Recensione Corsair Hydro H105

Piccolo appunto merita anche la personalizzazione offerta da Corsair con questo H105; la parte superiore del monoblocco implementa infatti una sede circolare per un anello in plastica fornito in tre differenti colorazioni e può essere sostituito a piacimento da aprte dell'utente.
Tutto quello che vi viene chiesto è l'inserimento di un piccolo cacciavite a taglio tra il disco e il monoblocco stesso al fine di fare leva tra i due pezzi liberando i quattro perni ad espansione che tengono saldo il cerchio al sistema; ovviamente in questi casi la pazienza e la delicatezza la fanno da padrone, stiamo pur sempre parlando di plastica con uno spessore nell'ordine del millimetro.

Corsair-h105-color-ring Corsair-h105-color-ring2

Corsair-h105-color-ring3 Corsair-h105-color-ring4 Corsair-h105-color-ring5

Concludiamo la parte estetica con due immagini inerenti l'Hydro H105 a ventole montate e una foto del logo illuminato in condizionidi luce assente.

Corsair-H105-full corsair-h105-led-on

*Nota: le fasi seguenti sono state realizzate post test termici

Addentrandoci ulteriormente nell'analisi di questo Hydro H105 non possiamo non andare a scoprire cosa cela il monoblocco al suointerno,a mrati quindi dei relativi cacciavite di sicurezza si possono rimuovere le viti che ancorano il coldplate alla struttura in plastica.
Una volta rimosse applicando una leggera pressione si può accedere al cuore pulsante di questo AIO, qui troviamo una struttura parecchio elaborata che mettein mostra nella parte superiore una membrana in gomma al cui centro è ospitato un JetPlate in acciaio con singolo foro laterale dietro ilquale si cela la girante della pompa a basso profilo.

corsair-H105-inside corsair-H105-inside2

Uscito dalla pompa e passato per il singolo foro del jetplate il liquido viene quindi scaricato in matrice dissipante ed incanalato all'interno di un tunnel centrale dal quale viene ridistribuito alle microaletettature laterali rifluendo al centro una volta arrivato agli estremi del coldplate.

corsair-h105-coldplate

Assolutamente impressionante risulta la densità lamellare della matrice cha abbiamo davanti Corsair con la nuova generazione della serie Hydro si è decisamente superata e propone una base dall'altissimo coefficiente di difficoltà costruttiva con alette einterstizzi nell'ordine del decimo di milimetro, conferendo all'AIO in questione probabilmentela posizione più alta del podio se si parla di superficie di scambio termico.

corsair-h105-coldplate-fins-inside corsair-h105-coldplate-fins-inside2

A titolo comparativo e per far meglio comprendere la densità lamellare nelle foto seguenti abbiamo messo a confronto le canaline di un Ybris black Sun e la matrice di questo H105, il confronto è nettamente visibile ad occhio nudo.

h105-coldplate-ybris h105-coldplate-ybris2


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM