Recensione Kingston HyperX 3K SSD 240GB

Fin dal primo impatto con il Kingston HyperX 3K SSD si ha la sensazione di avere tra le mani un prodotto di fascia alta; a partire dalla confezione stessa che risulta essere realizzata con molta cura e attenzione sia sotto l'aspetto tecnico che quello grafico, ottenendo un risultato davvero appagante per il cliente che dal canto suo capisce fin da subito di aver acquistato un prodotto di fascia alta.
Il materiale impiegato è del semplice cartoncino ma con uno spessore tale da rendere la scatola molto robusta, solo gli spigoli sono un pò deboli ed è bene quindi prestare attenzione per non rovinarli.
La struttura assomiglia molto ad un piccolo scrigno con una grafica generalmente pulita su sfondo scuro di un colore tra il blu e il nero, il quale dona al tutto un look accattivante e intrigante.

Sulla parte superiore della confezione è riportata al centro in primo piano una foto del drive, con il logo "Kingston HyperX" in alto a sinistra e la capacità del drive appena sotto; nell'altro angolo superiore troviamo quindi una indicazione sulle prestazioni massime offerte; non manca in basso il piccolo logo "Sandforce driven".

 

box front box rear

 

Passando al lato inferiore della confezione vengono riportate in una sorta di tabella, in ventidue lingue diverse, alcune caratteristiche generali del prodotto sotto le quali troviamo sei piccole icone con relativa didascalia raffiguranti gli accessori in dotazione con il bundle.

Sui fianchi solo tre dei lati sono impiegati per dare informazioni; su quello posteriore in particolare è stato applicato un adesivo che riporta il numero di serie, il part number, paese di assemblaggio, versione del firmware installata e del software in dotazione e una coppia di codici a barre.

I due laterali infine mostrano nuovamente il logo "Kingston HyperX", affiancato da qualche informazione di carattere pubblicitario e una foto frontale del dispositivo.

 

box left

box right

box right2

 La confezione ha una comoda apertura a libro; con un semplice gesto, aiutati dall'incavo posto anteriormente, si alza il lato superiore e si scopre il contenuto della confezione.

 

box opened

 

Uno spesso strato di neoprene opportunamente sagomato tiene saldamente in posizione l'SSD al centro della confezione, proteggendolo da possibili urti.

Rimosso questo strato, sul retro dello stesso troviamo incastrato in due apposite incisioni nel neoprene l'adattatore 2.5"->3.5", indispensabile per una facile installazione del drive nel proprio case.

 

SSD encl SSD encl back

 

Sul fondo della confezione è presente un secondo strato in neoprene, identico al primo, che racchiude tutto il bundle offerto.

 

Bay encl

 

Il disco ci è giunto nella versione "HyperX Bundle Upgrade Kit"; con questa, assieme al drive stesso, vengono forniti una lunga serie di interessanti accessori, che rendono il bundle davvero unico nel suo genere per quantità di accessori.

Nella confezione abbiamo trovato rispettivamente:

  • Adattatore da 2.5" a 3.5";
  • DVD, contenente le istruzione per il montaggio del drive e il software Acronis True Image per la clonazione dei dischi;
  • 4 viti con testa a croce per l'installazione del drive;
  • 4 viti con testa a croce per l'installazione dell'adattatore;
  • Cavo SATA dati di colore blu, con connettori dritti;
  • Cavo USB, necessario per il box esterno;
  • Box esterno per HDD/SSD da 2.5" con connessione USB 2.0;
  • Cacciavite con tre punte intercambiabili.

 

bundle

 

bundle screw

 

Andiamo nel dettaglio.

Non capita spesso (anzi, diremmo mai) di trovarsi un box esterno USB tra gli accessori di un hard disk; si rivela molto utile per collegare l'SSD a computer privi di connessione SATA extra, quali ad esempio netbook o portatili in genere, per copiare file da trasferire su un altro PC.

 

usbSocket External Box Back

 

Il suo utilizzo è molto semplice: si sblocca tramite l'apposita levetta la cover posteriore e la si fa scorrere verso il fondo, aprendo così l'allogiamente interno. A questo punto è sufficiente inserire il disco (un qualsiasi disco SATA da 2.5" va benissimo), si richiude il box e si blocca lo sportello, spostando la levetta verso il logo con il lucchetto chiuso.

Tramite il cavo USB lo si può quindi collegare al pc ed utilizzare come un comune disco esterno.

L'estetica di questo accessorio è molto semplice e richiama quella del drive stesso, con la parte superiore di colore grigio e finitura satinata; due loghi, "Kingston Technology", in grigio chiaro, e "HyperX", in rilievo con finitura zigrinata, sono raffigurati nei due angoli.

Due pecche a nostro avviso, anche se di poca rilevanza, risultano essere il box il quale se pur sia gradevole alla vista non lo è al tatto, risultando un pò troppo "plasticoso" se pur abbastanza solido; ben più importante invece l'interfaccia USB impiegata in versione II; con i suoi 480MB/s teorici, questa potrebbe limitare la banda massima teorica a disposizione, rallentando il trasferimento dei file. Avremmo gradito maggiormente la più veloce USB 3.0.

Nel bundle troviamo poi un comodo adattatore da 2.5" a 3.5", molto utile per installare il drive in case privi di vani appositi per unida da 2.5", realizzato in alluminio e caratterizzato con i colori tipici della linea Kingston HyperX.

 

converter screw driver

screw driver 2

Da non dimenticare infine il cacciavite a punte intercambiabili in dotazione, un particolare che farà molto comodo nelle fasi di montaggio del drive (e non solo), studiato anche nel design, con una linea molto accattivante e i colori tipici dei drive HyperX.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM