Recensione Arctic E461-BM e P311

Confrontando l’ingombro della custodia con quello della cuffia, capiamo subito che la cuffia è ripiegabile; l’archetto è in plastica di ottima qualità ed è dotato di ben due snodi per lato; uno permette di ridurre l’ingombro e l’altro di ruotare gli auricolari, rendendo il tutto molto compatto.
La parte esterna dei padiglioni è plastica verniciata, con colore grigio antracite, leggermente pigmentata mentre i padiglioni hanno un motivo a quattro punte con all’interno, al lato sinistro, il logo Arctic e a quello opposto, cinque tasti.
Due di essi regolano il volume e due il salto traccia (avanti ed indietro) mentre il tasto centrale, raffigurato con il simbolo della cornetta, svolge le stesse funzioni di un auricolare bluetooth; premere quattro secondi per l’accensione e sette secondi sempre da spenta per il pairing.
Sempre il padiglione destro ha un piccolo forellino per il microfono, dunque nessun microfono estensibile, che risulta tuttavia decisamente ben bilanciato non portando alcun problema con i vari interlocutori che non registrano alcun problema di ricezione nelle conversazioni di prova effettuate.
Per ciò che concerne il riconoscimento, non abbiamo riscontrato particolari problematiche di riconoscimento con quattro smartphone ed un vecchio Sony Ericsson.

17-close-up-artic-p311  18-close-up-artic-p311  19-close-up-artic-p311

 Nella corona che circonda il tasto circolare con il simbolo della cornetta, sono annegati 2 led, uno rosso e l’altro blu; quest'ultimo lampeggiante ogni 3 secondi indica che la cuffia è connessa mentre un'illuminazione intermittente indica la fase di pairing.
L’imbottitura dei padiglioni è ottima, ed il rivestimento della stessa è in morbidissima similpelle, ma allo stesso tempo è resistente alla abrasioni. La parte centrale è formata da un leggerissimo telo che copre una protezione in metallo per i piccolissimi altoparlanti.
Nell’uso avremmo gradito una maggiore pressione sulle orecchie esercitata dall'archetto, e dei normali movimenti fanno scivolare la cuffia verso il basso, costringendo spesso a riposizionarla; segnaliamo a tal fine che aumentanto la pressione sulle orecchie si ottiene anche una migliore qualità di ascolto.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM