Recensione Alphacool DC-LT e accessori

alphacool

E' da un po' di anni ormai che il settore delle pompe per raffreddamento a liquido è dominato da prodotti a 12V facenti parte di due categorie principali di Laing (rimarchiate ormai da tutte le case produttrici): DDC e D5; nel corso dell'ultimo anno abbiamo visto la comparsa di un nuovo tipo di pompa, la Jingway, rimarchiato da Phobya e Laing è già recensito in questo portale noto soprattutto per la sua economicità e per le più che buone prestazioni del modello più potente.

La battaglia quindi ha visto la concorrenza principalmente di questi tipi di pompe, scelti in base alla compattezza, alle prestazioni e alla silenziosità desiderate, ma di recente la Alphacool ha proposto sul mercato la pompa più compatta mai sviluppata per sistemi di raffreddamento a liquido per personal computer, ovvero la DC-LT.
Oltre a questa pompa, di cui si tratteranno i dettagli più avanti, la recensione si preoccuperà di analizzare anche alcuni accessori, necessari e non, per la pompa in questione, ovvero il top, la vaschetta a supplemento del top e la vaschetta dedicata ad ospitare due DC-LT in serie da singolo slot da 5,25".

panoramica alphacool dc-lt


Per prima cosa è bene riportare le specifiche tecniche di ogni prodotto in questione.

Alphacool DC-LT 

- Pompa a cavitazione magnetica
- Materiali: materiale plastico e ceramica
- Dimensioni: 51mm (L) x 48mm (W) x 9mm (H)
- Voltaggio standard: 12V DC
- Voltaggio consentito: 7-13,5V DC
- Consumo: 4,9W
- Prevalenza a 12V: 2,2m
- Flow rate massimo: 120 lt/h circa
- Temperatura massima di esercizio: 65°C
- Alimentazione: connettore a 3 pin
- Peso: 48g

Alphacool DC-LT Plexi Top

- Top per DC-LT
- Materiale: plexiglas
- Dimensioni: 49mm (L) x 49mm (W) x 24mm (H)
- Peso: 66g
- Montaggio: 4 fori con filettatura M4
- Connessioni: 3 da 1/4"G

Alphacool DC-LT Plexi Reservoir

- Vaschetta compatta in supplemento al top
- Materiali: plexiglas e ottone
- Dimensioni: 49mm (L) x 49mm (W) x 56mm (H)
- Peso: 141g
- Connessioni: 1 da 1/4"G
- Riempimento: tappo in ottone sul top con filetto da 1"

Alphacool Dual DC-LT 5,25 Single Bay Station

- Vaschetta da singolo bay da 5,25"
- Materiali: plexiglas, acetal e ottone
- Dimensioni: 99mm (L) x 148mm (W) x 43mm (H)
- Connessioni: 2 da 1/4"G
- Riempimento: tappo sul top con filetto da 3/8"
- 4 predisposizioni per led da 5mm
- Indicatore di livello del liquido sul frontale


La pompa si presenta in un blister bianco imbottito internamente per attutire eventuali colpi e/o cadute; il bundle risulta minimalista, costituito dalla sola pompa.

presentazione 1 alphacool dc-lt   presentazione 2 alphacool dc-lt

Il top è invece racchiuso nella classica confezione in cartone nero e con grafica, che contiene sui lati il nome del prodotto insieme al logo della casa produttrice; su di un lato si trovano, oltre al codice a barre, la scritta "RoHS Compliant" e "Designed in Germany Made in China".
Il bundle è anche in questo caso minimalista, e comprende oltre al top stesso, rivestito opportunamente in fliselina, una bustina di plastica contenente le due viti color rame necessarie al montaggio del top sulla pompa.

presentazione 1 top plexi alphacool dc-lt  presentazione 2 top plexi alphacool dc-lt  presentazione 3 top plexi alphacool dc-lt

Come per il top, anche il reservoir si presenta ni una confezione in cartone nero graficata, che contiene sui lati il nome del prodotto, logo della casa produttrice e l'immagine della vaschetta; su di un lato si trovano, oltre al codice a barre, la scritta "RoHS Compliant" e "Designed in Germany Made in China".
Anche per la vaschetta il bundle risulta minimale, e comprende oltre al reservoir rivestito di fiselina, 4 viti necessarie al montaggio del reservoir sul top in plexiglass.

presentazione 1 reservoir alphacool dc-lt  presentazione 2 reservoir alphacool dc-lt  presentazione 3 reservoir alphacool dc-lt

Infine la vaschetta single bay, presentata anch'essa in una confezione in cartone nero graficata, con il logo della casa produttrice su ogni lato; la vaschetta si trova all'inteno della confezione ben protetta da uno strato di fiselina, ed in bundle comprende due oring per le relative pompe ed una bustina in plastica contenente 4 viti a brugola nere con relativa chiave esagonale.

bundle 1 alphacool dc-lt single bay station  bundle 2 alphacool dc-lt single bay station  bundle 3 alphacool dc-lt single bay station


La pompa fa subito restare a bocca aperta, data la sua estrerma compattezza: praticamente il suo imgombro è pari a quello di un cerchio con diametro di 5cm circa; questa caratteristica le consente di essere integrata praticamente in qualsiasi case, anche calcolando l'ingombro complessivo insieme al top in plexiglass.
Dal punto di vista della composizione la pompa risulta piuttosto semplice, dato che la tecnologia di base è sempre quella della cavitazione magnetica di una girante su un albero, quindi si avrà una parte di elettronica coperta sul retro da un coperchio di plastica removibile dalla quale parte il cavo di alimentazione a 3 pin e sul fronte si trova invece la girante, removibile alzandola semplicemente, circondata da un oring di tenuta situato sul corpo centrale della pompa (che possiede anche due fori laterali per il montaggio del top) e che poggia su un cuscinetto in ceramica.
Come si può ben vedere dalle foto, la girante ha una "trama" composta da 5 eliche, ha un raggio di 30mm e un'altezza pari a circa 17mm; attenzione all'elettronica perchè non è isolata completamente dal coperchio, quindi se ci dovesse andare dell'acqua preoccupatevi di spegnere la pompa, asciugare il coperchio e controllare che l'elettronica sia "asciutta".

panoramica alphacool dc-lt

dettaglio 1 alphacool dc-lt  dettaglio 2 alphacool dc-lt

dettaglio 3 alphacool dc-lt  dettaglio 4 alphacool dc-lt

Il top in plexiglass da subito un'impressione di grande solidità oltre che di compattezza, date le sue ridotte dimensioni, inoltre non presenta particolari difetti di lavorazione che risulta complessivamente buona.
I 4 ati più corti del top i possono separare in due distinte coppie: la prima coppia presenta, per ciascun lato, due fori filettati M4 per consentire il montaggio della pompa all'interno del proprio case, mentre l'altra coppia presenta su un lato una connessione da 1/4"G per l'ingresso della pompa e dall'altro al centro una predisposizione per led da 5mm e in basso a destra la connessione da 1/4"G per l'uscita della pompa.

lato corto 1 top alphacool dc-lt  lato corto 2 top alphacool dc-lt  lato corto 3 top alphacool dc-lt

Sul top si trovano agli angoli i 4 fori filettati per consentire il montaggio del reservoir opzionale oltre alla connessione centrale da 1/4"G di ingresso alla pompa e comunicante con una delle connessioni laterali; nell'ultima foto è possibile vedere una piccola imperfezione nella lavorazione dei filetti.

top alphacool dc-lt  dettaglio connessioni top alphacool dc-lt

Il bottom infine presenta l'alloggio per la girante della DC-LT, con al centro la sede per l'albero e ai lati dell'alloggio i due fori filettati M3 per consentire il montaggio della pompa.

bottom alphacool dc-lt

Una volta montata la pompa, ecco come si presenta insieme al suo top.

top su pompa alphacool dc-lt


Il reservoir in plexiglass è anche lui molto solido e compatto, con un gigante tappo di riempimento in ottone verniciato nero con oring e con filetto da 1"; la lavorazione in questo caso sembra diversa dal top, in quanto il reservoir presenta alcune parti un po' opache.
Sostanzialmente la vaschetta non presenta caratteristiche particolari; sul top si trovano oltre al tappo già citato anche i 4 fori, agli angoli, che consentono il serraggio tramite 4 lunghe viti al top in plexiglass, mentre i lati sono "spogli" ad eccezione di uno che presenta una connessione da 1/4"G per l'ingresso del liquido.
Sul bottom si trova invece la sede dell'oring per assicurare una buona tenuta tra top e reservoir.

reservoir 1 alphacool dc-lt

reservoir 2 alphacool dc-lt  reservoir 3 alphacool dc-lt  reservoir 4 alphacool dc-lt

La single Bay Station è invece il prodotto che sicuramente presenta più particolarità, dato che offre due predisposizioni per le DC-LT svolgendo contemporanemanete la funzione di top e vaschetta insieme; ad una prima occhiata la qualità non sembra delle migliori: su un lato è ben visibile un residuo di colla utilizzata probabilmente per incollare i diversi componenti della vaschetta (e non solo in quel punto), ed è anche presente una colorazione giallastra in fondo ai fori filettati presenti sul retro.

alphacool dc-lt single bay station 1

alphacool dc-lt single bay station 6  alphacool dc-lt single bay station 7

Il frontale presenta 4 viti a brugola che serrano il frontalino in rame su cui è incollato il logo alphacool color rame in basso a sinistra e che presenta invece a destra un indicatore di livello (in percentuale dallo 0 al 100% ad incrementi di 25, con la soglia minima per il corretto funzionamento pari al 50%).
I lati più corti offrono due fori filettati per lato per consentire il montaggio all'interno di un singolo slot da 5,25", mentre sul top si trova il tappo di riempimento a scomparsa con oring e da 3/8".

alphacool dc-lt single bay station 2   alphacool dc-lt single bay station 3  alphacool dc-lt single bay station 4

Sul retro si trovano invece le due predisposizioni per le Alphacool DC-LT, di cui una coperta da un apposito coperchio removibile: questo consente di utilizzare anche con una singola pompa, oppure levando il coperchio è possibile lavorare con due pompe in serie.
Esternamente invece si trovano le 4 predisposizioni per led da 5mm e le due connessioni da 1/4" di ingresso/uscita del liquido (dalla foto, a sinistra quella di ingresso e a destra quella di uscita); infine, il retro è serrato al corpo centrale del top attraverso 6 viti esagonali rimuovendo le quali è possibile effettuare la manutenzione della vaschetta in modo più agevole destinate sempre al montaggio delle pompe sul retro.

alphacool dc-lt single bay station 5  alphacool dc-lt single bay station 8


La pompa e i suoi relativi accessori sono stati testati seguendo la metodologia di test appropriata; in particolare è stato verificato il comportamento con il top (con i due diversi ingressi su top e bottom), con il top + il reservoir incorporato (con l'ingresso sia sul top che sul reservoir stesso) ed infine con la single bay utilizzando una o due pompe in serie.
Si riportano quindi le curve prestazionali insieme ai dati rilevati.

Alphacool DC-LT Plexi TOP (Top IN)

alphacool dc lt dati 1

alphacool dc lt dati 2

alphacool dc lt dati 3

alphacool dc lt dati 4

Alphacool DC-LT Plexi TOP (Bottom IN)

alphacool dc lt dati 5

alphacool dc lt dati 6

alphacool dc lt dati 7

alphacool dc lt dati 8

Alphacool DC-LT Plexi TOP + Reservoir (Res IN)

alphacool dc lt dati 9

alphacool dc lt dati 10

alphacool dc lt dati 11

alphacool dc lt dati 12

Alphacool DC-LT Plexi TOP + Reservoir (Top IN)

alphacool dc lt dati 13

alphacool dc lt dati 14

alphacool dc lt dati 15

alphacool dc lt dati 16

Alphacool DC-LT  Single Bay Station (1 pump)

alphacool dc lt dati 17

alphacool dc lt dati 18

alphacool dc lt dati 19

alphacool dc lt dati 20

Alphacool DC-LT  Single Bay Station (2 pump)

alphacool dc lt dati 21

alphacool dc lt dati 22

alphacool dc lt dati 23

alphacool dc lt dati 24


Alphacool DC-LT Plexi TOP (Top IN)

prestazioni 1 alphacool dc lt

Alphacool DC-LT Plexi TOP (Bottom IN)

prestazioni 2 alphacool dc lt

Alphacool DC-LT Plexi TOP + Reservoir (Res IN)

prestazioni 3 alphacool dc lt

Alphacool DC-LT Plexi TOP + Reservoir (Top IN)

prestazioni 4 alphacool dc lt

Alphacool DC-LT  Single Bay Station (1 pump)

prestazioni 5 alphacool dc lt

Alphacool DC-LT  Single Bay Station (2 pump)

prestazioni 6 alphacool dc lt

I risultati ottenuti sono stati comparati tra di loro per avere un chiaro quadro della situazione.

prestazioni 7x alphacool dc lt

 

prestazioni 8x alphacool dc lt

Dai grafici sovrastanti si possono distiguere chiaramente 3 linee generali: quella meno performante della singola DC-LT nella Single Bay Station, quella composta dalle 4 curve con le varie combinazioni con top e top con reservoir ed infine quella della Single Bay Station con 2 pompe in serie, che risulta la più performante.
In un loop con il singolo waterblock per CPU o in un loop mediamente restrittivo, le prestazioni sono chiaramente distinguibili: la Single Bay Station con una sola pompa è la soluzione che ottiene le performance peggiori, staccata dalle 4 linee centrali che invece presentano prestazioni molto simili tra di loro con un leggero vantaggio per le soluzioni con l'ingresso laterale del top in plexiglas; il distacco comunque risulta contenuto, ed è di circa 25-30 LPH nel loop con il solo WB CPU preso in esame e di 30-36 LPH circa in un loop mediamente restrittivo.
La soluzione con due pompe in serie nella Single Bay Station, come ci si aspettava, risulta la soluzione più performante è vero, ma il suo distacco è davvero molto contenuto rispetto alla soluzione della singola pompa con il solo top in ed ingresso laterale: il divario si assesta solamente su pochi LPH (11-15 LPH).
I divari sono anche contenuti per la potenza complessiva offerta da questa pompa, che comunque riesce a superare pienamente le specifiche sulla carta dato che a vuoto la Alphacool DC-LT fa segnare valori che si assestano a circa 0,95-1 GPM, pari a 215-230 LPH (stracciando i 120 LPH da specifica); non solo, ma in loop mediamente restrittivi questa piccola pompa è in grado di garantire una portta di circa 150 LPH, che possono risultare più che sufficienti in quei sistemi dove integrare un impianto di raffreddamento a liquido risulta impossibile o dove non si cercano le performance più spinte a beneficio del silenzio.
Per quanto riguarda la concorrenza è inutile comparare questo modello alle D5 o DDC decisamente più performanti e costose, per cui l'unica pompa su cui ha senso fare un confronto è sicuramente la Phobya DC12-220.

prestazioni 9 alphacool dc lt

La differenza in un loop mediamente restrittivo si attesta sui 45 LPH in favore della DC12-220, che tuttavia offre sicuramente un imgombro maggiore; premettendo che il prezzo è simile per i due modelli, la scelta dovrà ricadere quindi in base a quelle che sono le esigenze dell'utente finale (come sempre del resto).
L'Heat Dump ci indica i watt realmente scaricati nel loop dalla pompa in questione; come è possibile vedere la grafico le differenze tra i vari casi sono minime fatta eccezione per la single bay con due pompe in serie; i watt assorbiti dalla pompa sono davvero pochi, circa 5W o poco sopra.

 prestazioni 10 alphacool dc-lt

L'efficienza invece ci dice la percentuale dei watt che non vengono trasformati in watt calore, e quindi scaricati in acqua; ad una maggiore efficienza corrisponde quindi una minore percentuale di watt scaricati direttamente in acqua.

prestazioni 11 alphacool dc-lt

L'efficienza della Alphacool DC-LT varia a seconda delle configurazioni fino ad un massimo che va dal 3 al 5% circa, rispetto all'11% della Phobya DC12-220.


Sul top non c'è molto da dire, visto che il montaggio della pompa avviene in modo molto semplice attraverso le due viti color rame ed è stato immediato passare successivamente ai test prestazionali; sul reservoir compatto invece qualcosa da dire c'è: in fase di riempimento è molto noioso riuscire a raggiungere una situazione di regime, non solo per la compattezza ma anche per le turbolenze che si creano all'interno di questa piccola riserva d'acqua tali da consente all'aria di uscire e/o stagnare in superficie in modo opportuno.
Questo effetto inoltre è più marcato nel caso in cui si utilizza la connessione di ingresso dell'acqua sul top e non sul reservoir; a regime poi, l'aria praticamente rientra spesso in circolo a portate anche basse (200 LPH circa).
Infine, la Single Bay Station è stato sicuramente il componente che ha dato più problemi sia in termini di montaggio che in termini di funzionamento; per quanto riguarda il montaggio, si faccia bene attenzione ai due oring presenti in bundle, perchè anche se le DC-LT ne possiedono di serie uno questo oring fornito con la single bay va aggiunto altrimenti, se si monta la pompa senza il secondo oring, la sua girante rimarrà bloccata nella sede.
Oltre a questo, il secondo oring non ha una guida su cui appoggiarsi e quindi bisogna fare attenzione affinchè l'oring non venga montato schiacciato in alcuni punti, pena la perdita di acqua; a peggiorare la situazione la poca lunghezza delle viti per le pompe, che non consente un agevole serraggio.
A montaggio completato però i problemi continuano: la lavorazione delle sedi per le pompe è alquanto discutibile come è possibile vedere dalla foto sottostante.

alphacool dc-lt single bay station 9

I fori di ingresso dell'acqua non sono affatto "puliti" intorno al cerchio centrale dove si incastra l'albero della pompa, in quanto presentano dei residui di plexiglass che, una volta montata la pompa in azione, vengono squagliati, assumono una forma simile a quella di un filamento e sono lasciati liberi di vagare all'interno del loop.
Questo per chi ha montato un loop di prova come me con solo il flussimetro equivale a smontare tutto e pulire i due componenti, mentre per chi ha montato un "classico" loop di prova poteva equivalere a pulire nuovamente il radiatore e a smontare anche i diversi waterblock del loop: sicuramente delle operazioni poco piacevoli.
Superato anche questo problema si è potuto apprezzare il comportamento della vaschetta: in fase di riempimento non ci sono grandi problemi, mentre a regime poichè la vaschetta non è dotata di nessun sistema per l'eliminazione e/o trattenuta dell'aria si ha il classico problema del ricircolo di quest'ultima all'interno del loop; inoltre anche con la vaschetta completamente piena e posta su un tavolo l'aria rientra praticamente sempre in circolo soprattutto se vengono utilizzate 2 pompe in serie, ed in questo caso per testare le prestazioni in questa condizione è stato necessario inclinare la vaschetta per favorire il posizionamento dell'aria nella zona frontale.
In conclusione, una vaschetta da singolo slot da 5,25" deludente praticamente da tutti i punti di vista.
Dal punto di vista della silenziosità, anche se non sono disponibili attualmente degli strumenti per dare un dato oggettivo quello si può dire, soggettivamente, è che la pompa è la più silenziosa provata fino ad ora nel lab, dato che risulta davvero difficile capire se la alphacool DC-LT è accesa o spenta a pieno regime operativo.


La presentazione dell'Alphacool DC-LT è piuttosto migliorabile e il suo bundle, così come per gli altri componenti recensiti, risulta minimale e sicuramente migliorabile; manca inoltre un libretto di istruzioni cartaceo (o telematico) che non permette di capire, ad esempio, se le viti della Single Bay sono per le pompe o per il serraggio della vaschetta, oppure se i due oring sono di riserva od obbligatori per il montaggio delle relative pompe.
La pompa risulta molto compatta, mentre gli altri componenti non presentano tutti le stesse caratteristiche: il top è sicuramente il prodotto realizzato meglio, solido e ben rifinito, con le predisposizioni laterali per il montaggio in un case e una predisposizione per led da 5mm; il Reservoir e la Single Bay Station non sembrano avere la stessa qualità del top, soprattutto per i difetti analizzati per la Single Bay Station, mentre dal lato delle feature il Reservoir compatto risulta piuttosto anonimo mentre la Single Bay da la possibilità di integrare due DC-LT, è dotata di un indicatore di livello sul frontale e sul retro, decomponibile per agevolare la fase di manutenzione, si trovano anche 4 predisposizioni per led da 5mm.
L'analisi sul campo da anche lei degli esiti tutto sommato negativi: premettendo che si parla della pompa meno ingombrante e probabilmente più silenziosa presente sul mercato, ciò non toglie che le performance con il top in plexiglass sono al di sotto di quelle di una Phobya DC12-220, anche nella configurazione con due pompe in serie.
Molto bene invece invece il consumo dato che una singola Alphacool DC-LT assorbe solamente 5W, mentre per quanto la riguarda il riempimento e l'eliminazione dell'aria le cose non vanno molto bene; il rempimento limitatamente alla Reservoir non è proprio agevole, soprattutto perchè essendo così compatta necessita di un refill continuo.
Ancora peggio l'eliminazione dell'aria, in quanto il Reservoir non consente all'aria di stagnare sul top anche a portate basse; lo stesso problema anche in modo più marcato si riscontra con la Single Bay, per testare la quale è stato necessario inclinare leggermente la vaschetta verso l'alto per favorire l'accumulo di aria lontano dalle connessioni di IN/OUT.
Oltre a questo, per la Single Bay si sono riscontrati anche problemi sia in fase di montaggio che per quanto riguarda le rifiniture, soprattutto nella zona dedicata alle pompe.
Il prezzo è sicuramente competitivo anche se manca una vera concorrenza a cui fare riferimento, ad ogni modo si parla di 29,90€ per una DC-LT con top in plexiglass dedicato rispetto ai 33,99 di una Phobya DC12-220; i prezzi dei singoli sono componenti sono pari a 18,99€ per la sola Alphacool DC-LT, 14,99€ per il Plexi Top, 14,99€ per il Reservoir e 33,99€ per la Single Bay Station. 

Nome prodotto PRO CONTRO Eventuali Award
Alphacool DC-LT

+ Estremamente compatta
+ Molto silenziosa
+ Consumo bassissimo

- Presentazione e bundle migliorabile (assenza di un manuale)
- Assenza di rilevazione tachimetrica
- Performance piuttosto basse

ct best value

ct silver technical

Alphacool DC-LT Plexi Top

+ Buone rifiniture
+ Ottima solidità
+ 3 connessioni da 1/4"G
+ Predisposizioni laterali per il montaggio nel case
+ Predisposizione per led da 5mm

- Bundle migliorabile (assenza del tappo da 1/4"G per la connessione non utilizzata e di un manuale)

ct silver technical

Alphacool DC-LT Reservoir

+ Molto compatta

- Bundle migliorabile (assenza di un manuale)
- Rifiniture migliorabili
- Tappo di riempimento con filetto da 1"
- Riempimento poco agevole
- Problemi di eliminazione dell'aria

ct bronze technical

Alphacool DC-LT Single Bay Station

+ Possibilità di incorporare 2 DC-LT in serie
+ Indicatore di livello sul frontale
+ Retro decomponibile
+ 4 predisposizioni per led da 5mm

- Bundle migliorabile (assenza di un manuale)
- Scarse rifiniture da cui derivano anche problemi di funzionamento
- Tappo di riempimento con filetto da 3/8"
- Prestazioni piuttosto basse anche con due pompe in serie
- Problemi di eliminazione dell'aria
- Montaggio delle pompe poco agevole

 

ct bronze technical

Si ringrazia Aquatuning  per averci fornito il sample oggetto della recensione.

Commenti sul forum.