Recensione Enermax NEOChanger

E' con questa combinazione pompa-vaschetta che Enermax vuole far breccia nel mercato della dissipazione a liquido "custom". L'Enermax NEOChanger è l'ultima arrivata e promette una pompa da ben 5.2m di prevalenza ed un flusso pari a circa 900lt/h, unita ad una vaschetta cilindrica in plexiglass dotata di illuminazione a LED RGB. Il tutto corredato da un piccolo telecomando, una soluzione inusuale per gestire ogni singolo parametro del cuore del vostro impianto a liquido istante per istante.

Parleremo quest'oggi di impianti a liquido custom, ed in particolare focalizzeremo la nostra attenzione sul cuore di questi sistemi, la pompa. Lo faremo in compagnia di Enermax, nota azienda di settore che si è occupata sino ad oggi, oltre che di hardware e di accessori in genere, di impianti a liquido esclusivamente All-In-One, AIO, ossia "piccoli" impianti a liquido preconfezionati e pre-assemblati pronti all'uso. Ma c'è finalmente una novità: con questa combo pompa-vaschetta NEOChanger, al debutto sul mercato in questo periodo dell'anno, Enermax gioca la sua carta d'ingresso nel segmento degli impianti custom, dove sino ad oggi non si era ancora esposta.

In linea generale, stiamo parlando di un mondo sempre più diffuso tra gli appassionati di hardware, non più come un tempo relegato ai soli veri "smanettoni", ma ormai aperto anche ai meno smaliziati. Questa diffusione è merito in larga parta della sempre crescente diffusione di componenti ed accessori per gli impianti a liquido, dai waterblock, ai più semplici raccordi, fino alle pompe ed alle vaschette. A proposito di queste ultime, il mercato offre due possibili configurazioni: come componenti separate, da collegare a dovere con tubi e raccordi, oppure come combinazione di una pompa e di una vaschetta, dove le due parti costituiscono in fin dei conti un singolo pezzo solidale. Se inizialmente quest'ultimo genere era proposto unicamente come modifica di una pompa pre-esistente (ricordiamo ad esempio le Laing con top modificati dotati di vaschetta), ormai tanti brand offrono questa configurazione già pronta all'uso, diventando subito una proposta molto invitante per la sua comodità e gli ingombri ridotti.

Nell'articolo di oggi analizzeremo a fondo proprio la proposta di casa Enermax in fatto di combo pompa-vaschetta, chiamata NEOChanger; si tratta, appunto, di una pompa con prevalenza pari a 5.2m e una portata di circa 900lt/h, dati di targa di tutto rispetto, unita ad una vaschetta cilindrica in PMMA (Plexyglass) con diametro pari a 60mm. Ma non è tutto: a corredo vanta una illuminazione a LED RGB, da collegare ove presente ad una scheda madre "RGB-Sync-Ready" oppure da gestire tramite il comodo telecomando ad infrarossi, supporto che permette di variare anche la velocità di rotazione della pompa stessa.

Seppur possa sembrare altrimenti, l'Enermax NEOChanger deve combattere in un mercato agguerrito, nel quale tutti i più importanti marchi leader di settore hanno a catalogo una combo pompa-vaschetta (EK, XSPC, Laing, Alphacool); ma Enermax forse ha fatto un passo più in la, offrendo all'utente un'esperienza d'uso ben oltre la "solita" pompa con vaschetta integrata.

Introduciamo questo articolo come di consuetudine dalla lista ufficiale delle specifiche tecniche dell'Enermax NEOChanger.

enermax
Variante ELC-NC100RGB ELC-NC150RGB ELC-NC200RGB
Dimensioni (L x P x A) 93.2 x 94 x 195.3 mm 93.2 x 94 x 245.3 mm 93.2 x 94 x 295.3 mm
Capacità 200ml 300ml 400ml
Diametro vaschetta 60mm
Materiali PPS (pompa), alluminio anodizzato (tappo), PMMA (vaschetta)
Filettatura G 1/4"
Supporti Verticale (pre-installato) ed orizzontale
Connettore RGB 4-Pin (12V/G/R/B)
Voltaggio pompa 12V
Connettore pompa SATA
Prevalenza 5.2m
Portata 900lt/h
RPM 1500 - 4000 (+/- 10%)
Peso 1.29Kg 1.40Kg 1.51Kg

NEOChanger Intro 300mlNEOChanger Intro capNEOChanger Intro red


L'Enermax NEOChanger viene venduta al pubblico in una scatola di medie dimensione in cartone liscio, di colore principalmente nero, con vari inserti grafici rossi.

Sul lato principale della confezione, al centro, sono stampate due foto della pompa, illuminate appunto in rosso e posizionate nelle due possibili configurazioni, in verticale ed in orizzontale. Azzeccato a nostro avviso il richiamo allo schema di colori "RGB" della scritta NEOChanger, con le prime tre lettere di colore rosso, verde e blu rispettivamente. Un simile effetto è poi ripreso da una sottile striscia colorata verticale sul lato destro, che però ai nostri occhi non si fonde altrettanto bene con il resto della grafica. A completare questa parte della scatola, il logo della casa Enermax in basso a sinistra e una scritta bianca verticale sulla destra che specifica la capienza della vaschetta, 300ml in questo caso.

Una terza foto dell'unità è stampata sul lato anteriore, sempre accompagnata dai loghi visti in precedenza.

Sui restanti lati sono evidenziate, come sempre, tutte le peculiarità dell'Enermax NEOChanger; sul retro è stampata la tabella delle specifiche tecniche, cosi come inserita da noi in prima pagina; sul lato destro sono riportate in forma testuale le sue principali feature, quali l'illuminazione a LED RGB, la presenza del telecomando e di un display digitale sul corpo della pompa; ed infine sull'ultimo lato, in bianco su fondo rosso, in contrasto con tutto il resto della grafica, sono riassunte in dodici lingue diverse informazioni appena citate. Qui trovano spazio i marchi per le varie certificazioni ottenute, e l'adesivo con i codici seriali specifici di questo prodotto.

 

neochanger box backneochanger box frontneochanger box front 1

neochanger box sideneochanger box side 1

 

Procediamo all'apertura della confezione dell'Enermax NEOChanger; all'interno troviamo la pompa-vaschetta riposta in orizzontale ben salda in posizione grazie ad una struttura in cartone appositamente sagomata; in più, appoggiato proprio sopra il corpo della vaschetta stessa, è stato inserito un sottile foglio di materiale estruso, per una protezione dagli urti a tutto tondo. E se tutto questo non vi sembrasse sufficiente, una busta di plastica trasparente evita la possibile formazione di piccoli graffi sul plexiglass, sul corpo della pompa ed anche sul tappo in alluminio.

 

neochanger box unboxing   neochanger box unboxing 1

 

Nella confezione assieme alla pompa viene fornito un piccolo opuscolo stampato in bianco e nero dove si potranno leggere le istruzioni d'uso e manutenzione della stessa; oltre a questo si avranno a disposizione una serie di accessori raccolti in piccola scatola in cartone bianco.

Il bundle prevede:

  • 1x telecomando ad infrarossi dotato di cover in gomma antiurto rimovibile con piedini magnetici (pila "a bottone" inclusa);
  • 1x cavo prolunga 4pin per illuminazione RGB (da collegare alla scheda madre o ad un modulo compatibile);
  • 1x connettore ATX 24pin con ponticello (per accensione alimentatore);
  • 2x supporto orizzontale per la pompa;
  • 1x chiave "universale";
  • 1x kit dadi e bulloni per installazione pompa;
  • 5x pad anti-vibrazioni adesivo 3M.

Un bundle completo di ogni singolo pezzo che vi servirà per il montaggio e l'utilizzo dell'Enermax NEOChanger, fatta eccezione per i raccordi che dovrete procurarvi altrimenti; ci sono piaciuti in particolare i dettagli, quali il connettore-ponte ATX, una sciocchezza che è però sempre utile, e i pad da utilizzare per disaccoppiare al meglio la pompa dal vostro case. Non abbiamo invece ben capito a cosa serva la chiave "universale": da un lato combacia con i dadini in dotazione, ma la parte più grande, che immaginavamo fosse per i raccordi, non è della misura giusta, nè per quelli a compressione nè per quelli classici.

 

neochanger box bundle mountingsneochanger box bundle remote neochanger box bundle manual


Ed eccoci finalmente di fronte all'Enermax NEOChanger, la combo pompa-vaschetta con la quale la casa di Taiwan mira ad espandersi nel segmento del raffreddamento a liquido custom, o DIY "che dir si voglia".

Il primo impatto è davvero notevole, da ogni punto di vista; l'unità pesa non poco, circa 692g, e la sensazione al tatto è di massima solidità, di un assemblaggio da manuale e di un uso di materiali di qualità. A partire dalle plastiche del corpo della pompa, di colore nero, molto solide e ben assemblate, per passare al plexiglass della vaschetta tubolare, per finire con il tappo in alluminio nero, nel quale sono stati praticati i due fori filettati (filetto G1/4") per i raccordi di ingresso e di refill dell'acqua. Facciamo notare che nessun filetto è stato praticato nel plexyglass stesso, scelta che rende questa vaschetta certamente solida e longeva.

Alla base della vaschetta stessa, nella zona di congiunzione tra questa e la pompa sottostante, si nota un sottile anello stondato bianco opaco in rilievo, che nasconde in realtà i LED RGB che illuminano la vaschetta ed il liquido in essa contenuto.

La pompa-vaschetta, nella variante oggetto di questa recensione, è larga 93mm (82mm senza staffa verticale), profonda 95mm ( 90mm senza staffa verticale) e alta circa 230mm, supporto verticale escluso, che alza da terra l'unità di circa 10mm; la vaschetta cilindrica ha un diametro di 60mm e può contenere fino a 300ml di liquido. Le altre due varianti offrono una capienza pari a 200ml e 400ml, per una altezza pari rispettivamente a 195.3mm e 295.3mm; restano invariate profondità e larghezza in tutte e tre i modelli.

Come nella più classiche delle pompe, il raccordo di uscita dell'acqua (sempre dotato di filettatura G1/4") è posto in orizzontale a filo con il corpo della pompa stessa, in questo caso sul suo "retro", considerando come parte anteriore il lato dove è inserita la targhetta con la scritta "Enermax" e il piccolo display LCD. A tal proposito, quest'ultimo viene impiegato per mostrare all'utente la velocità attuale in RPM della pompa, una semplice feature utile per tenere sempre sotto controllo il perfetto funzionamento della pompa; ammettiamo però che la sua posizione non è delle più felici.

 

neochanger pumpneochanger pump 1neochanger pump 2

 

All'interno della vaschetta è stato fissato al foro di ingresso dell'acqua un tubo in plexiglass lungo circa 80mm, che supponiamo serva per evitare la formazione di vortici, oltre che per evitare l'effetto "cascata" e per facilitare lo spurgo dell'impianto a liquido (o meglio, per evitare la formazione di nuove bolle d'aria). La foto di destra è un dettaglio del bellissimo tappo della vaschetta, realizzato interamente in alluminio, colorato di nero, con un sottile bordo smussato lucido e la scritta "Enermax" stampata in bianco.

 

    neochanger pump inside inneochanger pump top

 

Una caratteristica che contraddistingue la proposta di Enermax è la possibilità di essere installata sia in verticale che in orizzontale, ricordando sempre però di alimentare a dovere la pompa stessa; in poche parole evitate di lasciarla a secco se e quando la sdraiaste. E' importante quindi riempire il vostro impianto con la pompa in verticale, spurgarlo al meglio, cosi da poterla poi appoggiare sul fianco in tutta sicurezza. A tale scopo, assieme alla pompa vengono fornite due staffe da avvitare alla sua base (quella verticale è preinstallata); queste sono in acciaio in tinta con il resto, una per tipo di installazione, e vanno usate in unione alla terza staffa, un anello ad incastro meccanico in plastica nera da posizionare attorno alla vaschetta. La staffa inferiore, assieme a quest'ultima in plastica, fisserà a dovere la pompa nella sua posizione all'interno del vostro case.

 

neochanger pump bottomneochanger pump bracketneochanger pump side bracketneochanger pump bracket screw

neochanger pump horizontal

 

Passando al fronte più tecnico, l'Enermax NEOChanger monta una pompa con portata di circa 900lt/h e una prevalenza massima di 5.2m a circa 4000RPM; ricordiamo che la velocità può essere regolata in un range compreso tra 1500 e 4200RPM circa. Interessante l'alimentazione, che avviene per mezzo di un connettore di alimentazione SATA invece del più in uso molex a 4 pin; si parla quindi di un limite teorico per la corrente pari a circa 4.5A a 12V (54W), contro circa 11A a 12V (132W) portati da un molex.

Accanto all'alimentazione è presente anche il connettore a 4pin per l'illuminazione a LED RGB; questi possono essere controllati manualmente tramite il telecomando oppure possono essere collegati tramite la prolunga in dotazione ad una opportuna sorgente, quale ad esempio una moderna scheda madre "RGB-Sync-Ready".

Purtroppo non siamo riusciti ad accedere direttamente alla sezione elettronica della pompa; abbiamo solo potuto scrutarne pochi dettagli dal fondo rimuovendo la copertura in gomma che è li installata, dalla quale letteralmente "sbuca" il ricevitore ad infrarossi. Le informazioni sono poche per formulare un giudizio oggettivo.

 

neochanger pump connectorsneochanger pump electronicsneochanger pump electronics 1neochanger pump receiver


E' giunto il momento di mettere in azione l'Enermax NEOChanger; per farlo, abbiamo costruito un semplicissimo impianto a liquido dotato di radiatore slim da 120mm e di un waterblock Raijintek GPU, simulando di dover raffreddare una scheda video. Una volta collegata all'alimentazione ed installato il ponticello in dotazione sul molex ATX, siamo pronti per dare vita la pompa; di default alla prima accensione la sua velocità viene impostata al valore minimo, 1500RPM, configurazione che rende la pompa molto silenziosa, quasi inudibile, anche se abbiamo avvertito alcune vibrazioni. Diversamente, a 4500RPM la pompa in questa particolare configurazione si fa sentire distintamente; ipotizziamo però che gran parte del rumore avvertito sia dovuto all'acqua stessa, che viene letteralmente "frullata" dalla forza di questa pompa; da notare, in positivo, la totale assenza di vortici o fenomeni di cavitazione.Sarà quindi sufficiente selezionare opportunamente la velocità di rotazione della pompa in relazione alla configurazione del vostro impianto a liquido per ottenere il perfetto compromesso tra rumore e prestazioni.

Le vibrazioni avvertite restano costanti duranti tutto l'arco di utilizzo dell'Enermax NEOChanger.

 

neochanger pump 24pinneochanger pump sataneochanger test config

 

Il riempimento dell'impianto è velocissimo, basta un semplice imbuto e pochi minuti per completare il lavoro; per evitare di lasciare la pompa a secco, consigliamo di versare acqua sino a riempire la vaschetta prima di accendere l'alimentatore e di tenerla al minimo per evitare la formazione di nuove bolle d'aria e dare il tempo a quelle già esistenti in vaschetta di risalire ed essere espulse. A velocità alte abbiamo notato come l'aria faccia fatica a risalire e tenda a restare sospesa nel liquido. Terminato lo spurgo, si chiude il tappo ed il gioco è fatto.

 

neochanger pump bubbleneochanger pump bubble 2

 

Ed ecco il piccolo display LCD, chiamato da Enermax "Digital Pump Speed Meter" (in italiano sarebbe letteralmente "tachimetro digitale pompa"), che mostra continuamente all'utente la velocità di rotazione della girante; al buio, anche non totale (foto di sinistra), la scritta di colore rosso è ben visibile, cosi come lo è anche in piena luce (foto di destra). Come già detto, è si una funzionalità molto utile, oseremmo dire quasi fondamentale per tenere sotto controllo il cuore del vostro impianto, ma ci siamo posti qualche dubbio in merito alla sua fruibilità una volta racchiuso all'interno del case. Ma d'altronde rispondiamo a questo pensiero constatando che Enermax non avrebbe potuto integrarlo diversamente senza complicare troppo la questione (leggasi, ad esempio, un display esterno da installare in un vano da 5.25").

 

neochanger pump LCDneochanger pump LCD 1

 

Vi lasciamo infine con una carrellata del sistema di illuminazione a LED RGB della pompa. La prima foto è stata scattata in un ambiente luminoso, cosi da far risaltare i LED RGB attorno alla base della vaschetta; le restanti sono state scattate al buio completo per mettere in evidenza alcuni tra gli otto colori selezionabili dal telecomando. Ricordiamo che tramite l'apposito connettore i colori a disposizione diventano praticamente infiniti e controllabili direttamente dal PC.

Come intuibile, tra tutti il blu e il verde sono i colori più accesi, mentre il violetto ed il bianco ghiaccio risultano i più "neutri"; la luminosità in generale non da troppo fastidio né abbaglia alla vista, questo nonostante sia molto alta, in grado di illuminare non solo la vaschetta stessa ma anche gli altri componenti circostanti.

 

neochanger pump LED  neochanger pump LED blue  neochanger pump LED green  neochanger pump LED brownish

neochanger pump LED red  neochanger pump LED violet  neochanger pump LED ice  neochanger pump LED greenish


La combo pompa-vaschetta Enermax NEOChanger viene venduta al pubblico corredata di un comodo telecomando ad infrarossi che permette all'utente di controllare sia la sua velocità di rotazione, sia l'illuminazione. Nel bundle lo troverete avvolto in una sottile cover in gomma nera, utile per proteggerlo dagli urti ma anche per la presenza, come si vede nella foto di destra, di quattro piccoli magneti per attaccare il telecomando ad esempio al case stesso.

Il telecomando è in una parola descrivibile come la classica "sottiletta" (permetteteci questo vocabolo): da un lato è un bene perché non ingombra, dall'altro però come sempre la comodità ne risente, soprattutto in termini di feeling con i tasti che tendono ad essere eccessivamente duri da premere e non sempre responsivi.

I controlli sono suddivisi in due aree, in alto sono raccolti quelli dedicati ai LED, in basso quelli per la gestione della velocità. Oltre agli otto colori selezionabili, è possibile accendere o spegnere i LED, aumentare ed abbassare la loro luminosità in un certo numero di step predefiniti ed anche impostare alcuni giochi di luce: flash (intermittenza), Sparkle (colore fisso, fade in/fade out lento) e Auto (tutti i colori a rotazione). Il tasto Store infine salva le impostazione correnti. Per la parte di gestione della pompa, invece, sono stati previsti sei tasti corrispondenti ad altrettante velocità in RPM, affiancati da altri due pulsanti per una regolazione più fine con passo di 150RPM (+150 / -150).

 

neochanger remote controllerneochanger remote controller magnetic

 

Alleghiamo qui di seguito alcuni brevi video che mostrano la pompa nel suo funzionamento. Nel primo abbiamo registrato le fasi di riempimento e spurgo dell'impianto; avrete modo di vedere come siano tanto semplici quanto veloci grazie alla vaschetta integrata che permette una veloce fuoriuscita di tutte le bolle d'aria, senza che queste vengano continuamente ripescate e rimesse in circolo dalla pompa. Evitate solo di far "frullare" al massimo la pompa durante queste fasi.

 

 

Nel secondo e nel terzo abbiamo provato a giocare un po' con il telecomando, variando prima la velocità della pompa dal minimo al massimo, poi andando ad accendere e vedere dal vivo le varie possibili configurazioni e giochi di colore.

 

 


Abbiamo avuto modo in queste pagine di mettere alla prova l'Enermax NEOChanger, la prima combo pompa-vaschetta della casa di Taiwan. Confezione e bundle sono certamente all'altezza del prodotto, la grafica della scatola è elaborata ed accattivante, di pari livello anche il confezionamento della pompa all'interno, fattore cruciale per questo genere di prodotti. Simile discorso per gli accessori previsti in dotazione, il bundle è completo di tutto il necessario per l'integrazione di questa unità nel vostro impianto a liquido; mancherebbero all'appello soltanto due raccordi se volessimo trovare il pelo nell'uovo, giusto in caso di "emergenza" (chi ha un impianto a liquido è sempre provvisto di due raccordi extra).

L'Enermax NEOChanger monta una pompa con portata pari a 900lt/h e una prevalenza massima pari a 5.2m a 4000RPM circa, dati di targa di ottimo livello; il corpo della stessa è in plastica nera, più precisamente solfuro di polipropilene (PPS, conosciuto come "Techtron"), ed è risultato davvero molto solido sotto le nostre mani; la vaschetta cilindrica è invece in PMMA, il classico plexiglass; ha un diametro di 60mm, mentre la sua altezza varia in base al modello scelto, 190mm per quello da 200ml, 245mm per quello da 300ml (in oggetto di questa recensione) ed infine la più capiente da 400ml che arriva a ben 295mm.

Ciò che distingue la proposta di Enermax dalla concorrenza non è tanto l'oggetto in sè, seppur sia risultato dai nostri test molto valido a tutto tondo, quanto da un lato l'illuminazione integrata a LED RGB ed il piccolo telecomando in dotazione, che ne permette il pieno controllo. Gli effetti di luce sono appaganti per la vista, la scelta varia tra otto colori, tre differenti stili di illuminazione ed un certo numero di livelli di intensità dei LED stessi; ovviamente è anche possibile decidere di spegnerli completamente. Tutto questo stando comodamente accanto al vostro case, o meglio ancora via software, collegando questi LED direttamente alla vostra scheda madre "RGB-Sync Ready", o comunque ad un dispositivo esterno con tale supporto se ne doveste avere uno. Dal telecomando inoltre è possibile regolare la velocità della pompa, andando poi a tenere sotto controllo il suo corretto funzionamento tramite il piccolo display digitale mono-riga installato sul suo corpo. Certo, una volta completata la configurazione e chiuso definitivamente il case il display non sarà proprio in bella vista, ma usando un po' di accortezza nella disposizione di questo componente siamo certi sarà molto utile.

Per quanto riguarda gli aspetti più pratici, dalle nostre prove empiriche abbiamo potuto constatare come il telecomando sia da un lato un accessorio comodo, che vi spingerà a "giocarci" anche più del normale, ma dall'altro pecchi per usabilità, i tasti sono a volte imprecisi e duri, oltre ad avere una ricezione non sempre perfetta (il sensore per forza di cose è un po' nascosto dalla staffa).

Al contrario, e qui arriviamo alle cose davvero importanti, le fasi di riempimento e spurgo dell'impianto sono risultate un punto di forza dell'Enermax NEOChanger; nonostante la sua forma cilindrica, che espone a rischi quali la formazione di vortici, si possono proprio notare le bolle d'aria di rientro in vaschetta risalire piano piano sino ad essere completamente espulse. E anche le poche che rimangono, non vengono mai aspirate nuovamente e rimesse in circolo. Certo, alla massima velocità, e con un impianto poco restrittivo come il nostro di test, l'acqua viene letteralmente frullata, ma è sufficiente regolare a dovere gli RPM per evitare questo problema.

Per concludere questa discussione, non possiamo di certo affermare che l'Enermax NEOChanger sia economica; 100€ circa per la versione da 200ml, mentre si sale a 120€ per quella da 300ml e circa 130€ per la sorella maggiore, ma d'altronde qui non stiamo parlando di un prodotto orientato al budget, quanto ad un prodotto da annoverare nei top di gamma, in particolar modo per materiali e qualità costruttiva.

 

Nome prodotto PRO CONTRO Award tecnici
Award prestazionali

enermaxEnermax NEOChanger

+ Alta qualità costruttiva, la pompa è molto solida, cosi come lo è la vaschetta;
+ sapiente scelta dei materiali e ottima loro lavorazione;
+ prestazioni adatte per ogni tipo di impianto a liquido;
+ l'illuminazione a LED RGB fa la sua bella figura;
+ bundle completo di tutto il necessario;
+ facilità d'uso, la combinazione dei due elementi facilità lo spurgo dell'aria;
+ silenziosa a bassi e medi regimi.

- Prezzo non proprio abbordabile;
- rumorosità sensibile ad alti regimi; le vibrazioni sono contenute e costanti a tutti gli RPM;
- telecomando non proprio preciso, qui Enermax avrebbe potuto fare di meglio.


ct gold technical
 


 

Si ringrazia Enermax per l'oggetto in analisi di questa recensione.

Commenti sul forum.