Recensione Alphacool NexXxos Pro III Rev. 2

alphacoolct_lab
Dopo aver recensito la versione di punta dei radiatori della Alphacool, l'Xtreme III Rev. 2, ci tocca parlare oggi di quella versione di questa azienda tedesca che prima era lo standard dei radiatori, che avevano uno spessore pari a 3cm: parliamo dell'Alphacool NexXxos Pro III Rev. 2 Con le recenti evoluzioni nell'ambito del raffreddamento a liquido è ormai raro vedere utenti che comprano radiatori con questo spessore, soprattutto per le basse performance che questi prodotti hanno in generale a bassi RPM. Sicuramente questa tipologia di radiatori si dimostra efficace per chi non ha a disposizione molto spazio all'interno del proprio case, o per chi ad esempio non si fa tanti problemi se deve utilizzare ventole di un certo calibro a medio/alti RPM. Lo spessore contenuto, che si traduce in una ridotta superficie dissipante rispetto ad un radiatore che offre uno spessore maggiore, è un aspetto che determina anche il massimo carico in watt che un radiatore riesce a gestire ad un numero medio di RPM: monoventola o biventola da 3cm di spessore sono andati spesso in crisi in passato proprio perchè il carico in watt che dovevano cercare di dissipare era troppo elevato, con conseguente aumento sostenuto della temperatura dell'acqua. Ma analizzeremo meglio questi ed altri aspetti più avanti.

copertina_nexxxos_pro_iii_rev_2


Indietro 1/7 Avanti »

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM