Recensione Enermax NEOChanger

E' giunto il momento di mettere in azione l'Enermax NEOChanger; per farlo, abbiamo costruito un semplicissimo impianto a liquido dotato di radiatore slim da 120mm e di un waterblock Raijintek GPU, simulando di dover raffreddare una scheda video. Una volta collegata all'alimentazione ed installato il ponticello in dotazione sul molex ATX, siamo pronti per dare vita la pompa; di default alla prima accensione la sua velocità viene impostata al valore minimo, 1500RPM, configurazione che rende la pompa molto silenziosa, quasi inudibile, anche se abbiamo avvertito alcune vibrazioni. Diversamente, a 4500RPM la pompa in questa particolare configurazione si fa sentire distintamente; ipotizziamo però che gran parte del rumore avvertito sia dovuto all'acqua stessa, che viene letteralmente "frullata" dalla forza di questa pompa; da notare, in positivo, la totale assenza di vortici o fenomeni di cavitazione.Sarà quindi sufficiente selezionare opportunamente la velocità di rotazione della pompa in relazione alla configurazione del vostro impianto a liquido per ottenere il perfetto compromesso tra rumore e prestazioni.

Le vibrazioni avvertite restano costanti duranti tutto l'arco di utilizzo dell'Enermax NEOChanger.

 

neochanger pump 24pinneochanger pump sataneochanger test config

 

Il riempimento dell'impianto è velocissimo, basta un semplice imbuto e pochi minuti per completare il lavoro; per evitare di lasciare la pompa a secco, consigliamo di versare acqua sino a riempire la vaschetta prima di accendere l'alimentatore e di tenerla al minimo per evitare la formazione di nuove bolle d'aria e dare il tempo a quelle già esistenti in vaschetta di risalire ed essere espulse. A velocità alte abbiamo notato come l'aria faccia fatica a risalire e tenda a restare sospesa nel liquido. Terminato lo spurgo, si chiude il tappo ed il gioco è fatto.

 

neochanger pump bubbleneochanger pump bubble 2

 

Ed ecco il piccolo display LCD, chiamato da Enermax "Digital Pump Speed Meter" (in italiano sarebbe letteralmente "tachimetro digitale pompa"), che mostra continuamente all'utente la velocità di rotazione della girante; al buio, anche non totale (foto di sinistra), la scritta di colore rosso è ben visibile, cosi come lo è anche in piena luce (foto di destra). Come già detto, è si una funzionalità molto utile, oseremmo dire quasi fondamentale per tenere sotto controllo il cuore del vostro impianto, ma ci siamo posti qualche dubbio in merito alla sua fruibilità una volta racchiuso all'interno del case. Ma d'altronde rispondiamo a questo pensiero constatando che Enermax non avrebbe potuto integrarlo diversamente senza complicare troppo la questione (leggasi, ad esempio, un display esterno da installare in un vano da 5.25").

 

neochanger pump LCDneochanger pump LCD 1

 

Vi lasciamo infine con una carrellata del sistema di illuminazione a LED RGB della pompa. La prima foto è stata scattata in un ambiente luminoso, cosi da far risaltare i LED RGB attorno alla base della vaschetta; le restanti sono state scattate al buio completo per mettere in evidenza alcuni tra gli otto colori selezionabili dal telecomando. Ricordiamo che tramite l'apposito connettore i colori a disposizione diventano praticamente infiniti e controllabili direttamente dal PC.

Come intuibile, tra tutti il blu e il verde sono i colori più accesi, mentre il violetto ed il bianco ghiaccio risultano i più "neutri"; la luminosità in generale non da troppo fastidio né abbaglia alla vista, questo nonostante sia molto alta, in grado di illuminare non solo la vaschetta stessa ma anche gli altri componenti circostanti.

 

neochanger pump LED  neochanger pump LED blue  neochanger pump LED green  neochanger pump LED brownish

neochanger pump LED red  neochanger pump LED violet  neochanger pump LED ice  neochanger pump LED greenish


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM