Recensione Phobya Balancer 250 Black Nickel e 150 Silver Nickel

Rimosse le vaschette dall'imballo, ecco come si presentano.

panoramica phobya balancer

La prima cosa che si nota guardando le vaschette sono le imperfezioni nella lavorazione, che non sono poche ma è doverosa una premessa: sul Aquatuning è specificato chiaramente nella descrizione del prodotto come riportato in basso.

"Please note: On items in this price category slight scratches on the surface cannot be avoided at all times for manufacturing reasons. These may be reduced or even removed by polishing."

Soprattutto per il modello 250 Black Nickel, la nichelatura non sembra un granchè e presenta molte macchie, anche se la gran parte di queste è facilmente rimovibile con un panno umido e una successiva asciugatura (operazioni che comunque non ci si aspetta di compiere dopo aver estratto un prodotto dalla sua scatola).
Sono presenti anche alcuni graffi sia sui componenti nichelati che sul corpo centrale in plexiglass, ma non sono particolarmente visibili; d'altra parte la vaschetta denota un'incredibile solidità soprattutto per la scelta dei materiali utilizzati (ottone nichelato per top e bottom e plexiglass per il corpo centrale), rimanendo sul classico come dimensione del diametro, pari a 50mm.
Andando ad aprire le vaschette però i problemi continuano, visto che non risulta molto agevole svitare i vari componenti tra di loro per via di una filettatura non proprio precisa oltre che per piccole scheggiature della stessa per i componenti in ottone, in particolare sul bottom; questo rende difficoltosa non solo il disassemblaggio ma anche lo stesso riassemblaggio dopo, ad esempio, una futura operazione di pulizia, senza contare i residui di plexiglass che si creano internamente durante questa operazione.
Oltre a questo, per il modello 150 Silver Nickel sono state riscontrare anche delle imperfezioni interne nella nichelatura, che in alcuni punti risulta quasi assente e/o in altri da l'impressione che ci sia un fenomeno di ossidazione, come visibile nella foto sottostante relativa ai top.

top phobya balancer   bottom phobya balancer

Per quanto riguarda le feature, sia top che bottom possiedono un oring circolare sotto la filettatura per garantire la tenuta complessiva della vaschetta; il top possiede una singola connessione da 1/4"G utilizzabile come fillport o come connessione di ingresso/uscita del liquido (rendendo vana però l'efficacia dell'anticiclone), mentre il bottom possiede 4 fori da 1/4"G che consentono una grande scelta delle connessioni di ingresso/uscita dando spazio anche alla personalizzazione nell'utilizzo di quelle rimaste da coprire (di default con i tappi forniti di serie, ma volendo è possibile utilizzare termometri o luci con connessione da 1/4"G).
L'anticiclone è alto circa 45mm e presenta nella sua parte alta 3 forature ovali lunghe circa 18mm e larghe 6mm, realizzato sempre in ottone nnichelato ed integrato completamento al bottom della vaschetta; come è visibile dalla foto di destra in basso l'anticiclone della Balancer 250 Black Nickel è parecchio inclinato rispetto alla base invece di essere perfettamente perpendicolare.

dettaglio 1 bottom phobya balancer   dettaglio 2 bottom phobya balancer

Il corpo centrale è realizzato in plexiglass e presenta uno spessore di 5mm con un diametro pari a 50mm per tutti i modelli della Balancer; nulla di particolare da segnalare a parte i leggeri graffi segnalati precedentemente.

corpo centrale phobya balancer

Rimontati i 3 componenti si è passati all'analisi sul campo di entrambi i modelli.


Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Russian Spanish

ULTIMI MESSAGGI DAL FORUM