct best performance

enermax
Enermax Cluster Advance PWM

+ ottima qualità costruttiva e dei materiali
+ controllo PWM
+ disaccoppiatori in elastomero per lamiera
+ range operativo aggiustabile su tre livelli
+ ottimi valori di pressione statica, al pari della twister su medi e medio/basse restrittività
+ led alimentati indipendentemente
+ switch per spegnere i led
+ basso prezzo di acquisto

- calza insufficiente a coprire i cavi in essa contenuti
- sostanzialmente più rumorosa rispetto alla concorrenza

ct high performance

enermax
Enermax T.B. Silence
+ ottima qualità costruttiva e dei materiali
+ controllo PWM
+ esteticamente curata
+ silenziosa fino a 9 volts
+ basso prezzo di acquisto
- basse pressioni statiche
- sostanzialemnte più rumorosa rispetto alla concorrenza
ct medium performance

Si ringrazia Enermax per aver reso possibile la stesura dell'articolo di oggi.
Commenti sul forum.